Sing for the Moment

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sing for the Moment
Singfortm.png
Screenshot del video
ArtistaEminem
Tipo albumSingolo
Pubblicazione25 febbraio 2003[1]
Dischi1
Tracce1
GenereRap rock[1]
Conscious rap[2]
EtichettaShady Records
Aftermath Entertainment
Interscope Records
FormatiCD, Maxi single
Certificazioni
Dischi di platinoAustralia Australia[3]
(vendite: 70 000+)
Italia Italia[4]
(vendite: 50 000+)
Eminem - cronologia
Singolo precedente
(2003)
Singolo successivo
(2003)

Sing for the Moment è il terzo singolo estratto dal quarto album in studio di Eminem, The Eminem Show (2002).

Sing for the Moment contiene un campionamento da Dream On, noto brano degli Aerosmith, cui sono ripresi il ritornello di Steven Tyler e l'assolo di chitarra di Joe Perry. La canzone fa anche parte della raccolta Curtain Call: The Hits (2005).

La canzone parla dei potenziali effetti dell'hip hop sulla società e sulle cattive interpretazioni, da parte di critici e genitori male informati, dei testi del rapper di Detroit. Eminem risponde con questa canzone ai critici che lo hanno accusato di incitare i giovani alla violenza. Dice che commettere un crimine è una reazione a chi offende.[senza fonte] Ci sono anche riferimenti a John Guerrera, un buttafuori con cui il rapper litigò nel 2000 arrivando addirittura a puntargli contro una pistola scarica.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Sing for the Moment (non censurata) - 5:40
  2. Rabbit Run (non censurata) - 6:22
  3. Sing for the Moment (strumentale) - 3:11

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica Posizione
massima
Australia[5] 5
Austria[6] 7
Belgio (Fiandre)[7] 6
Belgio (Vallonia)[8] 15
Danimarca[9] 8
Finlandia[10] 5
Francia[11] 28
Germania[12] 5
Italia[13] 5
Norvegia[14] 10
Nuova Zelanda[15] 5
Paesi Bassi[16] 8
Regno Unito[17] 6
Stati Uniti[18] 14
Stati Uniti (pop)[18] 4
Svezia[19] 11
Svizzera[20] 8

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Sing for the Moment, su AllMusic, All Media Network.
  2. ^ (EN) Sing for the Moment, Discogs.
  3. ^ (EN) ARIA Accreditations (1987-2010), ARIA Charts. URL consultato il 7 marzo 2008.
  4. ^ (EN) ARIA Accreditations (1987-2010), ARIA Charts. URL consultato il 7 marzo 2008.
  5. ^ Andamento di Sing for the Moment nella classifica dell'Australia, australian-charts. URL consultato l'8 novembre 2012.
  6. ^ Andamento di Sing for the Moment nella classifica dell'Austria, austriancharts. URL consultato l'8 novembre 2012.
  7. ^ Andamento di Sing for the Moment nella classifica del Belgio (Fia), Ultratop. URL consultato l'8 novembre 2012.
  8. ^ Andamento di Sing for the Moment nella classifica del Belgio (Val), Ultratop. URL consultato l'8 novembre 2012.
  9. ^ Andamento di Sing for the Moment nella classifica della Danimarca, danishcharts. URL consultato l'8 novembre 2012.
  10. ^ Andamento di Sing for the Moment nella classifica della Finlandia, finnishcharts. URL consultato l'8 novembre 2012.
  11. ^ Andamento di Sing for the Moment nella classifica della Francia, lescharts. URL consultato l'8 novembre 2012.
  12. ^ (DE) Single - Eminem, Sing For The Moment, Media Control. URL consultato l'8 novembre 2012.
  13. ^ Andamento di Sing for the Moment nella classifica dell'Italia, italiancharts. URL consultato l'8 novembre 2012.
  14. ^ Andamento di Sing for the Moment nella classifica della Norvegia, norwegiancharts. URL consultato l'8 novembre 2012.
  15. ^ Andamento di Sing for the Moment nella classifica della Nuova Zelanda, charts.org. URL consultato l'8 novembre 2012.
  16. ^ Andamento di Sing for the Moment nella classifica dei Paesi Bassi, dutchcharts. URL consultato l'8 novembre 2012.
  17. ^ Andamento di Sing for the Moment nella classifica del Regno Unito, Chart Archive. URL consultato l'8 novembre 2012.
  18. ^ a b Sing for the Moment - Eminem, billboard. URL consultato l'8 novembre 2012.
  19. ^ Andamento di Sing for the Moment nella classifica della Svezia, swedishcharts. URL consultato l'8 novembre 2012.
  20. ^ Andamento di Sing for the Moment nella classifica della Svizzera, Hitparade. URL consultato l'8 novembre 2012.