Renato Profuturo Frigerido

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Renato Profuturo Frigerido (latino: Renatus Profuturus Frigeridus; fl. V secolo; ... – ...) è stato uno storico dell'Impero romano di lingua latina, la cui opera è giunta sono attraverso alcuni frammenti.

Non è noto nulla della vita di Renato; si ritiene che fosse un ufficiale civile o militare.

Scrisse una storia in lingua latina, in almeno dodici libri. L'opera non si è conservata; alcuni frammenti furono inclusi nell'opera di Gregorio di Tours (VI secolo), il quale considerò l'opera di Frigerido importante, assieme alla Storia di Sulpicio Alessandro, come fonte per l'iniziale storia dei Franchi, in particolare nella parte occidentale dell'Impero romano.

La prima citazione di Frigerido riguarda i regni di Costantino III e Giovino (410); nel dodicesimo libro raccontò dell'ascesa al trono di Valentiniano III e l'usurpazione di Giovanni (425); se la descrizione della morte di Flavio Ezio contenuta nell'opera di Gregorio è sua, l'opera di Frigerido arrivava almeno fino al 454.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]