Saturno nella fantascienza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Saturno (astronomia).

Il pianeta gassoso Saturno ed il suo sistema di satelliti sono l'ambientazione di molte opere di fantascienza.

La caratteristica per cui è più noto il pianeta è il suo sistema di anelli, individuato da Galileo nel 1610. È stato ben dopo le prime storie di fantascienza ambientate su Saturno, grazie all'osservazione ravvicinata delle sonde spaziali automatiche Pioneer 11 (settembre 1979) e Voyager I (1980) che si è scoperto che i suoi anelli non sono quattro, sei o dieci come precedentemente ipotizzato, ma migliaia. Inoltre l'ultimo dei suoi satelliti - il decimo - è stato scoperto nel 1967. Di conseguenza molte storie fantascientifiche scritte prima delle missioni spaziali, come il classico Lucky Starr e gli anelli di Saturno di Isaac Asimov del 1958, sono basate su dati scientifici in seguito superati.[1]

Letteratura[modifica | modifica wikitesto]

Cinema e televisione[modifica | modifica wikitesto]

Fumetto[modifica | modifica wikitesto]

  • L'epopea Saturno contro la Terra del trio Zavattini-Pedrocchi-Scolari, pubblicata in Italia dal 1936 al 1946 su diverse testate della Mondadori, ha come principale antagonista il malvagio Rebo, dittatore di Saturno, che mira a conquistare la Terra con l'aiuto di uno scienziato terrestre rinnegato.
  • Operation Saturn (27 feb. 1953-21 maggio 1954) di Frank Hampson. Una storia di Dan Dare proveniente dal fumetto Eagle originale, vol. 3, episodio 47 fino al vol. 5, ep. 21.
  • Nelle storie Il naufrago ed il successivo Separati di Jeff Hawke (strisce giornaliere edite tra il 1957 e il 1958) gli anelli del "funesto Saturno" nascondono un pericolo mortale. Nonostante le "vittime pretese", il pianeta omonimo il crudele dio latino non c'entra. Responsabile a suo malgrado è una colonia di esuli alieni, prigionieri in un'astronave dalla corazza di antimateria. Dall'epoca della stesura e dal nome dello sventurato protagonista si allude alla rivoluzione ungherese del 1956.
  • In Paperino e il razzo interplanetario (Topolino nn. 230-232, 1960) vi è un omaggio al Rebo pubblicato su L'Avventuroso. La popolazione di Saturno, dopo una lunghissima storia di guerre, si è ridotta a tre abitanti: il dittatore Rebo (malvagio quanto quello creato da Zavattini, ma decisamente ridicolo, anche se gli si ispira indubbiamente come aspetto) e i generali 1 e 2. Nonostante la loro scarsità numerica sono sempre pronti a far guerra e cercare inutilmente di conquistare ora la Terra, ora il pacifico Giove.
  • Nella storia Astralpippo n. 9999! (Topolino nn. 234-235, 1960), di Attilio Mazzanti e Giovan Battista Carpi, Pippo e Topolino sono a capo di una spedizione su Saturno per ricavare ghiaccio dai suoi anelli (ghiaccio che, a causa dell'atmosfera aliena del pianeta, è caldissimo. Pippo infatti lo utilizza per cucinare). L'unico abitante del pianeta è Bis-Dispetto Saturnino, un essere che può materializzare i desideri altrui e si diverte a fare scherzi ai rari visitatori.
  • Jemm, Son of Saturn (1984) di Greg Potter e Gene Colan (DC Comics). L'atmosfera di Saturno è la patria di immense città galleggianti chiuse, le case dei Saturniani rossi e bianchi, razze gemelle nate come propaggini clonate della quasi estinta razza marziana. I Saturniani Rossi furono clonati dai Marziani Verdi; I Saturniani Bianchi dai Marziani Bianchi.

I satelliti di Saturno nella fantascienza[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Titano nella fantascienza.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Isaac Asimov, Prefazione dell'autore, Lucky Starr e gli anelli di Saturno, Oscar Mondadori, 1992, pag. 13-14
  2. ^ Testo originale completo di A Journey in Other Worlds, 1894, dal Progetto Gutenberg
  3. ^ tr. Ugo Malaguti, ill. Francisco Goya y Lucientes, feb 1998, Nova SF* a. XIV (XXXII) n. 32 (74), Perseo Libri, Bologna
  4. ^ Tr.it. 2 giu 1955, I Romanzi di Urania 81, Arnoldo Mondadori Editore, Milano
  5. ^ http://www.fantascienza.com/catalogo/Trame/3699.htm
  6. ^ 10 feb 1955, I Romanzi di Urania 70, Arnoldo Mondadori Editore, Milano; tr. Bruna Del Bianco, ill. [Carlo Jacono]
  7. ^ 31 dic 1960, I Romanzi del Cosmo 66, Ponzoni Editore, Milano
  8. ^ 18 mag 1980, Urania 836, Arnoldo Mondadori Editore, Milano
  9. ^ nov 1984, Grandi Opere Nord [10], Editrice Nord, Milano
  10. ^ Collana I Grandi, Mondadori, 2006

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]