The Man in the High Castle (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Man in the High Castle
The Man in the High Castle.png
Titolo originale The Man in the High Castle
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2015 – in produzione
Formato serie TV
Genere ucronia, drammatico, fantascienza, thriller
Stagioni 2
Episodi 20
Durata 48-60 min
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Rapporto 16:9
Colore colore
Audio sonoro
Crediti
Ideatore Frank Spotnitz
Soggetto Philip K. Dick (romanzo)
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Produttore Michael Cedar, Jean Higgins, Jordan Sheehan, David W. Zucker
Produttore esecutivo Ridley Scott, Frank Spotnitz, Christian Baute, Isa Dick Hackett, Stewart Mackinnon, Christopher Tricarico
Casa di produzione Amazon Studios, Scott Free Productions, Electric Shepherd Productions, Headline Pictures, Picrow
Prima visione
Pubblicazione originale
Dal 15 gennaio 2015
Al in corso
Sito web Amazon Video
Pubblicazione in italiano
Dal 14 dicembre 2016
Al in corso
Sito web Amazon Video

The Man in the High Castle è una serie televisiva statunitense prodotta da Amazon Studios. Basata sul romanzo ucronico distopico di Philip K. Dick La svastica sul sole del 1962, la serie è ambientata in un passato alternativo in cui le potenze dell'Asse hanno vinto la seconda guerra mondiale e dominano gran parte del mondo.

L'episodio pilota è stato distribuito il 15 gennaio 2015 ed è stato il pilota più visto di sempre per una serie di Amazon Video[1]. Il 18 febbraio 2015 la serie è stata confermata per un totale di 10 episodi[2], i rimanenti 9 episodi sono stati distribuiti il 20 novembre 2015[3][4]. La seconda serie è stata distribuita il 16 dicembre 2016[5]. Il 3 gennaio 2017, Amazon ha rinnovato la serie per una terza stagione[6].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Gli Stati Uniti così come sono stati spartiti tra le potenze dell'Asse

America, 1962. Gli Stati Uniti non esistono più e il loro territorio è stato spartito tra Germania e Giappone: a ovest si trovano gli Stati Giapponesi del Pacifico; a est sorge il Grande Reich Nazista; i due territori sono divisi dagli Stati delle Montagne Rocciose, noti anche come Zona Neutrale.

Juliana Crain è una giovane donna che vive a San Francisco insieme al fidanzato Frank. Un giorno, mentre torna a casa, Juliana incontra la sua sorellastra Trudy che le affida la bobina di una pellicola intitolata La cavalletta non si alzerà più, che mostra gli Alleati sconfiggere la Germania e il Giappone. Trudy viene in seguito uccisa dalla polizia giapponese e Juliana frugando tra i suoi effetti personali, scopre che era diretta a Canon City, nello Stato delle Montagne Rocciose. Juliana decide quindi di recarsi a Canon City per scoprire la verità.

Joe Blake è un ragazzo di 27 anni che vive a New York. È una spia nazista che lavora per l'Obergruppenführer John Smith. Joe entra in contatto con alcuni membri della resistenza, che gli affidano un carico da trasportare a Canon City; arrivato a destinazione, Joe scopre un vano segreto sotto il camion, nel quale è contenuta una copia de La cavalletta non si alzerà più.

Nobusuke Tagomi è il ministro del commercio giapponese che lavora a San Francisco. Preoccupato dalla situazione politica tra Germania e Giappone, Tagomi incontra segretamente l'ufficiale nazista Rudolph Wegener per discutere del futuro dei due Paesi una volta che l'anziano Adolf Hitler sarà morto. Le due potenze si trovano in una pericolosa situazione di tensione, ma Wegener è fermamente convinto che il successore di Hitler non si farà alcuno scrupolo ad usare la bomba atomica contro il Giappone al fine di ottenere il controllo sugli Stati Americani del Pacifico.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Pubblicazione USA Pubblicazione Italia
Prima stagione 10 2015 2016
Seconda stagione 10 2016 2017

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Juliana Crain (stagione 1-in corso), interpretata da Alexa Davalos: è una giovane donna di San Francisco che è all'apparenza felice di vivere sotto il controllo giapponese. È un'abile esperta di Aikido ed è cordiale con i giapponesi, al contrario di sua madre, che cova un forte astio nei loro confronti per aver ucciso il padre di Juliana.
  • Frank Frink (stagione 1-in corso), interpretato da Rupert Evans: è il fidanzato di Juliana; lavora in una fabbrica di falsi oggetti retrò relativi al periodo pre-guerra. Nel suo tempo libero crea gioielli "moderni" che però non sono apprezzati tanto quanto l'american vintage. Quando Juliana scompare improvvisamente, Frank viene preso in custodia dalle squadre di sicurezza giapponesi, e teme che possano scoprire le sue origini ebraiche.
  • Joe Blake (stagione 1-in corso), interpretato da Luke Kleintank: una spia nazista che si è infiltrato nella resistenza americana.
  • Ed McCarthy (stagione 1-in corso), interpretato da DJ Qualls: collega di Frank alla fabbrica di falsi oggetti retrò.
  • Nobusuke Tagomi (stagione 1-in corso), interpretato da Cary-Hiroyuki Tagawa: è il ministro del commercio nel ministero giapponese di San Francisco.
  • John Smith (stagione 1-in corso), interpretato da Rufus Sewell: uno spietato obergruppenführer che cerca di sgominare la resistenza.
  • Ispettore Kido (stagione 1-in corso), interpretato da Joel de la Fuente: capo del Kempeitai di stazione a San Francisco.
  • Robert Childan (stagione 1 ricorrente, stagione 2-in corso), interpretato da Brennan Brown: proprietario di un negozio di antiquariato che fa accordi segreti con Frank.
  • Gary Connell (stagione 2-in corso), interpretato da Callum Keith Rennie: capo della Resistenza della West Coast.
  • Nicole Becker (stagione 2-in corso), interpretata da Bella Heathcote: giovane cinematografa originaria di Berlino che stringe un accordo con Joe.

Personaggi ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Rudolph Wegener (stagione 1), interpretato da Carsten Norgaard: un alto ufficiale tedesco, che non crede più nel nazionalsocialismo, offre segreti atomici al Giappone tramite Tagomi, per creare un equilibrio di forze mondiali. Egli è intimo amico di John Smith.
  • Lemuel "Lem" Washington (stagione 1-in corso), interpretato da Rick Worthy: proprietario del Sunrise Diner a Canon City e membro della Resistenza.
  • Karen (stagione 1-2), interpretata da Camille Sullivan: capo del ramo degli Stati del Pacifico della Resistenza.
  • Sergente Yoshida (stagione 1-2), interpretato da Lee Shorten: braccio destro dell'Ispettore Kido.
  • Kotomichi, interpretato da Arnold Chun: assistente di Tagomi.
  • Randall Becker, interpretato da Hank Harris: membro del ramo degli Stati del Pacifico della Resistenza.
  • Laura Crothers, interpretata da Christine Chatelain: sorella di Frank.
  • L'uomo degli origami, interpretato da Allan Havey: una spia dei Nazisti mandata a Canon City per uccidere i membri della Resistenza.
  • Lo Sheriffo (the Marshall), interpretato da Burn Gorman: un cacciatore di taglie che lavora a Canon City.
  • Il lustrascarpe, interpretato da Shaun Ross: un giovane ragazzo albino che vive a Canon City.
  • Carl, interpretato da Rob LaBelle: impiegato di una libreria che in realtà è un uomo scappato dal campo di concentramento chiamato David P. Frees
  • Jason Meyer, interpretato da Geoffrey Blake: membro Semita della Resistenza.
  • Paul Kasoura, interpretato da Louis Ozawa Changchien: facoltoso avvocato che colleziona cimeli americani pre-guerra.
  • Betty, interpretata da Tao Okamoto: moglie di Paul
  • Christine Tanaka, interpretata da Amy Okuda: donna in carriera che lavora al ministero giapponese.
  • Taishi Okamura, interpretato da Hiro Kanagawa: capo della Yakuza degli Stati del Pacifico.
  • Hawthorne Abendsen, interpretato da Stephen Root: è il "Man in the High Castle"
  • Reichsminister Martin Heusmann, interpretato da Sebastian Roché: padre di Joe Blake e membro di alto rango del Reich.
  • Sarah, interpretata da Cara Mitsuko: membro della Resistenza Giapponese-Americana, confidente di Frank e sopravvissuta al Manzanar.
  • George Dixon, interpretato da Tate Donovan: misterioso amico dei Crain.
  • Hagan, interpretato da Michael Hogan: ex-predicatore e capo della resistenza di San Francisco.
  • Generale Onoda, interpretato da Tzi Ma: capo dell'esercito giapponese.

