Erast Petrovič Fandorin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Erast Petrovič Fandorin
Autore Boris Akunin
1ª app. in La regina d'inverno
Ultima app. in Il marchio del fuoco

Erast Petrovič Fandorin è un personaggio letterario creato sul finire degli anni novanta da Boris Akunin (pseudonimo di Grigori Tchkhartichvili) e protagonista di alcuni romanzi gialli ambientati nella Russia del XIX secolo.

Le avventure di Fandorin si sviluppano in maniera cronologica con un progressivo invecchiamento del protagonista che comincia diciannovenne e giunge sino a passare i quarant'anni; l'evolversi delle vicende della vita di Fandorin sono spunto per le trame dei 9 libri (editi in Italia da Frassinelli).

Da alcuni dei libri della serie sono stati tratti film che sul mercato russo hanno ottenuto notevoli risultati al botteghino.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Fandorin è un giovane moscovita di bell'aspetto, moro con gli occhi azzurri ed un curioso particolare: due ciocche di capelli bianchi all'altezza delle tempie.

Figlio di un padre rovinato dal vizio del gioco, soffre di una fortuna sfacciata in qualsivoglia evento che comporti variabili casuali, dalle carte alla roulette russa; entrato in servizio nella polizia più per mansioni di cancelleria, rivela un incredibile talento nelle indagini, tanto da ottenere giovanissimo svariati onori, medaglie e altri riconoscimenti.

Le sue avventure cominciano a Mosca, con la lotta contro gli Eshternati, apparenti istituti di carità che si riveleranno essere un'organizzazione internazionale che alleva orfani per farne futuri dittatori: sarà proprio questa associazione a mandare in casa di Erast una bomba il giorno delle sue nozze causando la morte della sua sposa, trauma che lascerà al protagonista un persistente balbettare e farà comparire le ciocche bianche.

Incapace di sopportare i ricordi che gli causa Mosca, chiede di essere trasferito e si ritrova prima in Turchia durante la guerra tra Ottomani e Russi e successivamente in Giappone come assistente al console; qui apprende tecniche marziali e di meditazione e guadagna anche un ex-Yakuza come servo personale: tornato a Mosca si trova ad avere a che fare con molti personaggi, da Jack lo Squartatore ad un funzionario molto ambizioso; proprio la lotta con quest'ultimo, che poi raggiungerà il potere bramato, lo compromette al punto da costringerlo ad abbandonare la madre Russia per Parigi, salvo poi ritornare in patria per salvare lo Zarevič rapito. Nell'ultimo capitolo, Il marchio del fuoco, Fandorin si troverà alle prese, durante la guerra russo-giapponese del 1905 con un ineffabile agente segreto giapponese; parallelamente, il libro racconta dei primi anni trascorsi dal protagonista nel Giappone del 1870 con un'appassionata avventura d'amore e intrecci che coinvolgono gli eredi della secolare tradizione ninja.

Elenco dei romanzi[modifica | modifica wikitesto]