Arianna Fontana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arianna Fontana
Arianna Fontana torino2006.jpg
Arianna Fontana con la medaglia di bronzo a Torino 2006
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 161 cm
Peso 55 kg
Short track Short track speed skating pictogram.svg
Dati agonistici
Record
500 m 43"031
1000 m 1'29"990
1500 m 2'18"789
3000 m 5'01"187
Società Fiamme Gialle Fiamme Gialle
Carriera
Nazionale
2005- Italia Italia
Palmarès
Olimpiadi Invernali 0 1 4
Mondiali 0 4 4
Mondiali a Squadre 0 0 1
Class. Gen. Coppa del Mondo 2 1 4
Coppa del Mondo 9 15 14
Europei 17 8 5
Campionati Italiani 16 0 0
Campionati militari 2 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 16 marzo 2014

Arianna Fontana (Sondrio, 14 aprile 1990) è una pattinatrice di short track italiana, vincitrice di un argento e di quattro bronzi olimpici e della Coppa del Mondo di short track 2012, specialità dei 500 m[1].

Nel corso della sua carriera si è laureata Campionessa europea in occasioni delle manifestazione svolte a Ventspils nel 2008, Torino nel 2009, Heerenveen nel 2011, Mladá Boleslav 2012 e Malmö 2013 conquistando la medaglia d'argento a Krynica-Zdrój nel 2006 e a Dresda nel 2010, e chiudendo in terza posizione a Dresda nel 2014.

Ai campionati mondiali di Sheffield 2011 e ai campionati mondiali di Shanghai 2012 ha vinto la medaglia di bronzo nella classifica generale (overall).

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Carriera sportiva[modifica | modifica sorgente]

Gli esordi in Coppa del Mondo, il bronzo a Torino e i successi europei[modifica | modifica sorgente]

Muove i primi passi nella Lanzada Ghiaccio, per poi approdare nella ASD Bormio Ghiaccio. Dopo l'esordio in Nazionale a soli 15 anni in Coppa del Mondo, si classifica al secondo posto ai Campionati Europei di Krynica-Zdrój del 2006, con tre podi conquistati sulle distanze dei 500, 1500 e 3000 m[2].

Partecipa dunque alle Olimpiadi di Torino, gareggiando sulle distanze dei 500 e 1000 metri, e nella staffetta con le compagne Marta Capurso, Mara Zini, Katia Zini e Cecilia Maffei. Ed è proprio la staffetta a regalare una storica medaglia di bronzo, la centesima per l'Italia ai Giochi Olimpici Invernali[3], grazie anche alla squalifica della Cina, autrice di una manovra scorretta nei confronti della stessa Italia nel corso dell'ultimo cambio. Con questa medaglia, Arianna diventa l'atleta italiana più giovane ad aver vinto una medaglia ai Giochi Olimpici Invernali, all'età di 15 anni e 314 giorni) e viene insignita del titolo di Cavaliere.

Nella stagione successiva (2006/2007) arrivano i primi piazzamenti in Coppa del Mondo, soprattutto nei 500 m e nella staffetta, dove la continuità di risultati della squadra azzurra permette la conquista della Coppa del Mondo di specialità[4]. Chiude la stagione con una seconda posizione nella classifica generale dei 500 m e conquista una medaglia d'argento sui 500 m ai campionati mondiali svolti a Milano[5].

Le due stagioni successive (2007/2008 e 2008/2009) vengono affrontate con uno sguardo alle Olimpiadi di Vancouver e con l'obiettivo di colmare il gap tecnico che separa la squadra azzurra soprattutto da Cina e Corea. In Coppa del Mondo arriva qualche podio nei 500 m e nella staffetta, dove nel frattempo le veterane Capurso e Mara Zini hanno lasciato il posto a nuove atlete, tra le quali la valtellinese Martina Valcepina. All'appuntamento europeo Arianna si conferma, conquistando il titolo continentale sia a Ventspils[6] che a Torino[7].

Vancouver 2010: ancora sul podio olimpico[modifica | modifica sorgente]

La Coppa del Mondo 2009/2010 fa da preambolo ai Giochi olimpici che si terranno a Vancouver qualche mese dopo. Nelle quattro tappe previste Arianna non riesce mai a salire a podio in nessuna delle distanze, limitandosi ad ottenere dei piazzamenti che le consentono comunque di guadagnarsi il pass olimpico. Agli Europei di gennaio di Dresda, Arianna cede la corona europea alla slovacca Kateřina Novotná, concludendo la competizione al secondo posto.

