Adrone esotico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un mesone regolare prodotto da un quark (q) e un antiquark (\bar{\mathrm{q}}) con spin rispettivamente s2 e s1 e avente un completo momento angolare L.

Gli adroni esotici sono particelle subatomiche composte di quark (e possibilmente di gluoni), ma che non rientrano nello schema abituale degli adroni. Essendo vincolati all'interazione forte essi non sono previsti dal semplice modello a quark costituenti. Vale a dire, gli adroni esotici non hanno lo stesso contenuto di quark come gli adroni ordinari: I barioni esotici hanno più dei tre quark dei barioni ordinari, mentre i mesoni esotici non hanno un quark e un antiquark come i mesoni comuni. Gli adroni esotici possono essere trovati tramite la ricerca di particelle con numero quantici vietati agli adroni comuni. Sono stati visti di recente segni sperimentali riguardo agli adroni esotici [1] ma rimangono un argomento controverso nella fisica delle particelle.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Quando il modello a quark fu per la prima volta postulato da Murray Gell-Mann e altri negli anni '60, fu per organizzare in modo coerente le particelle fino allora scoperte. Allo stesso modo la cromodinamica quantistica (QCD, Quantum Chromodynamics) si sviluppò nel corso del decennio successivo; Tuttavia, divenne evidente che non vi era alcuna ragione fondamentale per cui dovevano solo esistere le combinazioni di 3 quark e quark-antiquark. Oltre tutto sembrava che i gluoni, le particelle che veicolano la forza delle interazioni forti, dovevano anche formare stati legati da loro stessi (i glueball) e con i quark (adroni ibridi). Tuttavia, sono trascorsi alcuni decenni senza prove conclusive riguardanti l'adrone esotico.

Candidati[modifica | modifica wikitesto]

Ci sono molti adroni esotici candidati:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Vedi "note on non-q qbar mesons" in PDG 2006, Journal of Physics, G 33 (2006) 1.
  2. ^ (EN) Anne Minard, New Particle Throws Monkeywrench in Particle Physics, 18-03-2009. URL consultato il 27-04-2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

fisica Portale Fisica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fisica