Converso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Converso (in spagnolo converso, "convertito", dal latino conversus) e la sua forma femminile conversa, fanno riferimento a ebrei o musulmani o loro discendenti che si sono convertiti, o costretti o per indifferenza religiosa per accettazione della utilità del farsi assimilare , al cattolicesimo in Spagna, in particolare durante il XIV e XV secolo.

Si vedano gli articoli principali:

I conversos ebraici erano spesso sospettati di conservare in questo modo i loro riti ancestrali, ed erano un bersaglio particolare dell'inquisizione spagnola, ma contribuirono incredibilmente alla vita culturale e politica della Spagna e comprendono santa Teresa d'Avila[senza fonte] e, si disse, il Grande Inquisitore Tomás de Torquemada[senza fonte].

Religiosi conversi[modifica | modifica sorgente]

Il frate converso in un convento o monastero indica una persona che pur vestendo un abito da frate non ha formulato i voti religiosi ed è addetto ai lavori più umili, in passato era una condizione comune, specialmente per le persone illetterate che volevano entrare in convento. Lo si usa pure al femminile: monaca conversa.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]