Andrew Mellon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Andrew William Mellon)
Andrew William Mellon
AWMellon.jpg

Segretario al Tesoro degli Stati Uniti
Durata mandato 4 marzo 1921 –
12 febbraio 1932
Predecessore David Franklin Houston
Successore Ogden Livingston Mills, Jr.

Dati generali
Partito politico Partito Repubblicano
Alma mater University of Pittsburgh

Andrew William Mellon (Pittsburgh, 24 marzo 1855Southampton, 26 agosto 1937) è stato un imprenditore, banchiere e politico statunitense, fu uno dei massimi esponenti del capitalismo statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Fondatore insieme al padre Thomas e al fratello Richard della T. Mellon & Sons, una delle più importanti banche a cavallo tra il XIX e il XX secolo (in seguito diventata Mellon Financial e dal 2007 rinominata The Bank of New York Mellon). Negli anni venti la sua ricchezza era tale da essere considerato il terzo uomo più ricco degli Stati Uniti dopo John Davison Rockefeller e Henry Ford.

Alla carriera finanziaria affiancò anche quella politica diventando un esponente di primo piano del Partito Repubblicano. Nel 1921 fu nominato Segretario al Tesoro degli Stati Uniti dal nuovo presidente Warren G. Harding, servendo dieci anni e undici mesi, la terza più lunga permanenza di un Segretario del Tesoro (in seguito fu anche ambasciatore degli USA nel Regno Unito).

Il proibizionismo della cannabis[modifica | modifica sorgente]

Nel 1931 nomina alla direzione del neonato Ufficio Narcotici il suo genero Harry Anslinger, già agente federale durante il proibizionismo degli alcolici, e che divenne uno dei principali promotori del proibizionismo della cannabis.

In vita fu anche un filantropo e per questo diversi enti, istituzioni e monumenti portano il suo nome, tra cui il Mellon Institute of Industrial Research e la Carnegie Mellon University.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]


Controllo di autorità VIAF: 62360327 LCCN: n/84/33829