Bristol Britannia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo modello di autovettura, vedi Bristol Britannia (auto).
Bristol Britannia
Un Britannia in livrea RAF in volo
Un Britannia in livrea RAF in volo
Descrizione
Tipo aereo di linea
Equipaggio 4
Costruttore Regno Unito Bristol
Data primo volo 16 settembre 1952
Data entrata in servizio 1957
Data ritiro dal servizio 1975
Utilizzatore principale Regno Unito BOAC
Esemplari 85
Altre varianti Canadair Argus
Canadair CL-44
Dimensioni e pesi
Lunghezza 37,88 m (124 ft 3 in)
Apertura alare 43,36 m (142 ft 3 in)
Altezza 11,43 m (37 ft 6 in)
Superficie alare 192,76 (2 075 ft²)
Passeggeri 139 (coach class)[1]
Propulsione
Motore 4 turboelica Bristol Proteus 625
Potenza 4 450 e hp (3 320 kW) ciascuna
Prestazioni
Velocità max 639 km/h (397 mph, 345 kt)[2]
Velocità di crociera 575 km/h (357 mph, 310 kt) a 6 700 m (22 000 ft)
Autonomia 7 129 km (4 430 mi, 3 852 nm)
Tangenza 7 300 m (24 000 ft)[3]
Note dati riferiti alla Serie 310

i dati sono estratti da Britannia...Last of the Bristol Line[4] e integrati dove indicato

voci di aerei civili presenti su Wikipedia

Il Bristol Britannia era un quadrimotore di linea ad ala bassa per rotte a lungo raggio prodotto dall'azienda britannica Bristol Aeroplane Company negli anni cinquanta.

Benché realizzato per il mercato del trasporto passeggeri in rotte a lungo raggio, venne anche utilizzato come trasporto militare dalla Royal Air Force.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Il Bristol Britannia era stato progettato per soddisfare una richiesta della British Overseas Airways Corporation (BOAC) per un aereo da utilizzare sulle lunghe tratte dell'impero britannico. L'aereo, secondo il desiderio della BOAC, doveva essere fornito di quattro motori a pistoni e doveva poter trasportare almeno 36 passeggeri, ma alcuni radicali cambiamenti nel progetto iniziale portarono alla realizzazione di un prototipo da 90 passeggeri con turboeliche Bristol Proteus 625, che volò il 16 settembre 1952.

Dal Britannia la Canadair sviluppò negli anni cinquanta il pattugliatore marittimo CL-28 Argus per le esigenze della Royal Canadian Air Force.

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

Civile[modifica | modifica wikitesto]

Il Britannia 102 di serie, noto come "Gigante che Sussurra" per la sua sorprendente silenziosità non solo in cabina ma anche percepita da terra, entrò in servizio con la BOAC il 1º febbraio 1957 sulla rotta Londra-Johannesburg. I Bristol Britannia serie 300, con fusoliera allungata di quasi quattro metri, motori Proteus 755 da 4120 hp e 133 posti passeggeri, iniziarono i servizi senza scalo da Londra a New York il 19 dicembre 1957, e i Britannia 312 furono i primi aerei con propulsione turboelica ad operare regolarmente su rotte transatlantiche.

Militare[modifica | modifica wikitesto]

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

  • 100: 90 passeggeri e quattro motori Bristol Proteus 705
  • 101: 25 modelli ordinati dalla BOAC, di cui dieci cancellati in favore della serie 300
  • 200: versione cargo allungata di quasi quattro metri. Cinque ordini dalla BOAC, poi cancellati in favore della serie 310
  • 250: versione simile alla 200 ma metà passeggeri e metà merci
  • 252: modello per la Royal Air Force
  • 253: altri 22 ordini commissionati dalla RAF
  • 300: come la serie 200, ma solo passeggeri (fino a un massimo di 139)
  • 301: rimasto allo stadio di prototipo
  • 302: dieci ordini dalla BOAC, poi cancellati in favore della serie 305 e 310
  • 305: simile al 300, ma con maggior autonomia di volo
  • 306: modello per l'israeliana El Al
  • 307: modello per la Air Charter
  • 307F: modifica alla serie 307
  • 308: modello per la Transcontinental
  • 308F: modifica della serie 308
  • 309: modello per la Ghana Airways
  • 310: uguale alla serie 305, ma con fusoliera rinforzata
  • 311: rimasto allo stadio di prototipo
  • 312: 19 ordini dalla BOAC
  • 312F: modifica della serie 312
  • 313: quattro ordini dalla El Al
  • 314: quattro ordini dalla Canadian Pacific
  • 317. due ordini dalla Hunting-Clan Air Transport
  • 318: quattro ordini dalla Cubana
  • 320: simile al 310, ma con maggior autonomia di volo
  • 324: due ordini dalla Canadian Pacific

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Civili[modifica | modifica wikitesto]

Argentina Argentina
Belgio Belgio
Burundi Burundi
Canada Canada
Cecoslovacchia Cecoslovacchia
Cuba Cuba
Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti
Ghana Ghana
Kenya Kenya
Indonesia Indonesia
Irlanda Irlanda
Israele Israele
 
Liberia Liberia
Messico Messico
Regno Unito Regno Unito
Spagna Spagna
Svizzera Svizzera
Zaire Zaire


Militari[modifica | modifica wikitesto]

Cuba Cuba
alcuni Bristol Britannia vennero utilizzati per trasportare truppe cubane in Africa per appoggiare le forze angolane durante l'Operaciòn Carlota.
Regno Unito Regno Unito

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Barnes 1964, p.360.
  2. ^ Donald 1997, p.207.
  3. ^ Angelucci 1984, p.316.
  4. ^ Taylor 1982, p.41.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Angelucci, Enzo (1984). World Encyclopedia of Civil Aircraft. London: Willow Books. ISBN 0-00-218148-7.
  • (EN) Barnes, C.H. (1964). Bristol Aircraft since 1910 (First ed.). London: Putnam.
  • (EN) Donald, David (editor) (1997). The Encyclopedia of World Aircraft. Leicester, UK: Blitz Editions. ISBN 1-85605-375-X.
  • (EN) Jackson, A.J. (1974). British Civil Aircraft since 1919: Volume I. London: Putnam. ISBN 0-370-10006-9.
  • (EN) Taylor, H. A. (1982). "Britannia...End of the Bristol Line". Air Enthusiast (Twenty, December 1982-March 1983): 31–46..

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Video[modifica | modifica wikitesto]