Ulysses Moore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ulysses Moore è una serie di romanzi fantasy scritti da Pierdomenico Baccalario. L'autore finge di aver ritrovato i manoscritti della saga in un baule e di aver comunicato il ritrovamento alla casa editrice Il battello a vapore, che si sarebbe occupata della traduzione (il testo era infatti scritto in codice) e pubblicato i libri. Per questa ragione ha firmato i volumi della serie utilizzando come pseudonimo lo stesso nome del protagonista.

Contesto[modifica | modifica wikitesto]

Prima di iniziare la storia centrale, la "redazione" (che non si sa da chi sia composta) avverte che il primo volume è stato trovato in un baule insieme ad altri, da un loro collaboratore in Cornovaglia. Questo collaboratore, (Pierdomenico Baccalario) aggiunge di voler trovare la città ove risiedrebbe lo scrittore di questi diari, Ulysses Moore (che si scoprirà in seguito essere il giardiniere Nestor). Ma la città, Kilmore Cove, appare inesistente. Egli, comunicando ciò, ogni volta invia alla redazione la traduzione dei quaderni. Nel secondo libro, lo stesso traduttore dice di continuare le ricerche su Kilmore Cove e nel terzo di trovare una guida turistica riguardante la medesima città. È poco dopo la traduzione del quinto libro che non arrivano più notizie riguardanti il collaboratore. Preoccupata, la redazione attende il sesto e ultimo volume, che arriva insieme ad un telegramma da Kilmore Cove, prova inconfutabile che il traduttore ha trovato l'anonima cittadina. Alla fine del libro, in una lettera, il traduttore spiega di essere stato a Kilmore Cove, ma rimane abbastanza vago su questo argomento. Con questo congedo la saga appare ormai conclusa, lasciando però in sospeso alcune questioni.

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  1. La porta del tempo (2004)
  2. La bottega delle mappe dimenticate (2005)
  3. La casa degli specchi (2005)
  4. L'isola delle maschere (2006)
  5. I guardiani di pietra (2006)
  6. La prima chiave (2007)
  7. La città nascosta (2008)
  8. Il maestro di fulmini (2009)
  9. Il labirinto d'ombra (2009)
  10. Il paese di ghiaccio (2010)
  11. Il giardino di cenere (2010)
  12. Il Club dei Viaggiatori Immaginari (2011)
  13. La nave del tempo (2013)
  14. Viaggio nei porti oscuri (2014)
  15. I pirati dei mari immaginari (2014)
  16. L'isola dei ribelli (2015)
  17. L'ora della battaglia (2015)
  18. La grande estate (2016)

Le chiavi[modifica | modifica wikitesto]

Ogni chiave apre una Porta del Tempo differente, a seconda dell'animale scolpito nell'impugnatura, e ad ognuna di esse corrisponde un tipo di animale differente. Le chiavi finora scoperte sono:

  • Alligatore, Picchio, Rana, Istrice: aprono la Porta del Tempo di Villa Argo, la casa appartenuta ad Ulysses Moore e alla sua famiglia che conduce in qualsiasi posto immaginario;
  • Gatto: apre la Porta del Tempo nella casa di Miss Biggles, una vecchia signora di Kilmore Cove che conduce nella Terra di Punt (Egitto);
  • Leone: apre la Porta del Tempo nella Casa degli Specchi, l'abitazione di Peter Dedalus che conduce nella Venezia del Settecento;
  • Tre Tartarughe: questa chiave, conosciuta anche come Prima Chiave, è capace di aprire tutte le Porte del Tempo, senza bisogno di possedere la chiave che apre la rispettiva porta;
  • Cavallo: apre la Porta del Tempo alla stazione ferroviaria di Black Vulcano, che conduce al Giardino del prete Gianni nel medioevo;
  • Balena: apre la Porta del Tempo nella libreria di Calypso, l'Isola di Calypso che conduce ad Atlantide;
  • Drago: apre la Porta del Tempo nel parco cittadino di Kilmore Cove, Turtle Park, che conduce ad Agarthi;
  • Mammut: apre la Porta del Tempo in fondo alle scale del faro di Minaxo, che conduce a Thule, paese in Siberia abitato da giganti;
  • Scimmia: apre la Porta del Tempo della pasticceria Chubber, che conduce a Eldorado;
  • Capra: apre la Porta del Tempo costruita dai protagonisti, che conduce ad Arcadia;
  • Corvo: apre la Porta del Tempo di Arcadia che conduce al Labirinto d'Ombra.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]