Druso Cesare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Durso Giulio Cesare Germanico
Great Cameo of France CdM Paris Bab264 white background Drusus Caesar.jpg
Druso Cesare e la madre Agrippina maggiore. Dettaglio dal Gran Cammeo di Francia, Cabinet des médailles, Parigi
Nome completo Drusus Iulius Caesar Germanicus
Nascita 7
Morte Roma, 33
Luogo di sepoltura Mausoleo di Augusto, Roma
Dinastia Giulio-Claudii
Padre Germanico
Madre Agrippina maggiore
Consorte Emilia Lepida

Druso Cesare (latino: Drusus Iulius Caesar Germanicus; 7Roma, 33[1]) è stato un nobile romano, membro della dinastia giulio-claudia.

Origini familiari[modifica | modifica wikitesto]

Germanico, padre di Druso.

Druso era il secondo figlio di Germanico e Agrippina maggiore.[2][3] Il padre era figlio di Druso maggiore, a sua volta figlio di Tiberio Claudio Nerone e Livia Drusilla, moglie dell'imperatore Augusto, e la madre Antonia minore, figlia di Marco Antonio e di Ottavia minore, sorella di Augusto.[4] Germanico fu poi adottato dallo zio Tiberio.[4] La madre era invece figlia di Marco Vipsanio Agrippa, (generale e amico di Augusto) e di Giulia maggiore, unica figlia naturale del primo imperatore.[2] Era inoltre fratello dell'imperatore Gaio Cesare "Caligola" e di Agrippina minore, moglie dell'imperatore Claudio e madre dell'imperatore Nerone.[2] Suoi altri fratelli erano Nerone Cesare, Giulia Drusilla e Giulia Livilla.[2]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque nel 7 e nel 19 il padre morì, forse fatto avvelenare dallo stesso Tiberio con l'aiuto di Gneo Calpurnio Pisone, che si suicidò poco dopo.[5] Nel 23 prese la toga virilis con gli stessi privilegi concessi al fratello Nerone.[6] Druso fu fidanzato da piccolo con la sorella di Marco Salvio Otone[7] ma infine sposò Emilia Lepida, figlia di Marco Emilio Lepido (figlio di Cornelia Scipione, figlia a sua volta di un precedente matrimonio di Scribonia, prima moglie di Augusto), e di Vipsania Marcella (figlia di Agrippa e della sua seconda moglie Claudia Marcella maggiore). Lo storico latino Tacito riferisce che, durante l'unione, "lei perseguitò il marito con continue accuse." Nel 36 fu accusata di aver commesso adulterio con un schiavo e si suicidò, "poiché non c'era alcun dubbio sulla sua colpevolezza"[8]

Fu adottato da Tiberio, suo nonno adottivo e prozio naturale[4], dopo la morte del proprio figlio Druso minore nel 23. Tiberio affidò i figli di Germanico direttamente al Senato.[9] Nel 26 iniziò a frequentare Seiano, che sfruttando la sua gelosia verso il fratello, lo mise contro Nerone ed Agrippina, che favoriva il figlio maggiore.[10] Nel 29 la madre e il fratello Nerone, furono accusati di tramare contro Tiberio e vennero imprigionati, esiliati ed infine uccisi.[11] Tra il 30 e il 31 venne arrestato anche lui e nel 33 venne messo nelle segrete del Palatino. Morì di fame dopo nove giorni di segregazione, imprigionato negli scantinati del Palazzo Imperiale, ridotto a masticare l'imbottitura del letto.[1] Dopo la sua morte Tiberio fece esporre in pubblico il corpo e infierì sul defunto, presentandolo come folle e depravato sessuale.[12]

Nel 37, subito dopo la morte di Tiberio, il nuovo imperatore Caligola pose le ceneri di Druso nel Mausoleo di Augusto concedendogli tutti gli onori.[13]

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Druso Cesare Padre:
Console Germanico Giulio Cesare
Nonno paterno:
Console Druso maggiore
Bisnonno paterno:
Pretore Tiberio Claudio Nerone
Trisnonno paterno:
Druso Claudio Nerone
Trisnonna paterna:
Claudia
Bisnonna paterna:
Livia Drusilla, Imperatrice consorte romana
Trisnonno paterno:
Marco Livio Druso Claudiano
Trisnonna paterna:
Alfidia
Nonna paterna:
Antonia minore
Bisnonno materno:
Marco Antonio
Trisnonno materno:
Marco Antonio Cretico
Trisnonna paterna:
Giulia Antonia
Bisnonna paterna:
Ottavia minore
Trisnonno paterno:
Gaio Ottavio
Trisnonna paterna:
Azia maggiore
Madre:
Agrippina maggiore
Nonno materno:
Console Marco Vipsanio Agrippa
Bisnonno materno:
Lucio Vipsanio Agrippa
Trisnonno materno:
?
Trisnonna materna:
?
Bisnonna materna:
?
Trisnonno materno:
?
Trisnonna materna:
?
Nonna materna:
Giulia maggiore
Bisnonno materno:
Augusto, Imperatore romano
Trisnonno materno:
Gaio Ottavio
Trisnonna materna:
Azia maggiore
Bisnonna materna:
Scribonia
Trisnonno materno:
Lucio Scribonio Libone
Trisnonna materna:
Sentia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Tacito, Annales , VI, 23
  2. ^ a b c d Svetonio, Vite dei Cesari, Gaio Cesare, VII
  3. ^ Cassio Dione, Storia romana, LVII, 22
  4. ^ a b c Svetonio, Vite dei Cesari, Gaio Cesare, I
  5. ^ Svetonio, Vite dei Cesari, Gaio Cesare, II
  6. ^ Tacito, Annales, IV, 4
  7. ^ Svetonio, Vite dei Cesari, Otone, I
  8. ^ Tacito, Annales, VI, 40
  9. ^ Tacito, Annales, IV, 8
  10. ^ Tacito, Annales, IV, 60
  11. ^ Tacito, Annales, V, 4
  12. ^ Tacito, Annales , VI, 24
  13. ^ Svetonio, Vite dei Cesari, Gaio Cesare, XV
Controllo di autorità VIAF: (EN43208867