Famiglia Smith[modifica | modifica wikitesto]

  • Helen Smith, interpretata da Chelah Horsdal: moglie dell'Obergruppenführer Smith
  • Thomas Smith, interpretato da Quinn Lord: figlio maggiore dell'Obergruppenführer Smith
  • Amy Smith, interpretata da Gracyn Shinyei: figlia maggiore dell'Obergruppenführer Smith
  • Jennifer Smith, interpretata da Genea Charpentier: figlia piccola dell'Obergruppenführer Smith

Famiglia Walker[modifica | modifica wikitesto]

  • Arnold Walker, interpretato da Daniel Roebuck: patrigno di Juliana e padre di Trudy.
  • Anne Crain Walker, interpretata da Macall Gordon: madre di Juliana che piange ancora la morte del marito morto durante la seconda guerra mondiale.
  • Trudy Walker, interpretata da Conor Leslie: sorellastra di Juliana uccisa dal Kempeitai dopo aver consegnato una bobina a Juliana.

Famiglia Crothers[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Tagomi[modifica | modifica wikitesto]

  • Michiko Tagomi, interpretata da Yukari Komatsu: moglie di Nobusuke.
  • Noriyuke Tagomi, interpretato da Eddie Shin: figlio di Nobusuke.

Personaggi storici[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Una trasposizione del romanzo La svastica sul sole è stata in sviluppo per diverso tempo prima dell'acquisto della serie da parte di Amazon.

Nel 2010 venne annunciato che la BBC avrebbe co-prodotto insieme a Headline Pictures, FremantleMedia Enterprises e Scott Free Productions una miniserie TV in quattro parti basata sul romanzo. Ridley Scott, già regista Blade Runner, anche questo liberamente ispirato ad una storia di Dick, Il cacciatore di androidi, avrebbe dovuto essere il produttore esecutivo del progetto, mentre Howard Brenton avrebbe scritto la sceneggiatura; tuttavia il progetto non venne sviluppato.[7] L'11 febbraio 2013, Variety riportò che Syfy stava lavorando ad una miniserie in quattro parti basata sull'opera, con Ridley Scott e Frank Spotnitz come produttori esecutivi, co-prodotta da Scott Free Productions, Headline Pictures e Electric Shepherd Productions.[8]

Nel 2014 Amazon acquistò il progetto, ordinando la produzione di un episodio pilota.[9] L'adattamento è curato da Frank Spotnitz, co-prodotto da Ridley Scott, David Zucker e Jordan Sheehan per Scott Free, Stewart Mackinnon e Christian Baute per la Headline Pictures, e Isa Hackett e Kalen Egan per la Electric Shepherd.[10] L'episodio è stato distribuito online il 15 gennaio 2015 negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Germania.[11] Il 18 febbraio 2015, dopo la buona accoglienza di critica e di pubblico ricevuta dal pilot, è stata confermata la produzione di una prima stagione completa,[1] composta da 10 episodi.[12]

Al San Diego Comic-Con 2015 sono stati proiettati i primi due episodi della serie.[13]

Il 18 dicembre 2015 la serie viene rinnovata per una seconda stagione, distribuita il 16 dicembre 2016.[14]

Il 3 gennaio 2017 la serie viene rinnovata per una terza stagione e con il cambio di showrunner.[15]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

La produzione ha avuto inizio nell'ottobre 2014.[16] Le riprese principali sono svolte a Seattle e a Roslyn, nello stato di Washington.[17] Nell'aprile 2015 la produzione si è spostata a Vancouver, nella British Columbia.[18]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

