Circoscrizione Emilia-Romagna (Camera dei deputati)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Emilia-Romagna
circoscrizione elettorale
StatoItalia Italia
CapoluogoBologna
Elezioni perCamera dei deputati
ElettiDeputati
Istituzione1993
Periodo 1993-2005
Tipologiaa collegi uninominali e collegio plurinominale
Numero eletti43
Periodo 2005-2017
Tipologiadi lista
Numero eletti
  • 43 (dal 2005 al 2011)
  • 45 (dal 2011 al 2017)
Periodo 2017-
Tipologiaa collegi uninominali e plurinominali
Numero eletti45
Territorio
Collegi elettorali 2018 - Camera circoscrizioni - Emilia-Romagna.svg

La circoscrizione XI Emilia-Romagna, per l'elezione della Camera dei deputati, venne istituita con la legge 4 agosto 1993, n. 277 (legge Mattarella), confermata nella legge 21 dicembre 2005, n. 270 (legge Calderoli) e nella successiva legge 3 novembre 2017, n. 165 (Rosatellum).

La circoscrizione comprende geograficamente l'intera Regione Emilia-Romagna e sostituisce, ai fini dell'elezione della Camera, la circoscrizione Bologna-Ferrara-Ravenna-Forlì (o collegio di Bologna) e la circoscrizione Parma-Modena-Piacenza-Reggio nell'Emilia (o collegio di Parma) in vigore dalle elezioni del 1946 a quelle del 1992. Con la Legge Mattarella la circoscrizione ha eletto 43 deputati. Con l'introduzione della Legge Calderoli il numero dei deputati è rimasto uguale ma con il censimento 2011 la circoscrizione ha guadagnato due seggi arrivando ad eleggere 45 deputati. Con la Legge Rosato sono stati confermati i 45 seggi.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio della circoscrizione coincide, come detto, con l'intera Regione Emilia-Romagna per un totale di 348 comuni, una superficie di 22 447 km2 e una popolazione di 4 379 348 abitanti.[1]

1994-2006[modifica | modifica wikitesto]

Con la legge elettorale Mattarella, alla circoscrizione Emilia-Romagna spettavano 43 seggi, di cui 32 eletti con collegi uninominali a turno unico e 11 eletti con sistema proporzionale.

L'attribuzione dei primi 32 seggi avveniva in base a un sistema maggioritario a turno unico plurality: veniva eletto parlamentare il candidato che avesse riportato la maggioranza relativa dei suffragi nel collegio. I rimanenti 11 seggi erano invece assegnati con un metodo proporzionale. Pertanto l'elettore godeva di una scheda elettorale separata per l'attribuzione dei seggi residui, a cui accedevano solo i partiti che avessero superato la soglia di sbarramento nazionale del 4%. Il calcolo dei seggi spettanti a ciascuna lista veniva effettuata nel collegio unico nazionale mediante il metodo Hare dei quozienti naturali e dei più alti resti; tali seggi venivano poi ripartiti, in ragione delle percentuali delle singole liste a livello locale, fra le 26 circoscrizioni plurinominali in cui era suddiviso il territorio nazionale, e all'interno delle quali i singoli candidati - che potevano corrispondere a quelli presentatisi nei collegi uninominali - venivano proposti in un sistema di liste bloccate senza possibilità di preferenze. Il meccanismo era però integrato dal metodo dello scorporo, volto a dar compensazione ai partiti minori fortemente danneggiati dall'uninominale: successivamente alla determinazione della soglia di sbarramento, ma antecedentemente al riparto dei seggi, alle singole liste venivano decurtati tanti voti quanti ne erano serviti a far eleggere i vincitori nell'uninominale - cioè i voti del secondo classificato più uno - i quali erano obbligati a collegarsi a una lista circoscrizionale.

Collegi uninominali[modifica | modifica wikitesto]

