Bandiera del Liechtenstein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flagge Liechtensteins
Flagge Liechtensteins
Proporzioni 3:5
Simbolo FIAV Bandiera civie e bandiera navale civile
Uso Bandiera civile
Tipologia nazionale Bandiera normale o bandiera di diritto
Nazione Liechtenstein
Altre bandiere ufficiali
Bandiera di Stato bandiera Bandiera di Stato Bandiera di stato e bandiera navale di stato Bandiera normale o bandiera di diritto
Stendardo reale del Principe bandiera Stendardo reale del Principe Simbolo vessillologico Bandiera normale o bandiera di diritto

La bandiera del Liechtenstein è stata adottata nel 1921.

I colori blu e rosso hanno un'origine incerta, alcune fonti li danno come risalenti all'incoronazione nel 1746 di Giuseppe II d'Asburgo-Lorena a imperatore del Sacro Romano Impero, ove i dignitari reali indossavano livree blu e rosse, ma i colori della casata regnante sul Principato erano il rosso e giallo. Lo stemma, caricato al centro dal 1982 per identificare la bandiera di Stato, è formato principalmente dalle armi giallo-rosse dei Liechtenstein in centro, sopra a uno scudo di forma sannitica contenente gli stemmi di Slesia (aquila), Kuenringe (giallo-nero con traversa verde), Troppavia (rosso e bianco), Frisia orientale per Rietberg (aquila con fattezze femminili), e Jägerndorf (corno di caccia), riferiti alle parentele sviluppatesi nei secoli e ai territori posseduti dai regnanti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La bandiera di Haiti

L'unione dei territori di Vaduz e Schellenberg, già appartenenti alla casata dei Liechtenstein, permise al Principato di entrare a far parte a tutti gli effetti del Sacro Romano Impero nel 1719 per poi far parte delle diverse confederazioni germaniche che si sono realizzate nel XIX secolo. La prima bandiera del Principato è stata un bicolore orizzontale rosso e giallo (i colori dei Liechtenstein), e rimase in vigore sino alla fine dell'Ottocento, quando si adottarono i colori attuali, ufficializzati poi nel 1921. Nel corso delle Olimpiadi di Berlino, nel 1936, ci si accorse della totale corrispondenza della bandiera del Principato con quella di Haiti, per cui si decise di aggiungervi il cappello principesco. Nel 1982 questa venne confermata ufficialmente come bandiera nazionale per l'uso civile, mentre quella con lo stemma di Stato, riconosciuto ufficialmente solo nel 1957, è a uso del Governo e del Parlamento.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

vessillologia Portale Vessillologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di vessillologia