L'episodio pilota di The Man in the High Castle ha ricevuto recensioni positive da critica e pubblico. Sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes ha una percentuale di gradimento del 97% con un voto medio di 7.8 su 10 basato su 37 recensioni.[19] Meredith Woerner di io9.com ha scritto: "Posso dire onestamente di adorare questa puntata pilota. È una straordinaria interpretazione di una storia tanto amata quanto complicata."[20]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Hilary Lewis, Amazon Orders 5 New Series Including 'Man in the High Castle', in The Hollywood Reporter, 18 febbraio 2015. URL consultato il 19 febbraio 2015.
  2. ^ (EN) Tartaglione, Nancy. 'Amazon orders 5 original series including Man in the High Castle, Mad Dogs'. Deadline.com. Retrieved January 18, 2015., deadline.com, 18 Gennaio 2015. URL consultato il 5 Marzo 2017.
  3. ^ (EN) Spotnitz, Frank [FrankSpotnitz] (August 17, 2015). '@dlairman @HighCastleTV Ten.' (Tweet) – via Twitter., twitter.com, 17 Agosto 2015. URL consultato il 5 Marzo 2017.
  4. ^ (EN) ' Fienberg, Daniel [TheFienPrint] (August 3, 2015). Time for 'Man in the High Castle,' which premieres on November 20 on #Amazon. #TCA15" (Tweet) – via Twitter.', twitter.com, 3 Agosto 2015. URL consultato il 5 Marzo 2017.
  5. ^ (EN) 'The Man in the High Castle' season 2 premiere date: Season releases Dec. 16". Den of Geek. August 12, 2016.', denofgeek.com, 16 Dicembre 2016. URL consultato il 5 Marzo 2017.
  6. ^ (EN) The Man in the High Castle' Gets Another Season and Another Showrunner'. Gizmodo. January 3, 2017.', io9.gizmodo.com, 3 Gennaio 2017. URL consultato il 5 Marzo 2017.
  7. ^ (EN) Mark Sweney, Ridley Scott to return to work of sci-fi icon for BBC mini-series, su The Guardian, 7 ottobre 2010.
  8. ^ (EN) Syfy, Ridley Scott, Frank Spotnitz set miniseries, su Variety. URL consultato il 19 febbraio 2015.
  9. ^ (EN) Amazon Studios Adds Drama ‘The Man In The High Castle’, Comedy ‘Just Add Magic’ To Pilot Slate, su Deadline.
  10. ^ (EN) The Man In The High Castle & More Amazon 2015 Pilot Season Shows Confirmed, su Seriable.com. URL consultato il 25 gennaio 2015.
  11. ^ (EN) The Man in the High Castle: Season 1, Episode 1, su Amazon. URL consultato il 17 gennaio 2015.
  12. ^ FrankSpotnitz on Twitter, twitter.com. URL consultato il 20 agosto 2015.
  13. ^ 'The Man in the High Castle' Creator Frank Spotnitz on Creating Alternate Histories, su The Hollywood Reporter. URL consultato il 20 agosto 2015.
  14. ^ Nancy Tartaglione, The Man in the High Castle Season 2 announced, su Slashfilm. URL consultato il 18 dicembre 2015.
  15. ^ io9.gizmodo.com, http://io9.gizmodo.com/the-man-in-the-high-castle-gets-another-season-and-anot-1790706939 . URL consultato il 4 gennaio 2017.
  16. ^ (EN) Pat Muir, Roslyn hopes new TV show brings 15 more minutes of fame, su Yakima Herald], 5 ottobre 2014. URL consultato il 1º novembre 2014.
  17. ^ (EN) Amazon builds film sets around DJC Building". Daily Journal of Commerce., su yvrshoots.com, 9 ottobre 2014.
  18. ^ SHOOT: THE MAN IN THE HIGH CASTLE’s American Nazi John Smith (Rufus Sewell) Films at Vancouver’s Arthur Erickson-Designed Concrete Tower | yvrshoots, su yvrshoots.com. URL consultato il 20 agosto 2015.
  19. ^ (EN) The Man in the High Castle, su Rotten Tomatoes. URL consultato il 19 febbraio 2015.
  20. ^ (EN) Meredith Woerner, Man In The High Castle Is Wildly Different From The Book But Still Great, su io9, 16 gennaio 2015. URL consultato il 18 gennaio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]