Collegio Territorio
1. Rimini - Sant'Arcangelo di Romagna Parte di Rimini, Bellaria-Igea Marina, Poggio Berni, Santarcangelo di Romagna, Torriana, Verucchio Collegio elettorale di Rimini-Sant'Arcangelo di Romagna 1994-2001 (CD).png
2. Rimini - Riccione Parte di Rimini, Cattolica, Coriano, Gemmano, Misano Adriatico, Mondaino, Monte Colombo, Montefiore Conca, Montegridolfo, Montescudo, Morciano di Romagna, Riccione, Saludecio, San Clemente, San Giovanni in Marignano Collegio elettorale di Rimini-Riccione 1994-2001 (CD).png
3. Forlì Forlì, Forlimpopoli Collegio elettorale di Forlì 1994-2001 (CD).png
4. Cesena Cesena, Cesenatico, Gatteo Collegio elettorale di Cesena 1994-2001 (CD).png
5. Savignano sul Rubicone Bagno di Romagna, Bertinoro, Borghi, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Civitella di Romagna, Dovadola, Galeata, Gambettola, Longiano, Meldola, Mercato Saraceno, Modigliana, Montiano, Portico e San Benedetto, Predappio, Premilcuore, Rocca San Casciano, Roncofreddo, San Mauro Pascoli, Santa Sofia, Sarsina, Savignano sul Rubicone, Sogliano al Rubicone, Tredozio, Verghereto Collegio elettorale di Savignano sul Rubicone 1994-2001 (CD).png
6. Ravenna - Cervia Parte di Ravenna, Cervia Collegio elettorale di Ravenna-Cervia 1994-2001 (CD).png
7. Faenza Bagnacavallo, Bagnara di Romagna, Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Cotignola, Faenza, Riolo Terme, Russi, Solarolo Collegio elettorale di Faenza 1994-2001 (CD).png
8. Ravenna - Lugo Parte di Ravenna, Alfonsine, Conselice, Fusignano, Lugo, Massa Lombarda, Sant'Agata sul Santerno Collegio elettorale di Ravenna-Lugo 1994-2001 (CD).png
9. Ferrara - Via Bologna Parte di Ferrara Collegio elettorale di Ferrara-Via Bologna 1994-2001 (CD).png
10. Comacchio Berra, Codigoro, Comacchio, Copparo, Formignana, Goro, Jolanda di Savoia, Lagosanto, Masi Torello, Massa Fiscaglia, Mesola, Migliarino, Migliaro, Ostellato, Ro, Tresigallo Collegio elettorale di Comacchio 1994-2001 (CD).png
11. Ferrara - Cento Parte di Ferrara, Argenta, Bondeno, Cento, Mirabello, Poggio Renatico, Portomaggiore, Sant'Agostino, Vigarano Mainarda, Voghiera Collegio elettorale di Ferrara-Cento 1994-2001 (CD).png
12. Bologna - Mazzini Parte di Bologna Collegio elettorale di Bologna-Mazzini 1994-2001 (CD).png
13. Bologna - San Donato Parte di Bologna Collegio elettorale di Bologna-San Donato 1994-2001 (CD).png
14. Bologna - Borgo Panigale Parte di Bologna Collegio elettorale di Bologna-Borgo Panigale 1994-2001 (CD).png
15. Imola Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Castel del Rio, Castel Guelfo di Bologna, Castel San Pietro Terme, Dozza, Fontanelice, Imola, Medicina (Italia), Mordano Collegio elettorale di Imola 1994-2001 (CD).png
16. Bologna - Pianoro Parte di Bologna, Camugnano, Castiglione dei Pepoli, Grizzana Morandi, Loiano, Marzabotto, Monzuno, Pianoro, San Benedetto Val di Sambro, Sasso Marconi Collegio elettorale di Bologna-Pianoro 1994-2001 (CD).png
17. Casalecchio di Reno Anzola dell'Emilia, Bazzano, Casalecchio di Reno, Castel d'Aiano, Castel di Casio, Castello di Serravalle, Crespellano, Gaggio Montano, Granaglione, Lizzano in Belvedere, Monte San Pietro, Monteveglio, Porretta Terme, Savigno, Vergato, Zola Predosa Collegio elettorale di Casalecchio di Reno 1994-2001 (CD).png
18. San Giovanni in Persiceto Argelato, Bentivoglio, Calderara di Reno, Castel Maggiore, Castello d'Argile, Crevalcore, Galliera, Pieve di Cento, Sala Bolognese, San Giorgio di Piano, San Giovanni in Persiceto, San Pietro in Casale, Sant'Agata Bolognese Collegio elettorale di San Lazzaro di Savena 1994-2001 (CD).png
19. San Lazzaro di Savena Baricella, Budrio, Castenaso, Granarolo dell'Emilia, Malalbergo, Minerbio, Molinella, Monghidoro, Monterenzio, Ozzano dell'Emilia, San Lazzaro di Savena Collegio elettorale di San Giovanni in Persiceto 1994-2001 (CD).png
20. Modena centro Parte di Modena Collegio elettorale di Modena-Centro 1994-2001 (CD).png
21. Mirandola Bastiglia, Bomporto, Camposanto, Castelfranco Emilia, Concordia sulla Secchia, Finale Emilia, Medolla, Mirandola, Nonantola, Ravarino, San Cesario sul Panaro, San Felice sul Panaro, San Possidonio, San Prospero Collegio elettorale di Mirandola 1994-2001 (CD).png
22. Vignola Castelnuovo Rangone, Castelvetro di Modena, Fanano, Fiumalbo, Frassinoro, Guiglia, Lama Mocogno, Maranello, Marano sul Panaro, Montecreto, Montefiorino, Montese, Palagano, Pavullo nel Frignano, Pievepelago, Polinago, Prignano sulla Secchia, Riolunato, Savignano sul Panaro, Serramazzoni, Sestola, Spilamberto, Vignola, Zocca Collegio elettorale di Vignola 1994-2001 (CD).png
23. Modena - Sassuolo Parte di Modena, Fiorano Modenese, Formigine, Sassuolo Collegio elettorale di Modena-Sassuolo 1994-2001 (CD).png
24. Carpi Campogalliano, Carpi, Cavezzo, Correggio, Novi di Modena, Rubiera, San Martino in Rio, Soliera Collegio elettorale di Carpi 1994-2001 (CD).png
25. Reggio Emilia Reggio nell'Emilia Collegio elettorale di Reggio Emilia 1994-2001 (CD).png
26. Guastalla Bagnolo in Piano, Boretto, Brescello, Cadelbosco di Sopra, Campagnola Emilia, Campegine, Castelnovo di Sotto, Fabbrico, Gattatico, Gualtieri, Guastalla, Luzzara, Montecchio Emilia, Novellara, Poviglio, Reggiolo, Rio Saliceto, Rolo, Sant'Ilario d'Enza Collegio elettorale di Guastalla 1994-2001 (CD).png
27. Scandiano Albinea, Baiso, Bibbiano, Busana, Canossa, Carpineti, Casalgrande, Casina, Castellarano, Castelnovo ne' Monti, Cavriago, Collagna, Ligonchio, Quattro Castella, Ramiseto, San Polo d'Enza, Scandiano, Toano, Vetto, Vezzano sul Crostolo, Viano, Villa Minozzo Collegio elettorale di Scandiano 1994-2001 (CD).png
28. Parma centro Parte di Parma Collegio elettorale di Parma-Centro 1994-2001 (CD).png
29. Parma - Collecchio Parte di Parma, Albareto, Bedonia, Berceto, Borgo Val di Taro, Calestano, Collecchio, Compiano, Corniglio, Felino, Fornovo di Taro, Langhirano, Lesignano de' Bagni, Monchio delle Corti, Montechiarugolo, Neviano degli Arduini, Palanzano, Sala Baganza, Solignano, Terenzo, Tizzano Val Parma, Tornolo, Traversetolo, Valmozzola Collegio elettorale di Parma-Collecchio 1994-2001 (CD).png
30. Fidenza Bardi, Bore, Busseto, Colorno, Fidenza, Fontanellato, Fontevivo, Medesano, Mezzani, Noceto, Pellegrino Parmense, Polesine Parmense, Roccabianca, Salsomaggiore Terme, San Secondo Parmense, Sissa, Soragna, Sorbolo, Torrile, Trecasali, Varano de' Melegari, Varsi Collegio elettorale di Fidenza 1994-2001 (CD).png
31. Piacenza Zibello, Caorso, Gossolengo, Piacenza, Podenzano, Pontenure, Rivergaro, San Giorgio Piacentino, Vigolzone Collegio elettorale di Piacenza 1994-2001 (CD).png
32. Fiorenzuola d'Arda Agazzano, Alseno, Besenzone, Bettola, Bobbio, Borgonovo Val Tidone, Cadeo, Calendasco, Caminata, Carpaneto Piacentino, Castel San Giovanni, Castell'Arquato, Castelvetro Piacentino, Cerignale, Coli, Corte Brugnatella, Cortemaggiore, Farini, Ferriere, Fiorenzuola d'Arda, Gazzola, Gragnano Trebbiense, Gropparello, Lugagnano Val d'Arda, Monticelli d'Ongina, Morfasso, Nibbiano, Ottone, Pecorara, Pianello Val Tidone, Piozzano, Ponte dell'Olio, Rottofreno, San Pietro in Cerro, Sarmato, Travo, Vernasca, Villanova sull'Arda, Zerba, Ziano Piacentino Collegio elettorale di Fiorenzuola D'Arda 1994-2001 (CD).png

