Aufidio Basso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Aufidio Basso (... – ...) è stato uno storico romano della prima metà del I secolo, appartenente alla celebre famiglia plebea degli Aufidi, originaria di Fondi, visse sotto l'imperatore Tiberio.

Scrisse un'opera sul periodo delle guerre civili e un'altra sulle guerre di Germania (Bellum Germanicum), lodata da Quintiliano, che era però forse una sezione della prima. Nulla ci è giunto di lui. La sua storia, che, continuando l'opera di Livio, si estendeva fino a Tiberio almeno fino alla morte di Nerone (68) e forse anche a Caligola, fu proseguita da Plinio il Vecchio, con un'opera intitolata per l'appunto A fine Aufidii Bassi. Delle sue due opere si servì Tacito per gli Annali e per la Germania. Aufidio Basso viene citato da Lucio Anneo Seneca in "Lettere a Lucilio" all'inizio del quarto libro,dove si sa che affrontò stoicamente gli anni della vecchiaia.