Boris Akunin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Boris Akunin

Boris Akunin (in russo: Борис Акунин), pseudonimo di Grigorij Šalvovič Čhkhartišvili (in georgiano: გრიგოლ ჩხარტიშვილი, in russo: Григорий Шалвович Чхартишвили; Tbilisi, 20 maggio 1956) è uno scrittore russo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Boris Akunin nasce a Tbilisi, nell'allora Georgia sovietica, il 20 maggio 1956 da padre georgiano di religione cristiana e da madre georgiana di origine ebraica, ma cresce a Mosca dal 1958. Laureatosi in Filologia e storia orientale, si interessa in particolar modo al mondo giapponese di cui diventa studioso; tra i suoi lavori più importanti come saggista, la pubblicazione di un trattato sul rapporto tra suicidio e letteratura, mentre traduce i romanzi, tra gli altri, di Yukio Mishima. Sul finire degli anni novanta passa al lavoro produttivo, creando il personaggio di Erast Petrovič Fandorin - un investigatore russo, arrivando a vendere 4 milioni di copie ed a essere tradotto in tutto il mondo. Oltre a Fandorin, Akunin è anche il "padre" di Pelagija, una suora investigatrice. Ha inoltre creato una serie, ambientata nella Russia moderna, il cui protagonista è Nicholas Fandorin, nipote del suo personaggio più famoso.

Si definisce un artigiano della scrittura poiché i suoi sono libri di evasione ed anche perché difficilmente è possibile collocarlo in maniera chiara in un genere come in uno stile. Nel suo intento infatti, ognuno degli otto libri che compongono la saga di Fandorin è scritto con uno stile differente, cambiando registro, narratore e forma e benché il tema centrale sia il delitto almeno un paio di questi difficilmente possono essere definiti gialli o thriller

Lo pseudonimo[modifica | modifica sorgente]

Il suo pseudonimo significa, letteralmente, "uomo malvagio", "malfattore" in giapponese (l'autore è infatti laureato in filologia e storia orientale). Inoltre il nome ricorda Michail Alexandrovič Bakunin (Tver', 30 maggio 1814 – Berna, 1º luglio 1876) che è stato un famoso rivoluzionario e filosofo russo, considerato uno dei padri fondatori dell'anarchismo moderno. Inserendo il punto nel cognome "Bakunin" si ottiene lo pseudonimo "B.Akunin", Boris Akunin. Ha dichiarato di aver scelto un simile soprannome perché fin da piccolo è stato affascinato dai personaggi malvagi della letteratura e della cinematografia e perché nella struttura romanzesca è sempre più intrigante il ruolo del cattivo.

Premi[modifica | modifica sorgente]

Nel 2001 - Premio Bestseller della Fiera Nazionale del libro a Mosca.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Edito in Italia da Frassinelli che ha sin qui pubblicato:

Per il ciclo di Erast Petrovič Fandorin

Per il ciclo di Nicholas Fandorin

Per il ciclo di Pelagija

Saggi e narrativa

Film tratti dalle sue opere[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatura di Boris Akunin, interpretato da Yegor Beroyev, Marat Basharov and Olga Krasko.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia critica[modifica | modifica sorgente]

E.V. Baraban, A Country resembling Russia: the Use of History in Boris Akunin’s Detective Novels, in "Slavic and East European Journal", XLVIII, 2004, [1]

P. Basinskij, Štil’ v stakane vody. Boris Akunin: pro et contra, in "Literaturnaja gazeta", 21 (5834), 23-29 maggio 2001, [2]

T. Blažnova, Nu čto, brat Fandorin? ili igry patriotov, in "Moskovskaja Pravda", 18 maggio 1999, [3]

V. Bondarenko, Akuninščina (Zametki Zoila), in "Zavtra", 4 (373), 23 gennaio 2001, [4]

A. Cifariello, Boris Akunin e il romanzo antinichilista giudeofobico di fine Ottocento, in "Studi Slavistici", Vol 4, No 1 (2007), [5]

Sh. Kreiz, Stereotypes of Jews and Israel in Russian Detective Fiction, in "ACTA", 2005, 26, [6]

Mitsuyoshi N., Granica japonskoj literatury i ee sdvigi v mirovom kontekste, in "Inostrannaja literatura", VIII, 2002, [7]

D. Possamai, Invito alla discussione: alcune rifl essioni sul concetto di letteratura di massa oggi in Russia, in "Bollettino ’900", 2002, 1-2, [8]

E. Rabinovič, A. Bljumbaum, Detektiv napominaet nam, čto počem, in "Kritičeskaja massa", 2002, 1, [9]

A. Rančin, Romany B. Akunina i klassičeskaja tradicija: povestvovanie v četyrech glavach s preduvedomleniem, liričeskim otstupleniem i epilogom, in "NLO", 2004, 67, [10]

L. Rubinštejn, Roman s tajnoj, in "Itogi", 34 (220), 17/8/2000, [11]

M. Tokarev, Odin iz vozmožnych prototipov Fandorina Vsevolod Vladimirovič Krestovskij, [12]

A. Verbieva, Boris Akunin: Tak veselee mne i interesnee vzyskatel’nomu čitatelju, in "Exlibris. Nezavisimaja gazeta", 23 dicembre 1999, [13]

Controllo di autorità VIAF: 69107206 LCCN: no98091443