Elezioni politiche del 1994[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Elezioni politiche italiane del 1994.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Coalizioni Liste Proporzionale Maggioritario
Voti % Seggi Voti % Seggi
Progressisti Partito Democratico della Sinistra 1.116.247 36,55 3 1.460.888 48,66 29
Rifondazione Comunista 201.190 6,59 1
Federazione dei Verdi 81.586 2,67 -
Partito Socialista Italiano 52.092 1,71 -
Alleanza Democratica 35.260 1,15 -
La Rete 25.155 0,82 -
Polo delle Libertà Forza Italia 503.318 16,48 2 791.589 26,37 3
Lega Nord 195.265 6,39 1
Patto per l'Italia Partito Popolare Italiano 253.625 8,30 1 425.816 14,18 -
Patto Segni 177.249 5,80 -
Alleanza Nazionale 274.555 8,99 1 269.342 8,97 -
Lista Pannella - Riformatori 117.187 3,84 - 51.555 1,72 -
Socialdemocrazia per le Libertà 13.577 0,44 - 3.140 0,10 -
Partito Democratico 7.675 0,25 - N.D.
Totale 3.053.981 9 3.002.330 32

Eletti[modifica | modifica wikitesto]

Parte proporzionale[modifica | modifica wikitesto]
Partito Democratico della Sinistra Forza Italia Alleanza Nazionale Partito Popolare Italiano Rifondazione Comunista Lega Nord
Parte maggioritaria[modifica | modifica wikitesto]

     Eletti nei Progressisti (PDS - PRC - FdV - PSI - Rete - AD)

     Eletti nel Polo delle Libertà (FI - LN)

