Bosoni X e Y

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bosoni X e Y
Composizione Particella elementare
Famiglia Bosone
Gruppo Bosone di gauge
Scoperta ipotetica
Simbolo X e Y
Massa circa 1 x   10^{15} GeV/c2
Carica elettrica X:+4/3 e
Y: +1/3 e
Spin 1

In fisica, i bosoni X e Y sono le particelle elementari ipotetiche, analoghe ai bosoni W e Z, responsabili di un nuovo tipo di forza prevista dal modello di Georgi–Glashow della teoria della grande unificazione.[1]

Le proprietà di questi bosoni vettori variano a seconda della teoria della grande unificazione in cui sono previsti. Nella maggior parte di tali teorie, i bosoni X e Y sono composti da quark e leptoni, consentendo la violazione della conservazione del numero barionico e quindi consentendo il decadimento del protone.

Proprietà[modifica | modifica wikitesto]

I bosoni X e Y accoppiano i quark e i leptoni, permettendo così la violazione della conservazione del numero barionico e quindi consentendo il decadimento del protone.

Un bosone X avrebbe i seguenti modi di decadimento:[1]

X → u + u
X → e+ + d

dove "u" è un quark up, "d" un antiquark down e "e+" un positrone. Entrambi i prodotti di decadimento in ciascun processo avrebbero chiralità opposte.

Un bosone Y avrebbe i seguenti modi di decadimento:

Y → e+ + u
Y → d + u
Y → d + νe

dove "u" è l'antiquark up, "d" è il quark down, "νe" è l'antineutrino elettronico. In tutti i processi di decadimento il primo prodotto avrebbe chiralità sinistrorsa mentre il secondo prodotto avrebbe sempre chiralità destrorsa.

Simili prodotti e processi di decadimento esistono per le altre generazioni di particelle quark-leptoni.
In queste reazioni non viene conservato né il numero barionico (B) né il numero leptonico (L), mentre è conservata la loro differenza B-L. I differenti rapporti di suddivisione tra il barione X e le sue antiparticelle (come nel caso del mesone K) spiegherebbero la bariogenesi.

R-parità[modifica | modifica wikitesto]

La R-parità è un concetto di fisica delle particelle e di fisica teorica. Nell'estensione supersimmetrica del Modello Standard, il numero barionico e il numero leptonico non sono più conservati da parte di tutti gli accoppiamenti in una teoria rinormalizzabile. La R-parita è una simmetria del gruppo Z_2 che agisce nel Modello Standard supersimmetrico minimale (MSSM) e tale parità può essere definita come:

R = (-1)2j+3B+L.

dove: j è lo spin, B è il numero barionico e L il numero leptonico. Ogni particella del Modello Standard ha R-parità uguale ad +1, mentre la R-parità del partner supersimmetrico ha R parità -1[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Ta-Pei Cheng; Ling-Fong Li, Gauge Theory of Elementary Particle Physics, Oxford University Press, 1983, p. 437, ISBN 0-19-851961-3.
  2. ^ R-parity Violating Supersymmetry by R.Barbier, C.Berat, M.Besancon, M.Chemtob, A.Deandrea, E.Dudas, P.Fayet, S.Lavignac, G.Moreau, E.Perez, and Y.Sirois.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • J. C. Pati und A. Salam, Unified Lepton - Hadron Symmetry And A Gauge Theory Of The Basic Interactions, Phys. Rev. D 8 (1973) 1240, Phys. Rev. Lett. 31 (1973) 661, Phys. Rev. D 10 (1974) 275.
  • W. Buchmüller, R. Rückl und D. Wyler, Leptoquarks In Lepton Quark Collisions, Phys. Lett. B 191 (1987) 442 [Erratum-ibid. B 448 (1999) 320].
  • J. Blümlein und R. Rückl, Production of scalar and vector leptoquarks in e+ e- annihilation, Phys. Lett. B 304 (1993) 337.
  • A. Blumhofer und B. Lampe, A low-energy compatible SU(4)-type model for vector leptoquarks of mass </= 1TeV, Eur. Phys. J. C 7 (1999) 141.
  • Dieter B. Herrmann: Antimaterie: auf der Suche nach der Gegenwelt, 2. aktualisierte Aufl., München, Beck, 2004, ISBN 3-406-44504-7
  • Chris C. King: Dual-Time Supercausality (1989) Physics Essays 2/2 128-151 [1]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Fisica Portale Fisica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Fisica