Cinemaware

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cinemaware
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 1985
Fondata da Bob e Phyllis Jacobs
Chiusura 1991
Settore videogiochi

Cinemaware è stata un'azienda statunitense attiva nel settore dello sviluppo e della produzione di videogiochi. Pubblicò diversi titoli molto popolari negli anni ottanta. Fallita nel 1991, la Cinemaware è stata resuscitata nel 2000 per poi essere acquisita da eGames nel 2005.

Cinemaware Corp. (1985-1991)[modifica | modifica wikitesto]

Fondata nel 1985, il primo titolo della compagnia fu il celebre Defender of the Crown, un'avventura di cappa e spada dotata di una grafica considerata stupefacente per l'epoca. La grafica spettacolare e lo stile cinematografico divenne il marchio di fabbrica dei giochi della Cinemaware che sono considerati tra i migliori prodotti in quegli anni.

Cinemaware cominciò a sfornare una serie di successi, ognuno basato su di uno specifico genere cinematografico. Generalmente la prima versione a vedere la luce era quella dell'Amiga, che poteva vantare la potenza grafica maggiore, in seguito i titoli venivano convertiti per le altre piattaforme in auge all'epoca come l'Apple IIGS, l'Atari ST, il Commodore 64, il PC (per DOS) e il Nintendo Entertainment System (NES).

Successivamente Cinemaware si cimentò nella produzione di una serie sportiva dal titolo "TV Sports". L'accento ancora una volta era posto sulla grafica spettacolare, ma anche i giochi in sé erano particolarmente curati, tanto da essere acclamati dalla critica come i migliori nei rispettivi generi. Della serie fanno parte il basket, il football e la boxe. Alcuni titoli "TV Sports" vennero pubblicati solo in Europa, come TV Sports: Boxing e TV Sports: Baseball.

La Cinemaware fallì nel 1991 come risultato di alcune scelte sbagliate. Nella conversione di S.D.I., alcuni proprietari della compagnia chiesero ai programmatori di aggiungere sempre più caratteristiche al gioco facendo slittare di continuo la data di pubblicazione. Sfortunatamente a quel tempo le vendite dei precedenti giochi della compagnia non erano più ai livelli di un tempo e questo ritardo causò un tracollo finanziario.

Videogiochi pubblicati[modifica | modifica wikitesto]

Cinemaware Inc. (2000-2005)[modifica | modifica wikitesto]

Uno dei precedenti proprietari della compagnia la fece rinascere nei primi anni del 2000. La Cinemaware immediatamente sviluppò nuove versioni dei suoi titoli più popolari, aggiornati per Windows e per Macintosh. Chiamati "Digitally Remastered", questi giochi condividono lo stesso gameplay degli originali, ma con grafica aggiornata. Inoltre convertì alcuni dei suoi classici per i sistemi portatili come il Game Boy Advance.

Sul loro sito web sono stati messi a disposizione delle immagini dei dischi dei loro titoli originali da utilizzare con un emulatore, mentre altri sono emulati tramite Shockwave.

La nuova Cinemaware sviluppa inoltre moderne versioni dei suoi classici. Il primo frutto di questo sforzo è Robin Hood: Defender of the Crown che vanta un moderno motore grafico 3D. Ha debuttato nel settembre 2003 su Windows, PlayStation 2 e Xbox. Le vendite di questo titolo sembra abbiano sofferto di un'insufficiente campagna di marketing e di recensioni scarse.

A partire dalla patch 1.02 per Robin Hood: Defender of the Crown nel dicembre del 2003, la Cinemaware non ha fatto annunci ufficiali riguardo a nuovi giochi. Uno degli sviluppatori ha dichiarato nel forum del sito nell'Ottobre del 2004 che la Cinemaware sta ancora lavorando su questi progetti, ma da quell'intervento, nessun annuncio è seguito.

Videogiochi pubblicati[modifica | modifica wikitesto]

Acquisizione[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 ottobre 2005, la Cinemaware è stata acquisita da una compagnia che si occupa principalmente di giochi per le famiglie, la eGames, Inc.. Poco dopo, è stato annunciato il lancio di Cinemaware Marquee, un'etichetta che sarebbe stata usata per portare giochi nuovi e innovativi nel mercato statunitense. Il primo gioco pubblicato è stato Space Rangers 2: Dominators. Hanno anche portato nel mercato americano versioni "retail" di Darwinia della Introversion Software, Moscow to Berlin della Monte Cristo (company) e Neighbours from Hell: On Vacation e Buccanneer's Bounty della tedesca Ascaron.

eGames in un comunicato stampa ha annunciato la pubblicazione di una nuova versione di Defender of the Crown per il 2007. Ha annunciato anche una nuova versione di The Three Stooges.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]