Collegio Deputato Partito
Rimini-Sant'Arcangelo di Romagna Ennio Grassi
Rimini-Riccione Gianni Mattioli
Forlì Nadia Masini
Cesena Giuseppe Ayala
Savignano sul Rubicone Denis Ugolini
Ravenna-Cervia Giordano Angelini
Faenza Valter Bielli
Ravenna-Lugo Davide Visani
Ferrara-Via Bologna Luciano Galliani
Comacchio Alfredo Zagatti
Ferrara-Cento Giuseppe Albertini
Bologna-Mazzini Giovanna Grignaffini
Bologna-San Donato Paolo Galletti
Bologna-Borgo Panigale Achille Occhetto
Imola Bruno Solaroli
Bologna-Pianoro Daria Bonfietti
Casalecchio di Reno Ugo Boghetta
San Giovanni in Persiceto Mauro Zani
San Lazzaro di Savena Ottaviano Del Turco
Modena-Centro Alfonsina Rinaldi
Mirandola Luciano Guerzoni
Vignola Paola Manzini
Modena-Sassuolo Franco Danieli
Carpi Sauro Turroni
Reggio Emilia Antonio Soda
Guastalla Elena Montecchi
Scandiano Adriano Vignali
Parma-Centro Rocco Caccavari
Parma-Collecchio Vito Fumagalli
Fidenza Paola Martinelli
Piacenza Pierluigi Petrini
Fiorenzuola D'Arda Emanuela Cabrini

Elezioni politiche del 1996[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Elezioni politiche italiane del 1996.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Coalizioni Liste Proporzionale Maggioritario
Voti % Seggi Voti % Seggi
L'Ulivo Partito Democratico della Sinistra 1.065.771 35,66 3 1.591.875 54,20 28
Popolari per Prodi 237.838 7,96 -
Rinnovamento Italiano 115.581 3,87 -
Federazione dei Verdi 74.547 2,49 -
Polo per le Libertà Forza Italia 450.980 15,09 2 984.783 33,53 1
Alleanza Nazionale 343.493 11,49 2
CCD-CDU 144.485 4,83 1
Progressisti Rifondazione Comunista 249.145 8,34 - 149.383 5,09 3
Lega Nord 216.239 7,24 2 199.176 6,78 -
Lista Pannella-Sgarbi 68.411 2,29 - N.D.
Fiamma Tricolore 13.812 0,46 - 6.698 0,23 -
Nuova Democrazia 8.185 0,27 - 5.333 0,18 -
Totale 2.988.487 10 2.937.248 32

Eletti[modifica | modifica wikitesto]

Parte proporzionale[modifica | modifica wikitesto]
Partito Democratico della Sinistra Forza Italia Alleanza Nazionale Lega Nord CCD-CDU
Parte maggioritaria[modifica | modifica wikitesto]

     Eletti nell'Ulivo (DS - P-S-P-U-P - RI - FdV)

     Eletti nel Polo per le Libertà (FI - AN - CCD-CDU)

     Eletti nei Progressisti (PRC)

Collegio Deputato Partito
Rimini-Sant'Arcangelo di Romagna Beniamino Andreatta PPI
Rimini-Riccione Gianni Mattioli
Forlì Sauro Sedioli
Cesena Roberto Pinza
Savignano sul Rubicone Valter Bielli
Ravenna-Cervia Giordano Angelini
Faenza Ramon Mantovani PRC
Ravenna-Lugo Elsa Signorino
Ferrara-Via Bologna Alfredo Zagatti
Comacchio Enrico Boselli SI
Ferrara-Cento Adriano Vignali
Bologna-Mazzini Romano Prodi C. Prodi
Bologna-San Donato Ugo Boghetta PRC
Bologna-Borgo Panigale Achille Occhetto PDS
Imola Bruno Solaroli
Bologna-Pianoro Giovanna Grignaffini
Casalecchio di Reno Sergio Sabattini
San Giovanni in Persiceto Mauro Zani
San Lazzaro di Savena Paolo Galletti
Modena-Centro Salvatore Biasco
Mirandola Roberto Guerzoni
Vignola Paola Manzini
Modena-Sassuolo Lanfranco Turci PDS
Carpi Sauro Turroni
Reggio Emilia Antonio Soda
Guastalla Elena Montecchi PDS
Scandiano Oliviero Diliberto PRC
Parma-Centro Rocco Caccavari
Parma-Collecchio Giuseppe Bicocchi PS
Fidenza Pierluigi Petrini RI
Piacenza Tommaso Foti
Fiorenzuola D'Arda Maurizio Migliavacca PDS

Elezioni politiche del 2001[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Elezioni politiche italiane del 2001.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Coalizioni Liste Proporzionale Maggioritario
Voti % Seggi Voti % Seggi
L'Ulivo Democratici di Sinistra 843.201 28,84 3 1.649.052 56,77 30
La Margherita 452.138 15,47 1
Il Girasole 60.845 2,08 -
Comunisti Italiani 46.567 1,59 -
Casa delle Libertà Forza Italia 695.797 23,80 3 1.075.223 37,02 2
Alleanza Nazionale 282.697 9,67 2
Lega Nord 76.012 2,60 -
CCD-CDU 67.069 2,29 -
Nuovo PSI 32.560 1,11 -
Rifondazione Comunista 161.975 5,54 1 N.D.
Italia dei Valori 103.133 3,53 - 98.805 3,40 -
Lista Emma Bonino 66.188 2,26 - 31.558 1,09 -
Democrazia Europea 30.812 1,05 - 50.009 1,72 -
Paese Nuovo 2.811 0,10 - N.D.
Abolizione Scorporo 1.505 0,05 - N.D.
Totale 2.923.310 9 2.904.647 32

