Tu che m'ascolti insegnami

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tu che m'ascolti insegnami
ArtistaFabrizio De André
Tipo albumRaccolta
Pubblicazione24 novembre 2017
Durata317:43
Dischi4
Tracce78
GenerePop
Rock
World music
EtichettaRCA Records
ProduttoreDori Ghezzi
Registrazione1963-1996
Formati4 CD, 4 LP, 8 LP, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oroItalia Italia[1]
(vendite: 25 000+)
Fabrizio De André - cronologia
Album precedente
(2012)
Album successivo

Tu che m'ascolti insegnami è una raccolta del cantautore italiano Fabrizio De André, pubblicata il 24 novembre 2017.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto prende il nome da un verso del Cantico dei drogati e contiene canzoni rimasterizzate in HRA, ad una risoluzione di 24-bit/192kHz.[2]

Diviso in quattro aree tematiche ("amore e universo femminile", "spiritualità e sogno", "guerra, pace, potere, giustizia e libertà" e "infanzia, vita e oltre"), ognuna delle quali con un titolo tratto dai versi dei brani del cantautore, l'album è stato ottenuto a partire dai master originali di studio.[2]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD 1 - Femmine un giorno e poi madri per sempre[3]
  1. Ho visto Nina volare – 3:58
  2. Hotel Supramonte – 4:34
  3. Valzer per un amore – 3:38
  4. Un malato di cuore – 4:19
  5. Tre madri – 2:56
  6. Canzone dell'amore perduto – 3:20
  7. Giovanna d'Arco – 4:51
  8. Andrea/Tema di Rimini – 6:04
  9. Le passanti – 3:48
  10. Da a me riva – 2:58
  11. Franziska – 5:32
  12. Amore che vieni, amore che vai – 2:50
  13. Via del Campo – 2:31
  14. Giugno '73 – 3:29
  15. La canzone di Marinella – 3:18
  16. Prinçesa – 4:51
  17. Verranno a chiederti del nostro amore – 4:21
  18. La stagione del tuo amore – 2:59
  19. Bocca di Rosa – 3:05
  20. Jamin-a – 4:55
Durata totale: 78:17

CD 2 - Il polline di Dio, di Dio il sorriso[4]
  1. Smisurata preghiera – 4:29
  2. Se ti tagliassero a pezzetti – 5:02
  3. Inverno – 4:15
  4. Il pescatore – 2:20
  5. Il sogno di Maria – 4:07
  6. Ave Maria – 1:51
  7. Anime salve – 5:51
  8. La cattiva strada – 4:33
  9. Spiritual – 2:35
  10. Preghiera in gennaio – 3:27
  11. Deus ti salvet Maria (Ave Maria) – 5:22
  12. Si chiamava Gesù – 3:11
  13. Verdi pascoli – 4:35
  14. Oceano – 3:08
  15. Il ritorno di Giuseppe – 4:04
  16. Il testamento di Tito – 5:53
  17. S'i' fosse foco – 1:12
  18. 'Â çimma – 5:38
  19. Volta la carta – 3:48
  20. Il suonatore Jones – 4:27
Durata totale: 79:48

CD 3 - Dev'esserci un modo di vivere senza dolore[5]
  1. Introduzione – 1:43
  2. Canzone del maggio – 2:27
  3. Girotondo – 3:07
  4. Sidùn – 4:36
  5. Terzo intermezzo – 1:51
  6. Il re fa rullare i tamburi – 3:09
  7. Carlo Martello ritorna dalla battaglia di Poitiers – 5:17
  8. Il gorilla – 2:58
  9. Ballata dell'amore cieco (o della vanità) – 3:01
  10. La guerra di Piero – 3:02
  11. La ballata dell'eroe – 2:32
  12. Fiume Sand Creek – 5:24
  13. Disamistade – 5:10
  14. Una storia sbagliata – 5:15
  15. Il bombarolo – 4:19
  16. Avventura a Durango – 4:48
  17. Un giudice – 2:55
  18. Don Raffaè – 4:08
  19. Quello che non ho – 5:51
  20. La domenica delle salme – 6:08
  21. Le nuvole – 2:06
Durata totale: 79:47

CD 4 - Sotto il vento e le vele[6]
  1. Coda di lupo – 5:25
  2. Amico fragile – 5:31
  3. Canzone per l'estate – 5:21
  4. Rimini – 4:07
  5. Le acciughe fanno il pallone – 4:43
  6. Dolcenera – 4:58
  7. Canto del servo pastore – 3:13
  8. La città vecchia – 3:21
  9. 'Â duménega – 3:41
  10. Khorakhané (a forza di essere vento) – 5:29
  11. Cantico dei drogati – 7:11
  12. Un ottico – 4:38
  13. Crêuza de mä – 6:12
  14. Leggenda di Natale – 3:12
  15. L'infanzia di Maria – 5:01
  16. Il testamento – 3:45
  17. La collina – 4:03
Durata totale: 79:51

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tu che m'ascolti insegnami (certificazione), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 9 settembre 2018.
  2. ^ a b c Chiara Cipolla, FABRIZIO DE ANDRÉ: “TU CHE M'ASCOLTI INSEGNAMI”. ECCO LA TRACKLIST, Radio Italia, 23 novembre 2017. URL consultato il 9 settembre 2018.
  3. ^ da un verso di Ave Maria
  4. ^ da un verso di Se ti tagliassero a pezzetti
  5. ^ da un verso di Disamistade
  6. ^ da un verso di Rimini

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica