Segregazione religiosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un segnale autostradale in direzione della Mecca, obbliga a direzioni diverse "i musulmani" e i "non musulmani". Reparti della polizia religiosa stazionano oltre la deviazione sulla strada principale per impedire a musulmani di procedere verso La Mecca.[1]

La segregazione religiosa è la separazione delle persone in base al loro credo religioso. Il termine viene applicato sia ai casi di segregazione religiosa che emergono, in modo spontaneo e dal basso, come fenomeni sociali, sia alla segregazione derivante da disposizioni legislative, esplicite o implicite.

Il termine apartheid religioso, dal significato simile è stato utilizzato anche per situazioni in cui le persone sono separate per motivi di religione, che prevedono fenomeni sociologici[non chiaro].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sandra Mackey's account of her attempt to enter Mecca in Sandra Mackey, The Saudis: Inside the Desert Kingdom, W. W. Norton & Company, 1987, pp. 63–64, ISBN 0-393-32417-6.