Eletti[modifica | modifica wikitesto]

Parte proporzionale[modifica | modifica wikitesto]
Democratici di Sinistra Forza Italia La Margherita Alleanza Nazionale Rifondazione Comunista
Parte maggioritaria[modifica | modifica wikitesto]

     Eletti nell'Ulivo (DS - DL - Girasole - PdCI)

     Eletti nella Casa delle Libertà (FI - AN - LN - CCD-CDU)

Collegio Deputato Partito
Rimini-Sant'Arcangelo di Romagna Sergio Gambini DS
Rimini-Riccione Mauro Bulgarelli FdV
Forlì Sauro Sedioli DS
Cesena Roberto Pinza
Savignano sul Rubicone Valter Bielli
Ravenna-Cervia Aldo Preda
Faenza Gabriele Albonetti
Ravenna-Lugo Fulvia Bandoli
Ferrara-Via Bologna Dario Franceschini PPI
Comacchio Alfredo Sandri DS
Ferrara-Cento Rosella Ottone
Bologna-Mazzini Arturo Parisi I Dem
Bologna-San Donato Enrico Boselli SDI
Bologna-Borgo Panigale Alfiero Grandi DS
Imola Raffaello De Brasi
Bologna-Pianoro Andrea Papini
Casalecchio di Reno Sergio Sabattini
San Giovanni in Persiceto Paolo Cento FdV
San Lazzaro di Savena Giovanna Grignaffini DS
Modena-Centro Giulio Santagata Ind.
Mirandola Roberto Guerzoni DS
Vignola Paola Manzini DS
Modena-Sassuolo Cosimo Giuseppe Sgobio PdCI
Carpi Pierluigi Castagnetti PPI
Reggio Emilia Antonio Soda
Guastalla Vincenzo Visco DS
Scandiano Oliviero Diliberto PdCI
Parma-Centro Carmen Motta
Parma-Collecchio Luca Marcora I Dem
Fidenza Pier Luigi Bersani DS
Piacenza Tommaso Foti AN
Fiorenzuola D'Arda Massimo Polledri LN

2006-2018[modifica | modifica wikitesto]

Con la legge elettorale Calderoli, alla circoscrizione Emilia-Romagna spettano 45 seggi eletti con sistema proporzionale.

Nel 2006 e nel 2008 la circoscrizione ha eletto 43 deputati ma a seguito del censimento del 2011 la circoscrizione ha guadagnato due rappresentanti arrivando ad eleggere 45 deputati dal 2013.

Il sistema di assegnazione dei seggi avviene a seguito della attribuzione, nel collegio elettorale unico (escluso quindi la Circoscrizione Estero), di un premio di maggioranza di 340 seggi alla coalizione vincente a livello nazionale (con soglie di sbarramento, limitazioni ecc.) e alla successiva suddivisione dei seggi guadagnati da ogni lista fra le varie circoscrizioni, in proporzione ai voti ottenuti da ogni lista locale.

Nel compiere tale riparto, essendo fisso e immutabile il numero totale di seggi assegnati a ogni lista, può verificarsi la necessità di variare il numero di seggi originariamente attribuiti alle singole circoscrizioni elettorali.

Legislatura Coalizione Partiti
XV Legislatura L'Unione Democratici di Sinistra (DS), L'Ulivo, Democrazia è Libertà - La Margherita (DL), Rifondazione Comunista (PRC), Insieme con L'Unione, Italia dei Valori (IdV), Popolari UDEUR, Rosa nel Pugno (RnP)
Casa delle Libertà Forza Italia (FI), Alleanza Nazionale (AN), Unione di Centro (UdC), Lega Nord (LN)
XVI Legislatura Centro-destra Il Popolo della Libertà (PdL), Lega Nord (LN), Movimento per l'Autonomia (MpA)
Centro-sinistra Partito Democratico (PD), Italia dei Valori (IdV), Autonomie Liberté Démocratie (ALD)
Unione di Centro (UdC)
Südtiroler Volkspartei (SVP)
XVII Legislatura Italia. Bene Comune Partito Democratico (PD), Sinistra Ecologia Libertà (SEL), Centro Democratico (CD), Südtiroler Volkspartei (SVP)
Centro-destra Il Popolo della Libertà (PdL), Lega Nord (LN), Fratelli d'Italia (FdI)
Movimento 5 Stelle (M5S)
Con Monti per l'Italia Scelta Civica (SC), Unione di Centro (UdC), Futuro e Libertà per l'Italia (FLI)

