Tiberio Claudio Cesare Britannico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Britannico da bambino

Tiberio Claudio Cesare Britannico (Roma, 4155) secondo figlio dell'imperatore romano Claudio e di sua moglie Valeria Messalina, inizialmente si chiamava Cesare; l'epiteto Britannico gli fu dato in seguito alla conquista della Britannia attuata da Claudio.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo Tacito (Annales, XIII, 15, 16) Britannico sarebbe stato avvelenato dal fratellastro Nerone per potersi assicurare il trono imperiale in quanto Britannico aveva denunciato l'illegittimità del potere di Nerone.

L'adozione di Nerone da parte di Claudio, in apparente sfavore del figlio legittimo, fu favorita dalla moglie Agrippina Minor.

Per nascondere il misfatto, avvenuto durante un banchetto, Nerone dichiarò che Britannico soffriva sin dalla tenera età di crisi epilettiche, crisi che lo avrebbero colpito anche in questa circostanza.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN23621133