Alle Olimpiadi di Vancouver esce nella semifinale dei 1500 m appannaggio della cinese Zhou Yang, vincendo la Final B e chiudendo al nono posto, mentre la staffetta (Fontana, Valcepina, Zini e Maffei) viene eliminata in semifinale. Il 16 febbraio, sulla distanza dei 500 metri, chiude al secondo posto la sua batteria, alle spalle della Zhou, che ritrova in semifinale insieme alla canadese Jessica Gregg e alla statunitense Katherine Reutter. Grazie ad una buona partenza, Arianna riesce a mantenere la seconda posiziona per tutta la gara, nel finale però la Zhou recupera terreno e le due atlete arrivano quasi contemporaneamente sulla linea del traguardo: il fotofinish dimostra che Arianna l'ha preceduta di un millesimo[8], qualificandosi per la finale a quattro con la forte cinese Wang Meng e le canadesi Gregg e Marianne St-Gelais.

In finale, Arianna ha un'ottima partenza, tiene la terza posizione davanti alla Gregg per tutta la gara, il che le permette di conquistare una storica medaglia di bronzo, la prima medaglia olimpica individuale di un'atleta italiano nello Short Track[9].

L'avvento della coppia Bédard-Gouadec e la conquista della Coppa del Mondo[modifica | modifica sorgente]

La stagione successiva si apre con il cambio della guida tecnica della nazionale: al posto del c.t. Magarotto arriva infatti un canadese, Éric Bédard. Sotto la nuova gestione tecnica, Arianna conquista qualche podio nella Coppa del Mondo, il titolo europeo ad Heerenveen e, per la prima volta in carriera, una medaglia di bronzo ai Campionati Mondiali (disputati a Sheffield)[10], grazie a due medaglie d'argento conquistate su 500 e 1000 m.

Per la stagione di Coppa del Mondo 2011/2012 entra a far parte dello staff tecnico l'allenatore canadese Kenan Gouadec: con lui la stagione della pattinatrice valtellinese si apre nel migliore dei modi. Conquista infatti 5 medaglie d'oro a Saguenay (500), Nagoya (500 e 1500), Shangai (500) e Dordrecht (500), chiudendo al primo posto la classifica generale della Coppa del Mondo di short track 2012 nella specialità dei 500 metri e diventando la prima pattinatrice azzurra a conquistare la Coppa del Mondo di short track[11]. La stagione si conclude con la conquista del quarto titolo europeo e bissando del terzo posto mondiale a Shangai, con un argento sui 500 m e una seconda posizione nella 3000 m SuperFinal.

Le due stagioni successive sono preparatorie per i XXII Giochi olimpici invernali, programmati a Soči (Russia) per il febbraio 2014. Nel corso della prima Arianna è frenata da qualche infortunio, ma si piazza sul podio proprio in occasione della tappa di Coppa del Mondo svolta nella città destinata ad ospitare le Olimpiadi. Arriva inoltre anche il quinto titolo europeo, conquistato a Malmö. Nel corso della seconda il programma della Coppa del Mondo si riduce a sole 4 tappe in vista delle Olimpiadi e Arianna sale sul podio a Seul, Torino e a Kolomna, dove conquista una medaglia d'oro sulla distanza dei 1000 m. Agli europei di Dresda Arianna chiude invece al terzo posto, dietro all'olandese Jorien ter Mors e alla britannica Elise Christie.

Lo storico tris ai XXII Giochi olimpici invernali[modifica | modifica sorgente]

Il podio olimpico dei 1500 m: Arianna (bronzo), Zhou (oro), Shim (argento)

Arianna si presenta alle Olimpiadi di Soči con l'obiettivo dichiarato di centrale le finale nelle tre distanze individuali (500, 1000 e 1500 metri) e nella staffetta[12]. Il 13 febbraio 2014 è impegnata sui 500 metri. La cinese Fan Kexin, grande favorita della vigilia, è vittima di una caduta in semifinale, Arianna invece si qualifica alla finale insieme alla coreana Park Seung-Hi, alla inglese Elise Christie e alla cinese Li Jianrou, impegnata su questa distanza a causa dell'infortunio subito dalla compagna di nazionale Wang Meng un mese prima. È proprio la Li a conquistare la medaglia d'oro, sfruttando la caduta di tutte e tre le avversarie, provocata da una entrata scorretta della Christie ai danni di Arianna. Al termine della gara, l'inglese è squalificata: Arianna conquista una storica medaglia d'argento[13].

Due giorni dopo, il 15 febbraio, ci sono le finali dei 1500 metri. Arianna vi accede insieme alle coreane Park e Shim Suk-Hee, alle cinesi Li e Zhou Yang, e all'olandese Jorien ter Mors. Grazie ad una grande condotta di gara, Arianna riesce a salire nuovamente sul podio, classificandosi in terza posizione dietro alla Zhou e alla Shim, conquistando così una medaglia di bronzo[14]. Il 18 febbraio si aggiudica un'altra medaglia di bronzo nella staffetta 3000 metri insieme alle compagne Lucia Peretti, Martina Valcepina ed Elena Viviani, anche a causa della squalifica inflitta alla Corea[15].

Statistiche e risultati[modifica | modifica sorgente]

Record Personali[modifica | modifica sorgente]

  • 500 m: 43"031 (Montréal, 15/3/2014)
  • 1000 m: 1'29"990 (Torino, 10/11/2013)
  • 1500 m: 2'18"789 (Torino, 09/11/2013)
  • 3000 m: 5'01"187 (Shanghai, 11/03/2012)

Giochi olimpici[modifica | modifica sorgente]

Campionati mondiali[modifica | modifica sorgente]

  • Minneapolis 2006
    • 500 m: 11ª
    • 1000 m: 25ª
    • 1500 m: 15ª
    • Staffetta 3000 m: Bronzo
    • Classifica finale: 15ª
  • Milano 2007
    • 500 m: Argento
    • 1000 m: 6ª
    • 1500 m: 14ª
    • 3000 m: 5ª
    • Staffetta 3000 m: 4ª
    • Classifica finale: 5ª
  • Gangneung 2008
    • 500 m: 10ª
    • 1000 m: 12ª
    • 1500 m: 11ª
    • Staffetta 3000 m: 4ª
    • Classifica finale 10ª
  • Vienna 2009[16]
    • 500 m: 16ª
    • 1000 m: 7ª
    • 1500 m: 14ª
    • Staffetta 3000 m: 5ª
    • Classifica finale: 11ª
  • Sofia 2010[17]
    • 500 m: 7ª
    • 1000 m: 10ª
    • 1500 m: 10ª
    • Staffetta 3000 m: 5ª
    • Classifica finale: 11ª
  • Sheffield 2011[18]
    • 500 m: Argento
    • 1000 m: Argento
    • 1500 m: 4ª
    • 3000 m Super Final: 7ª
    • Staffetta 3000 m: 5ª
    • Classifica finale: Bronzo
  • Shanghai 2012[19]
    • 500 m: Argento
    • 1000 m: 9ª
    • 1500 m: 7ª
    • 3000 m Super Final: 2ª
    • Staffetta 3000 m: 5ª
    • Classifica finale: Bronzo
  • Debrecen 2013
    • 500 m: 5ª
    • 1000 m: 10ª
    • 1500 m: 9ª
    • Staffetta 3000 m: 5ª
    • Classifica finale 10ª
  • Montreal 2014
    • 500 m: 6ª
    • 1000 m: 5ª
    • 1500 m: 19ª (squalificata in semifinale)
    • Staffetta 3000 m: Bronzo
    • Classifica finale 9ª

Coppa del Mondo[modifica | modifica sorgente]

  • 2005/2006
  • 2006/2007
    • Heerenveen
      • 500 m: Bronzo
      • Staffetta 3000 m: Oro
    • Budapest
      • Staffetta 3000 m: Bronzo
    • Classifica Generale
      • Coppa del Mondo di Short Track 2007, specialità 500 m: Argento
      • Coppa del Mondo di Short Track 2007, specialità Staffetta 3000 m: Oro
  • 2008/2009
    • Pechino
      • Staffetta 3000 m: Bronzo
    • Sofia
      • 500 m: Argento
      • Staffetta 3000 m: Argento
    • Dresda
      • 500 m: Argento Bronzo
      • Staffetta 3000 m: Argento

Campionati Europei[modifica | modifica sorgente]

