Bristol Sycamore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bristol Sycamore
Bristol 171 Sycamore HR52 della Feuerwehr.
Bristol 171 Sycamore HR52 della Feuerwehr.
Descrizione
Tipo elicottero leggero e da collegamento
Equipaggio 2
Costruttore Regno Unito Bristol Aeroplane Company
Dimensioni e pesi
Lunghezza 12,8 m
Altezza 4,4 m
Diametro rotore 14,8 m
Peso a vuoto 1 728 kg
Peso max al decollo 2 540 kg
Propulsione
Motore 1 motore radiale Alvis Leonides 71
Potenza 410 kW (550 shp)
Prestazioni
Velocità max 213 km/h (115 kt)
Autonomia 531 km

[senza fonte]

voci di elicotteri presenti su Wikipedia
Bristol Sycamore della Royal Air Force.

Il Bristol Type 171 Sycamore era un elicottero leggero multiruolo con motore radiale e rotore a tre pale, sviluppato negli anni dopo la seconda guerra mondiale dall'azienda britannica Bristol Aeroplane Company.

È stato il primo elicottero di progettazione inglese in dotazione alla Royal Air Force, la quale lo impiegò per ruoli di ricerca e salvataggio e lotta antisommergibile

Impiegato anche dalle forze armate di Australia, Belgio e Germania, il modello venne impiegato anche in versioni civili fino alla fine degli anni sessanta.

Il nome dell'elicottero deriva dai semi dell'albero di acero montano (Acer pseudoplatanus) che cadono al suolo con un movimento rotatorio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

La Bristol iniziò il suo lavoro di ricerca e progettazione in seguito all'invasione alleata in Europa nel 1944, quando furono disponibili i primi ingegneri della Airborne Forces Experimental Establishment anche nota con l'acronimo AFEE. L'AFEE aveva già condotto in passato lavori di ricerca sugli elicotteri su iniziativa di Raoul Hafner, ma fu principalmente il successo avuto dagli alianti da trasporto Airspeed Horsa e General Aircraft Hamilcar utilizzati nello sbarco in Normandia, che diede nuovo impulso alla ricerca per la costruzione di un elicottero.

La progettazione del Sycamore risale quindi ancora al giugno del 1944 e proseguì per ulteriori due anni. Il primo volo fu effettuato il 27 luglio 1947 con il prototipo VL958, dotato di un motore radiale Pratt & Whitney R-985 Wasp Junior da 450 hp (335 kW). Il prototipo Sycamore Mk.2 fu invece completato nell'estate del 1948 che dotato del radiale di costruzione britannica Alvis Leonides 71 da 550 hp (410 kW), divenne di fatto la versione standard che fu poi prodotta.

Lo Sycamore fu prodotto sia in versione militare che in versione civile anche se la versione civile non veniva nominata Sycamore bensì Bristol Type 171.

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

Civile[modifica | modifica wikitesto]

Militare[modifica | modifica wikitesto]

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Civili[modifica | modifica wikitesto]

Australia Australia
Regno Unito Regno Unito

Militari[modifica | modifica wikitesto]

Australia Australia
Belgio Belgio
Germania Germania
Regno Unito Regno Unito

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Bowyer, Chaz. The Encyclopedia of British Military Aircraft. Bison Books Limited. ISBN 0-86124-258-0.
  • (EN) Barnes, C. H. (1964). Bristol aircraft since 1910. Putnam. ISBN 0-85177-823-2.
  • (EN) Bridgman, Leonard, ed. Jane's All The World's Aircraft 1951-1952. London: Samson Low, Marston & Company, Ltd 1951.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]