Antonio López de Santa Anna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonio López de Santa Anna
Oleo Antonio Lopez de Santa Anna.PNG

Presidente del Messico
Durata mandato 11 mandati non consecutivi
dal 1833 al 1855

Antonio de Padua María Severino López de Santa Anna y Pérez de Lebrón chiamato più semplicemente Santa Anna o Santa Ana o Santana, conosciuto anche con l'appellativo di Napoleone del West (Jalapa, 21 febbraio 1794Città del Messico, 21 giugno 1876) è stato un generale e politico messicano. Fu anche, ripetutamente, presidente del suo paese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Essendo giovane e senza grandi possibilità, si arruolò nell'esercito spagnolo durante la Guerra d'indipendenza del Messico. Nel 1821 dopo la ratifica del Piano de Iguala si schierò con i rivoluzionari e venne nominato da Iturbide comandante generale della provincia di Veracruz.

Doña Dolores Tosta de Santa Anna, seconda moglie.
Ritratto rappresentante Santa Anna.

Un anno dopo prese le distanze da Iturbide, che veniva nominato Imperatore, e divenne un repubblicano appoggiando Guadalupe Victoria. Nel 1829 sconfisse l'esercito spagnolo, che guidato da Isidro Barradas, doveva riconquistare il Messico. Divenne presidente del Messico nel 1833 con poteri dittatoriali. Abolì la schiavitù nel 1835. In quello stesso anno cercò di impedire con le armi la secessione del Texas, ma, nonostante alcuni successi (fra cui la celebre battaglia di Alamo), dovette, nel 1836 riconoscerne l'indipendenza. Abbandonata la vita politica nel 1837, fu nuovamente nominato presidente nel 1841-1844, quando, a seguito di un colpo di stato, lasciò il suo paese riparando a Cuba. L'anno successivo fu richiamato in Messico in occasione della guerra contro gli Stati Uniti e, assunta per la terza volta la carica di presidente, dovette sottoscrivere, nel 1848, il trattato di Guadalupe Hidalgo. Con questo accordo veniva definitivamente riconosciuta, a favore degli Stati Uniti, la cessione di un'ampia fascia di territorio che andava dal Texas alla California. Dimessosi, andò a vivere prima in Giamaica, poi in Venezuela.

Combatté anche durante la Guerra messicano-statunitense. Dedito alla passione dei combattimenti tra galli gli viene attribuita l'invenzione della gomma da masticare; durante il suo governo convocò il concorso per la realizzazione dell'inno nazionale del Messico.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Presidente del Messico Successore Coat of arms of Mexico.svg
Valentín Gómez Farías 16 maggio 1833 - 3 giugno 1833 Miguel Barragán

Controllo di autorità VIAF: 35249907 LCCN: n50080405