Charlot vagabondo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Charlot vagabondo
The Tramp poster.jpg
Locandina del film
Titolo originale The Tramp
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1915
Durata 32 min (578 metri - 2 rulli)
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere comico
Regia Charlie Chaplin (non accreditato)

Ernest Van Pelt (assistente alla regia, non accreditato)

Sceneggiatura Charlie Chaplin (non accreditato)
Produttore Jess Robbins (non accreditato)
Casa di produzione Essanay Film Manufacturing Company
Fotografia Harry Ensign (non accreditato)
Montaggio Charlie Chaplin (non accreditato)
Scenografia E. T. Mazy
Interpreti e personaggi

Charlot vagabondo (The Tramp), conosciuto anche come Il vagabondo è un film interpretato e diretto da Charlie Chaplin; fu proiettato la prima volta l'11 aprile 1915.

La maschera del vagabondo e Charlot sono oramai indissolubili, e con questa farsa ne è ufficializzato il connubio già nel titolo e introdotto l'elemento principe del profilo psicologico del personaggio: il romanticismo, che contraddistinguerà i film di Chaplin e ne differenzia la recitazione dagli standard convenzionali dello Slapstick.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il vagabondo, con fagotto d'ordinanza, si imbatte in una bella fanciulla molestata da tre malfattori che la vogliono derubare del denaro affidatole dal padre, il fattore, per una commissione; non esita a prenderne le difese e, colpendoli con una pietra, a farli desistere dal losco proposito. Per ricompensa il padre della ragazza gli offre lavoro come bracciante nella sua azienda affidandolo al suo uomo di fiducia col compito di istruire Charlot nelle molteplici attività della fattoria. Compito che scoprirà sovrumano e che lo vedrà soccombere diventando a sua volta vittima dell'ingenuo quanto maldestro vagabondo, che invece eccelle nelle smancerie per la bella figlia del fattore.

Problematico il corretto utilizzo degli attrezzi e utensili, pericoloso quando acuminati come il forcone per il carico del fieno e che regolarmente finirà per infilzare il bracciante suo tutor, imbarazzante quando previsti per la mungitura del toro…fortunatamente rimpiazzato subito con la vacca da latte dalle cui mammelle non ne spilla in ogni caso una goccia nonostante l'energica scrollatura della coda a mo' di leva di fonte. Innaffiare con un piccolo annaffiatoio i filari delle piante da frutta è impresa biblica, fortunatamente la campana del pranzo salva Charlot.

Il calar del sole è il segnale per il meritato riposo notturno dei braccianti e l'ora delle malefatte per i delinquenti che, infatti, premeditano l'assalto al gruzzolo del fattore, ma ancora una volta si troveranno il vagabondo sulla loro strada che li caccia a fucilate inseguendoli, ma infortunandosi nell'impresa. Soccorso dal fattore è amorevolmente medicato e accudito dalla bella figlia, della cui dedizione approfitterà, Charlot, esagerando le modeste conseguenze dell'infortunio. Ma un bel giovanotto giunge alla fattoria, per la gioia della ragazza che gli si getta al collo abbracciandolo e baciandolo e presentandolo al vagabondo come suo fidanzato. Immediatamente, in Charlot, i malanni fisici scompaiono per lasciare il posto alla tristezza della disillusione amorosa. Ripreso il fagotto d'ordinanza, lasciandole un biglietto in cui rivela il suo sentimento per lei, il vagabondo mestamente si allontana, ingobbito e sconfitto, lungo la strada del destino, ma fatti pochi passi… una bella scrollata e via saltellante e fiducioso verso la nuova avventura che lo attende.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film fu prodotto dalla Essanay Film Manufacturing Company. Venne girato in California, a Niles e a Sunol[1].

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Distribuito dalla General Film Company, il film - un cortometraggio in due bobine - uscì nelle sale cinematografiche USA il 12 aprile 1915.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ IMDb Locations

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema