Arco di Claudio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 41°53′57.54″N 12°28′51.95″E / 41.899317°N 12.481097°E41.899317; 12.481097

Arco di Claudio
L'Arco di Claudio in una incisione del Piranesi (1756)
L'Arco di Claudio in una incisione del Piranesi (1756)
Civiltà romana
Localizzazione
Stato Italia Italia
Comune Roma
Amministrazione
Ente SSBAR

L'Arco di Claudio era un antico arco di Roma, situato sulla via Lata (attuale via del Corso), all'altezza di piazza Sciarra, subito dopo via del Caravita. Potrebbe essere stato dedicato ai trionfi contro i Britanni, ma anche al padre dell'imperatore, Druso maggiore (nel 41), per le vittorie conseguite "de Germanis" (sui Germani).[1] Un pannello appartenuto all'arco di Claudio della Guardia pretoriana (che aveva elevato Claudio ad Imperatore dopo la morte di Caligola), oggi al Museo del Louvre di Parigi.[2]

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'arco era stato eretto nel 51 o 52 per commemorare la conquista della Britannia del 43 ad opera di Claudio, monumentalizzando un'arcata dell'acquedotto dell'Aqua Virgo

Si trattava di un arco a un solo fornice, decorato con statue dei membri della famiglia imperiale e con trofei. Un grande frammento dell'iscrizione si trova oggi nel cortile del palazzo dei Conservatori (Musei Capitolini), mentre altri frammenti scultorei si trovano sia al Museo Capitolino che nella galleria Borghese.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Denario argenteo del 41 sul cui fronte troviamo la scritta NERO CLAVDIVS DRVSVS GERMANICVS IMP e la rappresentazione del volto di Druso maggiore con la testa laureata verso sinistra; il retro mostra l'arco di Druso, al di spora del quale Druso a cavallo si trova tra due trofei e la scritta DE GERMANIS sull'architrave. RIC I 72; von Kaenel Type 14; RSC 4; BMCRE 102.
  2. ^ Boris Rankov, La guardia pretoriana, Milano, RBA Italia, 2010, p. 26.
  3. ^ CIL VI, 920.
  4. ^ Roman imperial coins I 33; von Kaenel type 27; Calicó 349.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]