Canadair

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Canadair
Logo
Stato Canada Canada
Fondazione 1944 a Saint-Laurent di Montréal
Fondata da Governo Canadese
Chiusura 1986
Settore aeronautica
Prodotti aerei civili e militari
Sito web www.bombardier.com
Fabbrica principale di Canadair a Saint-Laurent, borough di Montréal
Un Canadair Sabre in mostra al Canadian Warplane Heritage Museum di Mount Hope, in Ontario
Tre Canadair CL-415 in dotazione alla Protezione Civile Italiana all'aeroporto di Lamezia Terme

Canadair è stata un'azienda aeronautica civile e militare canadese, sussidiaria di altre aziende del settore e nazionalizzata fino al 1986, quando fu privatizzata ed inglobata in Bombardier.

Le origini di Canadair risalgono alla fondazione di un centro di fabbricazione di aerei per la sezione canadese della Vickers nell'aeroporto di Cartierville a Saint-Laurent, un borough di Montréal. Sebbene l'aeroporto sia stato dismesso, quel centro, denominato Canadair Plant One, esiste ancora.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Canadair fu fondata l'11 novembre 1944 dal governo canadese per la produzione degli idrovolanti Consolidated PBY Catalina per la Royal Canadian Air Force. Oltre alla fabbricazione di tali aerei, c'era anche l'accordo con la nascente azienda per lo sviluppo e la produzione di una variante dei Douglas DC-4, il Canadair DC-4M con motori Rolls-Royce Merlin, che uscì nel 1946 sotto il nome "Northstar".

Nell'immediato dopoguerra, Canadair prese in consegna la produzione della serie Douglas DC-3/C-47. Nel 1946, l'Electric Boat Company comprò una quota di partecipazione in Canadair. Nel 1952 le due compagnie si unirono, dando vita alla General Dynamics, che nel 1954, dopo aver acquisito la Convair, trasformò Canadair nella sua sussidiaria canadese.

Nazionalizzazione[modifica | modifica sorgente]

Nel 1976 il governo canadese comprò la Canadair, nazionalizzandola e tenendone il controllo fino al 1986, quando fu ceduta a Bombardier. Avendo accumulato grossi debiti, l'azienda fu privatizzata durante il governo di Brian Mulroney, divenendo successivamente il nucleo di una delle divisioni della Bombardier, la Bombardier Aerospace.

Come divisione della Bombardier, il marchio Canadair sopravvisse per qualche tempo su aerotaxi, sugli aeromobili regionali della serie Canadair Regional Jets e sugli anfibi per la lotta aerea antincendio, salvo poi essere definitivamente sostituito, in tempi più recenti, nelle nuove produzioni dal marchio Bombardier Aerospace.

Riconoscimenti e produzione[modifica | modifica sorgente]

Canadair possiede una serie di primati: il CL-44D, basato sul Bristol Britannia, è stato il primo progetto di aereo che consentiva l'accesso anche dondolando l'intera fusoliera posteriore; il CL-89 ed il CL-289 sono stati i primi aerei di sorveglianza senza pilota ad entrare in servizio in diverse forze armate nazionali; il CL-84 è stato il primo aeroplano VTOL a funzionare come un convertiplano; il CL-215 è stato il primo aereo progettato per la lotta aerea antincendio. Proprio per quest'ultimo motivo, in Europa il termine canadair è divenuto sinonimo di aereo usato per lo spegnimento degli incendi.

Canadair ha preso parte anche ad altri progetti al di fuori dell'aeronautica: ad esempio, la divisione Canarch si è occupata della progettazione e fabbricazione di pareti divisorie per edifici. Canadair, inoltre, produce le cabine per molte torri di controllo della Federal Aviation Administration negli Stati Uniti e progetta veicoli che si muovono con cingoli o con cuscini d'aria, sebbene solo una piccola parte dei progetti venga effettivamente realizzata.

Lista di produzione (informazioni da Canadair)
Definizione
Interna
Definizione
Commerciale
Ruolo Versione su licenza del 1° volo Utilizzatore
principale
Annotazioni
CL-1 PBV Canso
oppure
OA-10A-VI
Ricognizione Consolidated PBY Catalina 1943 Stati Uniti USAAF
CL-2 Canadair DC-4M North Star Trasporto
Aereo di linea
Douglas DC-4 1946
CL-4 Canadair C-4 Argonaut Trasporto
Aereo di linea
Douglas DC-4 1946
CL-11 Canadair C-5 Trasporto
Aereo di linea
Douglas DC-4 1950 Canada RCAF 1 solo esemplare
CL-13 Canadair Sabre Caccia North American F-86 Sabre 1950 Canada RCAF
CL-15 - Addestramento
Trasporto
Beechcraft XT-36 progetto cancellato
CL-21 - Trasporto progetto[1][2]
CL-28 Canadair CP-107 Argus Pattugliamento marittimo Bristol Britannia 1957 Canada RCAF
CL-30 Canadair CT-133 Silver Star Addestramento e contromisure elettroniche Lockheed T-33 Shooting Star 1952 Canada RCAF
CL-41 Canadair CT-114 Tutor Addestramento 1960 Canada RCAF
CL-44 Canadair CC-106 Yukon Trasporto 1959 Canada RCAF
CL-52 Bombardamento Boeing B-47 Stratojet 1959 Canada RCAF 1 solo esemplare, sperimentale
CL-66 Canadair CC-109 Cosmopolitan Trasporto Convair CV-540 1959 Canada RCAF
CL-84 Canadair CX-131 Dynavert Convertiplano 1965 Canada RCAF
CL-89 Midge
oppure
AN/USD-501
Drone da ricognizione 1964 Canada CF
CL-90 Canadair CF-104 Starfighter Caccia Lockheed F-104 Starfighter 1961 Canada RCAF
CL-215 Lotta aerea antincendio 1967
CL-219 Canadair CF-116
oppure
Canadair CF-5
Cacciabombardiere Northrop F-5 Freedom Fighter 1967 Canada RCAF
CL-227 Canadair CL-227 Sentinel Drone da ricognizione 1977 Canada CF
CL-289 AN/USD-502 Drone da ricognizione 1987 Germania DH
CL-327 Canadair CL-327 Guardian Drone da ricognizione 1996 Canada CF
CL-415 Lotta aerea antincendio 1993
CL-600 Canadair LearStar 600 Trasporto 1980

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) New Canadair Transport in Flight, Sutton, Surrey - UK, Reed Business Information Ltd., 30 maggio 1952, pp. pag. 669. URL consultato l'11 febbraio 2013.
  2. ^ (EN) Canadair CL 21 in Flight, Sutton, Surrey - UK, Reed Business Information Ltd., 13 giugno 1952, pp. pag. 704. URL consultato l'11 febbraio 2013.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Larry Milberry, The Canadair North Star. Toronto: CANAV Books, 1982. ISBN 0-07-549965-7.
  • Larry Milberry, The Canadair Sabre. Toronto: CANAV Books, 1986. ISBN 0-9690703-7-3.
  • Ron Pickler, Larry Milberry, Canadair: The First 50 Years. Toronto: CANAV Books, 1995. ISBN 0-921022-07-7.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]