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

XV legislatura[modifica | modifica wikitesto]

totale percentuale (%)
Elettori 3.348.280  
Votanti 2.998.648 89,56 (su n. elettori)
Voti validi 2.930.129 97,7 (su n. votanti)
Voti non validi 68.519 2,3 (su n. votanti)
di cui schede bianche 26.981 0,9 (su n. votanti)
Leader Lista Voti (%) Voti Seggi Differenza (%)
Romano Prodi
L'Ulivo[2] 44,82 1.313.258 21 Aumento0,51
Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Europea 5,61 164.511 3 Aumento0,07
Partito dei Comunisti Italiani 2,41 70.673 1 Aumento0,82
Rosa nel Pugno 2,27 66.650 1 -
Federazione dei Verdi 2,04 59.809 1 Diminuzione0,08
Italia dei Valori 1,69 49.609 1 Diminuzione1,84
Partito Pensionati 0,75 21.985 - -
Popolari UDEUR 0,32 9.304 - -
Totale coalizione 59,92 1.755.799 28
Silvio Berlusconi
Forza Italia 18,58 544.399 7 Diminuzione5,22
Alleanza Nazionale 10,22 299.550 4 Aumento0,55
Unione di Centro[3] 5,78 169.255 2 Aumento2,44
Lega Nord 3,92 114.946 2 Aumento1,32
Alternativa Sociale 0,54 15.873 - -
DCA-Nuovo PSI 0,46 13.365 - -
Movimento Sociale Fiamma Tricolore 0,42 12.388 - -
No Euro 0,16 4.554 - -
Totale coalizione 40,08 1.174.330 15
Totale[4] 100,00 2.930.129 43

XVI legislatura[modifica | modifica wikitesto]

totale percentuale (%)
Elettori 3.345.509  
Votanti 2.883.137 86,18 (su n. elettori)
Voti validi 2.804.613 97,3 (su n. votanti)
Voti non validi 78.524 2,7 (su n. votanti)
di cui schede bianche 22.584 0,8 (su n. votanti)
Leader Lista Voti (%) Voti Seggi Differenza (%)
Walter Veltroni
Partito Democratico 45,73 1.282.535 20 Aumento0,91
Italia dei Valori 4,23 118.540 2 Aumento2,54
Totale coalizione 49,96 1.401.075 22
Silvio Berlusconi
Il Popolo della Libertà[5] 28,60 801.983 15 Diminuzione1,20
Lega Nord 7,77 217.831 4 Aumento3,85
Totale coalizione 36,36 1.019.814 19
Pier Ferdinando Casini
Unione di Centro 4,27 119.789 2 Diminuzione1,51
Fausto Bertinotti
La Sinistra l'Arcobaleno[6] 3,00 84.151 - Diminuzione7,06
Daniela Santanchè
La Destra - Fiamma Tricolore 2,47 69.208 - -
Marco Ferrando
Partito Comunista dei Lavoratori 0,77 21.555 - -
Enrico Boselli
Partito Socialista Italiano 0,76 21.202 - -
Stefano Montanari
Per il Bene Comune 0,58 16.264 - -
Flavia D'Angeli
Sinistra Critica 0,48 13.533 - -
Giuliano Ferrara
Associazione difesa della vita. Aborto? No grazie 0,43 12.062 - -
Roberto Fiore
Forza Nuova 0,39 10.842 - -
Bruno De Vita
Unione Democratica per i Consumatori 0,29 8.041 - -
Stefano De Luca
Partito Liberale Italiano 0,25 7.077 - -
Totale[7] 100,00 2.804.613 43

XVII legislatura[modifica | modifica wikitesto]

totale percentuale (%)
Elettori 3.338.137  
Votanti 2.740.478 82,09 (su n. elettori)
Voti validi 2.671.802 97,5 (su n. votanti)
Voti non validi 68.676 3,7 (su n. votanti)
di cui schede bianche 20.920 0,8 (su n. votanti)
Leader Lista Voti (%) Voti Seggi Differenza (%)
Pier Luigi Bersani
Partito Democratico 37,04 989.660 28 Diminuzione8,69
Sinistra Ecologia Libertà 2,89 77.481 2 -
Centro Democratico 0,22 6.068 - -
Totale coalizione 40,16 1.073.209 30
Beppe Grillo
Movimento 5 Stelle 24,64 658.443 7 -
Silvio Berlusconi
Il Popolo della Libertà 16,26 434.577 5 Diminuzione12,34
Lega Nord 2,58 69.097 1 Diminuzione5,19
Fratelli d'Italia 1,34 35.985 - -
La Destra 0,32 8.662 - Diminuzione1,96
Altri di Centrodestra 0,31 8.750 - -
Totale coalizione 20,85 557.071 6
Mario Monti
Scelta Civica 7,92 211.842 2 -
Unione di Centro 1,10 29.561 - Diminuzione3,17
Futuro e Libertà per l'Italia 0,26 7.176 - -
Totale coalizione 9,30 248.579 2 -
Antonio Ingroia
Rivoluzione Civile 1,93 51.621 - -
Oscar Giannino
Fare per Fermare il Declino 1,33 35.669 - -
Marco Ferrando
Partito Comunista dei Lavoratori 0,52 14.160 - Diminuzione0,25
Roberto Fiore
Forza Nuova 0,26 7.107 - -
Magdi Allam
Io amo l'Italia 0,25 6.903 - -
Altri
Altre liste 0,69 19.040 - -
Totale[8] 100,00 2.671.802 45

Eletti[modifica | modifica wikitesto]

