Bandiera del Kosovo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flamuri i Kosovës
Zastava Kosovo
Flamuri i KosovësZastava Kosovo
Proporzioni 2:3[1]
Simbolo FIAV Bandiera di stato
Colori Pantone

██ Blu

██ Giallo

██ Bianco

Uso Bandiera civile e di stato
Tipologia nazionale
Adozione 17 febbraio 2008
Nazione Kosovo

La bandiera del Kosovo è di forma rettangolare, con proporzione 2/3, di sfondo blu con disegnato il profilo della nazione in giallo e sopra sei stelle bianche. La bandiera è stata adottata il 17 febbraio 2008, in seguito alla dichiarazione unilaterale di indipendenza - proclamata nulla dal parlamento serbo il 18 febbraio 2008 - da parte dell'assemblea del Kosovo riunita in parlamento davanti al presidente Fatmir Sejdiu.

La bandiera del Kosovo ricorda molto la bandiera della Bosnia ed Erzegovina, altro paese multietnico dell’ex Jugoslavia. Anche la bandiera della Bosnia ha, su campo blu, una forma triangolare, gialla, che rappresenta il territorio del paese, e ha delle stelle bianche a cinque punte.

Significato[modifica | modifica wikitesto]

Le sei stelle bianche poste sulla parte superiore della bandiera sono un riferimento alle sei comunità etniche presenti in Kosovo (albanesi, serbi, turchi, rom, bosniaci, gorani).[2]. Non è stato possibile utilizzare l'aquila bicefala (a due teste) poiché è un simbolo comune sia all'Albania che alla Serbia, oltre che al Montenegro.

Bandiere utilizzate durante l'amministrazione delle Nazioni Unite[modifica | modifica wikitesto]

Durante l'amministrazione delle Nazioni Unite, il Kosovo non ha ricevuto una bandiera provinciale; ogni qual volta era necessaria una bandiera, era utilizzata la bandiera delle Nazioni Unite.

Stante il conflitto fra le etnie serba e albanese, i primi utilizzavano la bandiera della Serbia, i secondi la bandiera dell'Albania.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

vessillologia Portale Vessillologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di vessillologia