Sepolcro di Gaio Publicio Bibulo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Sito archeologico}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

Coordinate: 41°53′41.51″N 12°28′53.43″E / 41.894864°N 12.481508°E41.894864; 12.481508

Il sepolcro di Bibulo, come appare oggi
L'iscrizione del sepolcro di Publicio Bibulo sotto il Vittoriano

Il sepolcro di Gaio Publicio Bibulo è una tomba un tempo lungo l'antica via Lata con la facciata principale a sud-ovest, sulla strada che usciva dalla Porta Flumentana. Oggi si trova a pochi metri dal lato sinistro del Vittoriano. Il monumento risale all'inizio del I secolo a.C.

Il sepolcro in tufo e travertino si trovava a un livello stradale molto più basso dell'attuale, per questo il basamento è completamente interrato, sul quale si trova una cella rettangolare della quale resta solo una facciata. Al centro si trova la porta fra quattro lesene tuscaniche, tra le quali si trovano due riquadri. Il fregio superiore si è conservato solo in un tratto, con ghirlande, bucrani e rosette. In cima al basamento si vede un'iscrizione che si ripeteva anche sui lati: C(aio) Poplicio Bibulo ead(ili) pl(ebis) honoris / virtutisque caussa Senatus / consulto populique iussu locus / monumento quo ipse postereique / eius inferrentur publice datus est (a Gaio Publicio Bibulo, edile della plebe, in riconoscimento del suo valore e dei suoi meriti, per decisione del Senato e del popolo è stato concesso a spese pubbliche un terreno per il sepolcro, perché egli e i suoi discendenti vi siano deposti").

Si tratta quindi di un sepolcro pubblico, caso rarissimo a Roma, concesso per i meriti a un personaggio del quale non si sono tramandate le imprese.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Filippo Coarelli, Guida archeologica di Roma, Arnoldo Mondadori Editore, Verona 1984.