All Hope Is Gone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
All Hope Is Gone
Artista Slipknot
Tipo album Studio
Pubblicazione 26 agosto 2008
Durata 57:44
Dischi 1
Tracce 12
Genere Heavy metal[1]
Alternative metal[1]
Nu metal[1]
Etichetta Roadrunner
Produttore Dave Fortman, Slipknot
Registrazione 2008, Sound Farm Studio, Jamaica (Iowa)
Formati CD, CD+DVD, 2LP, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oro Australia Australia[2]
(Vendite: 35.000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[3]
(Vendite: 15.000+)
Russia Russia[4]
(Vendite: 10.000+)
Dischi di platino Canada Canada[5]
(Vendite: 80.000+)
Stati Uniti Stati Uniti (2)[6]
(Vendite: 2.000.000+)
Slipknot - cronologia
Album precedente
(2005)
Album successivo
(2012)
Singoli
  1. All Hope Is Gone
    Pubblicato: 20 giugno 2008
  2. Psychosocial
    Pubblicato: 30 giugno 2008
  3. Dead Memories
    Pubblicato: 24 ottobre 2008
  4. Sulfur
    Pubblicato: 22 maggio 2009
  5. Snuff
    Pubblicato: 28 settembre 2009
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Metacritic[7] 68/100
About.com[8] 4/5 stelle
Allmusic[1] 4/5 stelle
Billboard[9] 4/5 stelle
Blabbermouth.net[10] 7.5/10
Entertainment Weekly[11] B+
The Guardian[12] 4/5 stelle
Hot Press[13] 4/5 stelle
IGN[14] 8.1/10
Kerrang! 4/5 stelle
Spin[15] 7/10 stelle

All Hope Is Gone è il quarto album in studio del gruppo musicale Slipknot, pubblicato il 26 agosto 2008 dalla Roadrunner Records.

Si tratta dell'ultimo album in studio registrato insieme al bassista Paul Gray, scomparso nel 2010, e al batterista Joey Jordison, uscito dal gruppo nel 2013.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Il brano che dà il titolo all'album è quello di chiusura. È stato pubblicato solo per un giorno il 20 giugno del 2008 sul sito ufficiale del gruppo in download gratuito, per poi essere stato pubblicato sull'iTunes Store tre giorni più tardi.[16]

In una intervista su Kerrang! il batterista Joey Jordison ha rivelato che All Hope Is Gone è la vera collaborazione all'interno del gruppo, nonché una delle ultime composte per l'album:[16]

« La canzone, la musica ed il tema parlano da soli. È una canzone riguardante il mondo impegnato in una missione: tutte le situazioni in mano, diventano personali e mondiali, e provano a vergere in positivo. [...] Ho composto questa canzone da solo e non sapevo cosa sarebbe successo quando saremmo arrivati alla fine dell'album. Speravo rendesse qualcosa. Sapevo che tutti ci avrebbero messo tutto il veleno di cui disponevano. »

Dopo la composizione del brano, Jordison disse, "Un sacco di riff per i versi cambiano in riff che Paul scrisse anni fa, prima di entrare negli Slipknot. Divertente vedere come le cose non muoiono. Mick è andato in un fottuto set di fiamme e Jim lo ha seguito bene. Ogni volta che Corey canta, è proprio lui diamine. La voce e la convinzione di quest'uomo potrebbero vendere delle sostanze stupefacenti ad una monaca".[16]

Pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Il disco è stato pubblicato nei formati CD, doppio vinile, download digitale e in edizione speciale. Quest'ultima, a differenza delle precedenti tre, contiene tre bonus track e un DVD aggiuntivo che racchiude il making of dell'album.[17]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. .execute. – 1:49
  2. Gematria (The Killing Name) – 6:02
  3. Sulfur – 4:38
  4. Psychosocial – 4:44
  5. Dead Memories – 4:29
  6. Vendetta – 5:16
  7. Butcher's Hook – 4:15
  8. Gehenna – 6:53
  9. This Cold Black – 4:40
  10. Wherein Lies Continue – 5:37
  11. Snuff – 4:36
  12. All Hope Is Gone – 4:48
Contenuti aggiuntivi nell'edizione speciale[17]
  • CD
  1. Child of Burning Time – 5:10
  2. Vermillion Pt. 2 (Bloodstone Mix) – 3:40
  3. 'Til We Die – 5:46
  • DVD
  1. nine: The Making of All Hope Is Gone – 34:13

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2008) Posizione
massima
Australia 1
Austria 2
Belgio 2
Canada 1
Europa 1
Finlandia 1
Francia 3
Germania 2
Giappone 2
Irlanda 3
Italia 3
Messico 5
Norvegia 2
Nuova Zelanda 1
Paesi Bassi 6
Polonia 13
Portogallo 4
Regno Unito 2
Spagna 9
Stati Uniti 1
Svezia 1
Svizzera 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) All Hope Is Gone - Slipknot in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 20 ottobre 2014.
  2. ^ Accreditations - 2008 Albums, ARIA Charts. URL consultato il 20 marzo 2012.
  3. ^ NZ Top 40 Albums Chart - 20 October 2008, RIANZ. URL consultato il 19 giugno 2013.
  4. ^ «ЗОЛОТО» И «ПЛАТИНА» / International 2007, 2m-online.ru. URL consultato il 12 ottobre 2012.
  5. ^ Gold and Platinum Search. URL consultato il 19 giugno 2013.
  6. ^ (EN) Gold and Platinum - Slipknot, RIAA. URL consultato il 6 settembre 2012.
  7. ^ (EN) All Hope Is Gone in Metacritic, CBS Interactive Inc. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  8. ^ (EN) Tim Grierson, Slipknot - 'All Hope Is Gone' Review, About.com. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  9. ^ (EN) All Hope Is Gone—SLIPKNOT, Billboard. URL consultato il 7 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 17 settembre 2008).
  10. ^ (EN) CD Review: SLIPKNOT–"All Hope Is Gone", Blabbermouth. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  11. ^ (EN) All Hope is Gone (2008) Slipknot, Entertainment Weekly, 28 agosto 2008. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  12. ^ (EN) Rock review: Slipknot, All Hope Is Gone, The Guardian, 10 agosto 2008. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  13. ^ (EN) All Hope is gone, Hot Press, 4 settembre 2008. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  14. ^ (EN) Slipknot – All Hope Is Gone Review, IGN, 26 agosto 2008. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  15. ^ (EN) Slipknot, 'All Hope Is Gone' (Roadrunner), Spin, 25 agosto 2008. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  16. ^ a b c (EN) SLIPKNOT To Release Free Single On Friday, Blabbermouth.net, 18 giugno 2008. URL consultato il 20 ottobre 2014.
  17. ^ a b (EN) Slipknot – All Hope Is Gone (Limited Edition) in Discogs, Zink Media, Inc. URL consultato il 20 ottobre 2014.