Bristol Type 138

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bristol Type 138
Il Bristol Type 138A in volo sopra Farnborough c. 1937
Il Bristol Type 138A in volo sopra Farnborough c. 1937
Descrizione
Tipo aereo sperimentale
Equipaggio 1
Progettista Frank Barnwell
Costruttore Regno Unito Bristol
Data primo volo 11 maggio 1936
Esemplari 1 (+ 1 non completato)
Dimensioni e pesi
Lunghezza 13,41 m (44 ft 0 in)
Apertura alare 20,12 m (66 ft 0 in)
Altezza 3,13 m (10 ft 3 in)
Superficie alare 52,8 (568 ft²)
Carico alare 45,7 kg/m² (9,35 lb/ft²)
Peso a vuoto 1 996 kg (4 391 lb)
Peso carico 2 414 kg (5 310 lb)
Propulsione
Motore un radiale Bristol Pegasus P.E.6S
Potenza 500 hp (373 kW)
Prestazioni
Velocità max 198 km/h (123 mph, 107 kt)
Velocità di salita 7,27 m/s (1 430 ft/min) a 12 192 m (40 000 ft)
Autonomia 2 h 15 min
Tangenza 16 500 m (54 000 ft)
Record e primati
primato di altezza per un velivolo con motore a pistoni dal 30 giugno 1937 al 22 ottobre 1938
Note dati relativi alla versione 138A

i dati sono estratti da Bristol Aircraft since 1910[1]

voci di aeroplani sperimentali presenti su Wikipedia

Il Bristol Type 138 era un monomotore monoplano sperimentale ad ala bassa realizzato dall'azienda britannica Bristol Aeroplane Company nei primi anni trenta.

Sviluppato per testare il comportamento di un velivolo ad alta quota e per competere al primato di tangenza massima raggiunta da un velivolo, il Flight Lieutenant M.J. Adam ai comandi del 138A riuscì nell'impresa il 30 giugno 1937 mantenendone il primato fino al 22 ottobre 1938, data in cui l'italiano Mario Pezzi lo riconquistò a bordo del biplano Caproni Ca.161bis.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

Type 138
versione rimasta a livello progettuale.
Type 138A
versione equipaggiata con un motore radiale Bristol Pegasus, realizzata in un esemplare.
Type 138B
sviluppo del Type 138A, versione equipaggiata con un motore V12 Rolls Royce Merlin mai portata in volo ed utilizzata come mockup per l'addestramento a terra.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Regno Unito Regno Unito

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Barnes 1964, p. 256.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) C.H. Barnes, Bristol Aircraft since 1910, London, Putnam, 1964, ISBN non esistente.
  • (EN) Owen Thetford, Aircraft of the Royal Air Force 1918-57, 1st edition, London, Putnam, 1957, ISBN non esistente.
  • (EN) Jim Winchester, "Bristol Type 138". X-Planes and Prototypes, London, Amber Books Ltd., 2005, ISBN 1-904687-40-7.

Velivoli comparabili[modifica | modifica wikitesto]

Germania Germania
Stati Uniti Stati Uniti

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Aviazione Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Aviazione