2006 2008 2013
Francesco Ferrara (PRC) Salvatore Vassallo (PD) Francesco Ferrara (SEL)
Titti De Simone (PRC) Massimo Marchignoli (PD) Giovanni Paglia (SEL)
Donatella Mungo (PRC) Sandra Zampa (PD)
Roberto Soffritti (PdCI) Alessandro Bratti (PD) Alberto Pagani (PD)
Romano Prodi (L'Ulivo) Marco Beltrandi (PD) Alessandro Bratti (PD)
Pier Luigi Bersani (L'Ulivo/PD) Andrea De Maria (PD)
Pierluigi Castagnetti (L'Ulivo/PD) Vanna Iori (PD)
Maurizio Migliavacca (L'Ulivo/PD) Antonella Incerti (PD)
Dario Franceschini (L'Ulivo/PD)
Sandro Brandolini (L'Ulivo/PD) Carlo Galli (PD)
Ivano Miglioli (L'Ulivo/PD) Cécile Kyenge (PD)
Donata Lenzi (L'Ulivo/PD)
Maino Marchi (L'Ulivo/PD)
Antonio La Forgia (L'Ulivo/PD) Daniele Montroni (PD)
Gabriele Albonetti (L'Ulivo/PD) Davide Baruffi (PD)
Raffaello De Brasi (L'Ulivo) Elisa Marchioni (PD) Emma Petitti (PD)
Manuela Ghizzoni (L'Ulivo/PD)
Sergio Gentili (L'Ulivo) Gianluca Benamati (PD) Enzo Lattuca (PD)
Rosella Ottone (L'Ulivo) Paola De Micheli (PD)
Carmen Motta (L'Ulivo/PD) Giuditta Pini (PD)
Andrea Papini (L'Ulivo) Silvana Mura (IdV) Lapo Pistelli (PD)
Giuliano Pedulli (L'Ulivo) Antonio Palagiano (IdV) Federica Mogherini (PD)
Giuseppe Chicchi (L'Ulivo) Gian Luca Galletti (UdC) Paolo Bolognesi (PD)
Katia Zanotti (L'Ulivo) Mauro Libè (UdC) Marco Di Maio (PD)
Ermanno Vichi (L'Ulivo) Massimo Polledri (LN) Marilena Fabbri (PD)
Paolo Cento (Verdi) Fabio Rainieri (LN) Matteo Richetti (PD)
Giuseppe Astore (IdV) Gianluca Pini (LN) Michele Anzaldi (PD)
Angelo Piazza (RnP) Angelo Alessandri (LN) Paolo Gandolfi (PD)
Gian Luca Galletti (UDC) Francesco Biava (PdL) Patrizia Maestri (PD)
Emerenzio Barbieri (UDC/PdL) Tiziano Arlotti (PD)
Angelo Alessandri (LN-MpA) Giuliano Cazzola (PdL) Paolo Bernini (M5S)
Gianluca Pini (LN-MpA) Anna Maria Bernini (PdL) Vittorio Ferraresi (M5S)
Isabella Bertolini (FI/PdL) Maria Edera Spadoni (M5S)
Francesco Nucara (FI) Giancarlo Mazzuca (PdL) Michele Dell'Orco (M5S)
Jole Santelli (FI) Pietro Lunardi (PdL) Matteo Dall'Osso (M5S)
Fabio Garagnani (FI/PdL) Mara Mucci (M5S)
Giorgio Lainati (FI/PdL) Giulia Sarti (M5S)
Sergio Pizzolante (FI/PdL) Bruno Molea (SC)
Patrizia Paoletti Tangheroni (FI) Giovanni Mottola (PdL) Irene Tinagli (SC)
Gianfranco Fini (AN/PdL) Gianluca Pini (LN)
Enzo Raisi (AN/PdL) Sergio Pizzolante (PdL)
Tommaso Foti (AN/PdL) Giovanni Mottola (PdL)
Maria Ida Germontani (AN) Michela Vittoria Brambilla (PdL)
Deborah Bergamini (PdL)
Elio Massimo Palmizio (PdL)

Dal 2018[modifica | modifica wikitesto]

Con l'entrata in vigore della Legge Rosato viene istituito un sistema elettorale misto a separazione completa.[9] Per la Camera, come per il Senato, il 37% dei seggi (quindi 232 alla Camera) vengono assegnati con un sistema maggioritario a turno unico in altrettanti collegi uninominali: in ciascun collegio è eletto il candidato più votato, secondo il sistema noto come uninominale secco. Il 61% dei seggi (cioè 386 alla Camera) è ripartito proporzionalmente tra le coalizioni e le singole liste che abbiano superato le previste soglie di sbarramento nazionali; la ripartizione dei seggi è effettuata a livello nazionale per la Camera e a livello regionale per il Senato; a tale scopo sono istituiti collegi plurinominali nei quali le liste si presentano sotto forma di listini bloccati di candidati. Il 2% dei seggi (12 deputati) è destinato al voto degli italiani residenti all'estero e viene assegnato con un sistema proporzionale che prevede il voto di preferenza.

Alla circoscrizione "Emilia-Romagna" sono attribuiti 17 seggi eletti con sistema maggioritario in collegi uninominali, e 28 seggi eletti con sistema proporzionale, questi ultimi all'interno dei quattro collegi plurinominali in cui è divisa la regione: Emilia-Romagna - 01, Emilia-Romagna - 02, Emilia-Romagna - 03 e Emilia-Romagna - 04.