  • Krynica-Zdrój 2006
    • 500 m: Argento
    • 1000 m: 17ª
    • 1500 m: Bronzo
    • 3000 m: 2ª
    • Staffetta 3000 m: Oro
    • Classifica finale: Argento
  • Sheffield 2007
    • 500 m: 6ª
    • 1000 m: 6ª
    • 1500 m: Bronzo
    • 3000 m: 8ª
    • Staffetta 3000 m: Argento
    • Classifica finale: 7ª
  • Ventspils 2008
    • 500 m: 15ª
    • 1000 m: Argento
    • 1500 m: Oro
    • 3000 m: 1ª
    • Staffetta 3000 m: 6ª
    • Classifica finale: Oro
  • Torino 2009
    • 500 m: Oro
    • 1000 m: Oro
    • 1500 m: Bronzo
    • 3000 m Super Final: 7ª
    • Staffetta 3000 m: 5ª
    • Classifica finale: Oro
  • Dresda 2010
    • 500 m: Oro
    • 1000 m: 8ª
    • 1500 m: Oro
    • 3000 m Super Final: 3ª
    • Staffetta 3000 m: 7ª
    • Classifica finale: Argento
  • Heerenveen 2011
    • 500 m: 4ª
    • 1000 m: Oro
    • 1500 m: Oro
    • 3000 m Super Final: 1ª
    • Staffetta 3000 m: Bronzo
    • Classifica finale: Oro
  • Mladá Boleslav 2012
    • 500 m: Oro
    • 1000 m: 21ª
    • 1500 m: Oro
    • 3000 m Super Final: 1ª
    • Staffetta 3000 m: Argento
    • Classifica finale: Oro
  • Malmö 2013
    • 500 m: Oro
    • 1000 m: Argento
    • 1500 m: Argento
    • 3000 m Super Final: 1ª
    • Staffetta 3000 m: 8ª
    • Classifica finale: Oro
  • Dresda 2014
    • 500 m: Oro
    • 1000 m: 10ª
    • 1500 m: 5ª
    • 3000 m Super Final: 7ª
    • Staffetta 3000 m: 5ª
    • Classifica finale: Bronzo

Campionati Italiani[modifica | modifica sorgente]

  • Baselga di Piné 2009: Oro
    • 500 m: Oro
    • 1000 m: Oro
    • 1500 m: Oro
    • 3000 m: 1ª
  • Claut 2010: Oro
    • 500 m: Oro
    • 1000 m: Oro
    • 1500 m: Oro
    • 3000 m: 2ª
  • Torino 2012: Oro
    • 500 m: Oro
    • 1000 m: Oro
    • 1500 m: Oro
    • 3000 m: 6ª
  • Bormio 2014: Oro
    • 500 m: Oro
    • 1000 m: Oro
    • 1500 m: Oro
    • 3000 m: 1ª

Campionato del Mondo a Squadre[modifica | modifica sorgente]

Campionati militari[modifica | modifica sorgente]

  • Annecy 2013
    • 500 m: Oro
    • 1500 m: Oro

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 9 marzo 2006. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[20]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Short track: Fontana storica, sua la Coppa del Mondo, ilsole24ore.com. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  2. ^ Europei short-track: 2 ori per Carta, uno per la Zini.
  3. ^ Torino 2006. Bronzo azzurro nella staffetta donne short-track. Decima medaglia ai Giochi, centesima della storia.
  4. ^ ISU World Cup 2006/2007.
  5. ^ Mondiali, argento anche per la Fontana.
  6. ^ Con Arianna Fontana le Fiamme Gialle sul tetto d'Europa.
  7. ^ Short track: Fontana e Rodigari Campioni d'Europa a Torino.
  8. ^ La finale in un millesimo.
  9. ^ Short Track: Arianna Fontana vince un grande bronzo.Prima medaglia olimpica individuale della disciplina al femminile.
  10. ^ Mondiali Short Track: Arianna Fontana è Bronzo.
  11. ^ Short Track: Arianna Fontana vince la Coppa del Mondo dei 500 metri.
  12. ^ Short Track, Fontana: "Voglio centrare la finale in tutte le distanze".
  13. ^ Sochi 2014 - Splendida Arianna Fontana: argento nello short track.
  14. ^ Short track, Fontana conquista anche il bronzo.
  15. ^ Sochi, Fontana terza medaglia. Short track donne: Italia staffetta di bronzo.
  16. ^ Final results of world short track speed skating championsips, Vienna 2009.
  17. ^ Final results of world short track speed skating championsips, Sofia 2010.
  18. ^ Final results of world short track speed skating championsips, Sheffield 2011.
  19. ^ Final results of world short track speed skating championsips, Shanghai 2011.
  20. ^ Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig.ra Arianna Fontana. URL consultato il 6 aprile 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]