Campionato italiano di hockey su ghiaccio 1938

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stagione 1938
Campionato Campionato italiano
Sport Ice hockey pictogram.svg Hockey su ghiaccio
Durata 9 febbraio 1938
18 febbraio 1938
Numero squadre 2 Serie A
7 Serie B
Scudetto.svg Finale scudetto
Campione italiano AMDG Milano AMDG Milano
Finalista AMDG Milano AMDG Milano II

Il Campionato italiano di hockey su ghiaccio 1938, 12a edizione del massimo campionato nazionale, fu organizzato dalla Federazione Italiana Sport Invernali. La formula prevedeva che la vincente della Serie B sfidasse in gara unica la neonata squadra della federazione, l'AMDG Milano, nata dalla fusione di ADG Milano e Diavoli Rossoneri.

Date le difficoltà di coesistenza di due formazioni nella stessa città il Presidente della FISI, l’Onorevole Renato Ricci, il 7 ottobre 1937, costituì una nuova società con elementi della A.D.G. Milano e dei Diavoli Rossoneri, denominandola Associazione Milanese Disco Ghiaccio Milano. Il Presidente è Gianni Albertini, mentre i vicepresidenti sono il Cavaliere Annoni e Cavaliere Biraghi, già dirigenti delle due società sciolte. Come allenatore venne scelto il canadese Jim Foley. Questa nuova società era alle dipendenze della Federazione e i suoi scopi erano quelli di pubblicizzare l’hockey su ghiaccio e di formare i giovani in vista delle Olimpiadi del 1940, mai disputate a causa degli eventi bellici. Per quest’ultimo motivo non fu possibile tesserare giocatori stranieri.

Eliminatorie per la Serie B[modifica | modifica wikitesto]

La formula del Campionato prevede delle eliminatorie per accedere alla Serie B, nella quale è già iscritta la formazione del Cortina. Le partite sono ad eliminazione diretta.

Formazioni[modifica | modifica wikitesto]

Partite[modifica | modifica wikitesto]




Il Nord Torino, l'HC Ortisei e l'ADMG MIlano II si qualificarono alla Serie B.

Serie B[modifica | modifica wikitesto]

Le partite della serie cadetta sono ad eliminazione diretta; le perdenti si contendono la conquista del terzo posto, mentre le vincenti si aggiudicano l'accesso in Serie A e il diritto di sfidare la prima squadra dell'AMDG Milano per la conquista del tricolore. Le gare di Serie B e la finale scudetto sono disputate al Palazzo del Ghiaccio di Milano.

Formazioni[modifica | modifica wikitesto]

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]



Finale per il 3º posto[modifica | modifica wikitesto]


Finale[modifica | modifica wikitesto]


L'ADMG MIlano II si qualificò alla finale scudetto e il Cortina finì quindi terzo.

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Finale[modifica | modifica wikitesto]


Formazione vincitrice[modifica | modifica wikitesto]

AMDG Milano

Flag of None.svg
1º titolo

Gianmario Baroni, Egidio Bruciamonti, Enrico Calcaterra, Carlo De Mazzeri, Hans Lux, Prati, Camillo Mussi, Franco Rossi, Carlo Signorini, Luigi Venosta.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]