Liste Voti % Seggi
Prop. Magg.
Lega 486.997 19,21 6
Forza Italia 251.732 9,93 3
Fratelli d'Italia 84.785 3,34 1
Noi con l'Italia - UDC 14.535 0,57 -
Coalizione (candidati uninominali) 838.049 33,06 - 8
Partito Democratico 668.837 26,38 9
+Europa 78.175 3,08 -
Italia Europa Insieme 19.393 0,76 -
Civica Popolare 14.195 0,56 -
Coalizione (candidati uninominali) 780.600 30,79 - 9
Movimento 5 Stelle 698.204 27,54 8 -
Liberi e Uguali 113.814 4,49 1 -
Potere al Popolo! 29.525 1,16 - -
Il Popolo della Famiglia 17.327 0,68 - -
CasaPound 17.245 0,68 - -
Partito Comunista 16.833 0,66 - -
Italia agli Italiani (FN - FT) 11.959 0,47 - -
Partito Repubblicano Italiano - ALA 6.264 0,25 - -
Per una Sinistra Rivoluzionaria (SCR - PCL) 5.364 0,21 - -
Totale 2.535.184 28 17

Eletti[modifica | modifica wikitesto]

Eletti nei collegi uninominali[modifica | modifica wikitesto]

     Eletti nella coalizione di centro-sinistra (PD-+EUR-CP-Insieme)

     Eletti nella coalizione di centro-destra (Lega-FI-FdI-NcI)

Collegio uninominale Eletto Partito
1. Imola Serse Soverini AC [a]
2. Cesena Simona Vietina FI [b]
3. Ravenna Alberto Pagani PD
4. Ferrara Maura Tomasi Lega
5. San Giovanni in Persiceto Francesco Critelli PD
6 - Bologna-Mazzini Andrea De Maria PD
7 - Bologna-Casalecchio di Reno Gianluca Benamati PD
8. Cento Emanuele Cestari Lega
9. Modena Beatrice Lorenzin AP [a]
10. Sassuolo Benedetta Fiorini FI [c]
11. Scandiano Antonella Incerti PD
12. Parma Laura Cavandoli Lega
13. Fidenza Giovanni Battista Tombolato Lega
14. Piacenza Tommaso Foti FdI
15. Rimini Elena Raffaelli Lega
16. Forlì Marco Di Maio PD [d]
17. Reggio nell'Emilia Graziano Delrio PD
  1. ^ a b Aderisce al gruppo misto, componente «Civica Popolare-AP-PSI-Area Civica»; in data 23.09.2019 aderisce al Partito Democratico.
  2. ^ In data 27.05.2021 aderisce a Coraggio Italia.
  3. ^ In data 05.08.2020 aderisce a Lega - Salvini Premier.
  4. ^ In data 19.09.2019 aderisce a Italia Viva.

Eletti nei collegi plurinominali[modifica | modifica wikitesto]

Collegio plurinominale M5S Partito Democratico Lega Forza Italia Liberi e Uguali Fratelli d'Italia
Emilia-Romagna - 01
Emilia-Romagna - 02
Emilia-Romagna - 03
Emilia-Romagna - 04
  1. ^ In data 10.12.2020 aderisce al gruppo misto, non iscritti; in data 13.01.2021 alla componente «Centro Democratico»; in data 27.05.2021 a Coraggio Italia.
  2. ^ In data 29.08.2019 aderisce a Fratelli d'Italia.
  3. ^ In data 04.10.2018 aderisce al gruppo misto, non iscritti; in data 06.12.19 alla componente «Noi con l'Italia-USEI-Rinascimento ADC».
  4. ^ In data 07.12.2018 aderisce a Forza Italia; in data 27.05.2021 a Coraggio Italia.
  5. ^ In data 19.09.2019 aderisce a Italia Viva.
  6. ^ In data 19.02.2021 aderisce a Fratelli d'Italia.
  7. ^ In data 27.05.2021 aderisce a Coraggio Italia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat al 31/01/2013, su demo.istat.it. URL consultato il 21 settembre 2013 (archiviato il 22 agosto 2013).
  2. ^ Considerata la differenza con DS e DL alle precedenti elezioni.
  3. ^ Considerata la differenza con CCD, CDU e DE alle precedenti elezioni.
  4. ^ Ministero dell'Interno - Archivio storico delle Elezioni
  5. ^ Considerata la differenza con FI, AN, Alternativa Sociale, DC per le Autonomie e Nuovo PSI.
  6. ^ Considerata la differenza con PRC, PdCI e Verdi.
  7. ^ Ministero dell'Interno - archivio storico delle Elezioni
  8. ^ Ministero dell'Interno, dati definitivi Camera dei Deputati Italia
  9. ^ Un sistema elettorale si definisce misto se una parte dei seggi è attribuita con sistema proporzionale e una parte con sistema maggioritario. Nell'ambito dei sistemi misti, si definiscono a separazione completa quelli privi di sistemi di compensazione tra le due modalità di attribuzione dei seggi.