Tommaso Foti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tommaso Foti

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XIII, XIV, XV, XVI Legislatura
Gruppo
parlamentare
AN (1996-2009)
PDL (2009-2012)
FDI (2012-2013)
Coalizione Coalizione di centro-destra
Circoscrizione XI Emilia-Romagna
Collegio Piacenza
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico MSI (1980-1995)
AN (1995-2009)
PDL (2009-2012)
FDI (dal 2012)
Titolo di studio Diploma maturità scientifica
Professione Dirigente d'azienda

Tommaso Foti (Piacenza, 28 aprile 1960) è un politico italiano, deputato dal 1996 al 2013 per AN-PDL-FDI.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Diplomato presso il Liceo Scientifico Respighi di Piacenza,[1] è dirigente di una azienda del settore agro-alimentare.[1]

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

I primi passi in politica[modifica | modifica wikitesto]

Inizia giovanissimo l'attività politica iscrivendosi al Fronte della Gioventù, in cui successivamente ha ricoperto l'incarico di segretario provinciale, di componente della Direzione Nazionale, e nel 1983 di componente dell'Esecutivo Nazionale.

Attività negli enti locali[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1980[1] è eletto consigliere comunale di Piacenza per il Movimento Sociale Italiano (MSI) e successivamente per Alleanza Nazionale (AN), sempre confermato fino al 2005[1] quando si dimette. Foti nel 1998 è anche Vice Sindaco con delega al Bilancio, all'Economato e alle Imposte e Tasse[1] della giunta comunale di Piacenza guidata dal suo collega di partito Gianguido Guidotti, in carica fino al 2002. Dal 2004 fino al 2011[1] è stato consigliere provinciale nella Provincia di Piacenza dopo la sconfitta[1] delle elezioni provinciali del 2004 in cui Foti (sostenuto da FI, AN, UDC al 1º turno e poi anche dalla Lega al 2º turno) era il candidato presidente della coalizione di centro-destra[1] e ottenne il 48% dei voti nel ballottaggio[1] contro Gian Luigi Boiardi (Ulivo). Nel maggio 2012 torna nel consiglio comunale di Piacenza nelle liste del PDL, ma a dicembre[1] passa a Fratelli d'Italia.

Attività parlamentare[modifica | modifica wikitesto]

Eletto nel 1996[1] alla Camera dei deputati (nel collegio maggioritario di Piacenza città) per AN, diventa membro del consiglio direttivo di AN alla Camera[1] per la XIII Legislatura.

Nel 2001[1] è stato confermato alla Camera dei deputati (nel collegio maggioritario di Piacenza città) per AN e diventa membro della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera, Presidente della Commissione Bicamerale di Vigilanza sull'Anagrafe Tributaria per la XIV Legislatura[1]. Nel 2006[1] è confermato alla Camera dei deputati (terzo in lista per la circoscrizione Emilia-Romagna) per AN con la carica di vicepresidente[1] della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici per la XV Legislatura.

Nel 2008[1] viene confermato alla Camera (terzo in lista per la circoscrizione Emilia-Romagna) per il Popolo della Libertà (PDL) con la carica di vicepresidente della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici per la XV Legislatura. Fino al dicembre 2012 è il Coordinatore provinciale del PDL di Piacenza per poi passare, a causa del suo dissenso verso il sostegno del PDL al Governo Monti, al nuovo partito Fratelli d'Italia[1] (FDI) con il quale si è ricandidato per la Camera: a causa dei bassi risultati[1] ottenuti da FDI nella circoscrizione Emilia-Romagna e della sconfitta a livello nazionale della coalizione di centrodestra, alle elezioni politiche del febbraio 2013 Foti non è stato rieletto deputato[2] nonostante il sesto miglior risultato nazionale[1] ottenuto a livello provinciale da FDI sia avvenuto proprio a Piacenza[1]; Foti quindi rimane nel consiglio comunale di Piacenza.[1]

Attività come consigliere regionale[modifica | modifica wikitesto]

Alle elezioni regionali in Emilia-Romagna del novembre 2014[3] Foti si è candidato nella circoscrizione Piacenza città e provincia[4] in qualità di capolista di Fratelli d'Italia e quindi, visti i risultati elettorali definitivi[3], è stato eletto[5] consigliere regionale ottenendo il 5,42% dei voti validi (miglior risultato in assoluto di FDI che a livello regionale ha ottenuto solo l'1,91% dei voti validi[3] e quindi Foti è l'unico[6] consigliere del suo partito); la proclamazione ufficiale[7] di Foti a consigliere regionale dell'Emilia Romagna[7] è quindi avvenuta[7] il 18 dicembre 2014 perché gli organi preposti hanno convalidato[7] la sua elezione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v [1]
  2. ^ In Parlamento tre piacentini del Pd, Tommaso Foti è fuori
  3. ^ a b c http://elezioni.interno.it/regionali/scrutini/20141123/R080000000000.htm
  4. ^ Tommaso Foti (Fd'I-An): «Opposizione dura alla sinistra degli scandali»
  5. ^ Regionali: i consiglieri piacentini eletti sono Gazzolo e Molinari (Pd), Rancan (Ln) e Foti (FdI)
  6. ^ Autenticazione - Il portale della Regione Emilia-Romagna
  7. ^ a b c d [2]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie