Rosa Feola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rosa Feola
Rosa Feola Jan2020.jpg
NazionalitàItalia Italia
Genereopera
Periodo di attività musicale2009 – in attività

Rosa Feola (San Nicola la Strada, 21 maggio 1986) è un soprano italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Feola è nata e cresciuta a San Nicola la Strada, Caserta, in una famiglia amante della musica.[1] Ha cominciato a studiare pianoforte con suo cugino quando aveva cinque anni. Successivamente è entrata nel coro dell'Accademia musicale di San Nicola, passando per il coro della chiesa.[2][3] Dopo aver studiato canto con Mara Naddei, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio Giuseppe Martucci di Salerno nel 2008, si perfeziona in Opera Studio presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia con Renata Scotto, Anna Vandi e Cesare Scarton.[4]

Ha debuttato nel ruolo di Corinna (Il viaggio a Reims) con Kent Nagano all'Accademia di Santa Cecilia all'età di 23 anni.[5][6] È giunta all'attenzione internazionale vincendo il 2º premio assoluto, il premio speciale Zarzuela e il premio Rolex del pubblico all'Operalia di Plácido Domingo nel 2010.[7]

L'anno successivo, ha debuttato nel ruolo di Adina (L'elisir d'amore) al Teatro dell'Opera di Roma,[8] in quello di Susanna (Le nozze di Figaro) al Teatro La Fenice di Venezia,[9] e in quello di Micaëla in (Carmen) alla Deutsche Oper Berlin.[10] Ha cantato Inez ne I due Figaro di Mercadante al Festival di Salisburgo (in coproduzione con il Ravenna Festival, il Teatro Real di Madrid, il Teatro Colón di Buenos Aires) diretta dal Riccardo Muti con il quale ha mantenuto una lunga collaborazione da allora.[5][11] La registrazione realizzata al Ravenna Festival è stata pubblicata dall'etichetta Ducale.[4]

Nel 2012, con Muti e la Chicago Symphony Orchestra ha debuttato negli Stati Uniti d'America in Carmina Burana di Carl Orff al Millennium Park di Chicago e all’apertura della stagione concertistica della Carnegie Hall di New York.[12] Al Ravenna Festival, con la regia di Cristina Mazzavillani Muti, ha debuttato nel ruolo di Gilda (Rigoletto),[13] uno dei suoi ruoli preferiti, nel quale ha debuttato anche all'Opernhaus Zürich (2013),[14] alla Bayerische Staatsoper (2015),[15] alla Lyric Opera of Chicago (2017),[16] e al Metropolitan Opera di New York (2019).[17]

Nel 2014, ha debuttato alla Wigmore Hall per Rosenblatt Recital Series con il pianista Iain Burnside.[18]

Il 2015 e il 2016 sono stati anni importanti per la sua carriera. Ha debuttato nel ruolo di Elvira alla Welsh National Opera in una nuova produzione de I puritani,[19] ottenendo recensioni entusiastiche e vincendo il "Best Female in an Opera Production" del Wales Theatre Awards[20] e il "What’s On Stage Opera Poll 2016" in Gran Bretagna.[21] Del 2015 è il suo primo album intitolato Musica e Poesia con composizioni di Ottorino Respighi, Giuseppe Martucci, Amilcare Ponchielli, Ciro Pinsuti, e Franz Liszt.[22] L'album è stato una "scelta dell'editore" nell'edizione di marzo di Gramophone[23] e ha ottenuto la nomination per Solo Vocal del 2016 al Gramophone Classical Music Awards.[24] La Feola ha ottenuto la nomination come interprete femminile all'International Opera Awards del 2016, assieme a Anna Bonitatibus, Mariella Devia, Christine Goerke, Evelyn Herlitzius e Anna Netrebko.[25] Nel 2016, ha cantato nel ruolo di Nannetta (Falstaff) nei concerti con la Chicago Symphony Orchestra, sotto la direzione di Muti, in occasione del 400º anniversario della morte di William Shakespeare,[26][27] realizzando così il suo primo recital negli USA a San Francisco,[28]. Ha partecipato ai BBC Proms alla Royal Albert Hall di Londra con un concerto di arie di Mendelssohn e Mozart,[29] e interpretato Susanna (Le nozze di Figaro) per il suo debutto con la Wiener Staatsoper.[30] Ancora con la Wiener Staatsope e la direzione di Riccardo Muti a Yokohama (Giappone), ha interpretato Susanna nella storicha produzione di Jean-Pierre Ponnelle.[31]

Nel 2017 ha partecipato al Concerto di Capodanno del Gran Teatro La Fenice di Venezia diretta da Fabio Luisi, interpretando musiche di Bellini, Donizetti, e Verdi. Il concerto è stato trasmesso da RAI e ARTE.[32] Ha poi debuttato al Teatro alla Scala ne La gazza ladra diretta da Riccardo Chailly in occasione 200º dalla prima rappresentazione alla Scala (1817). L'opera è stata trasmessa in diretta radiofonica su RAI-Radio3, in diretta televisiva in Italia su RAI 5 e in versione cinematografica in Italia e all'estero su "All'Opera".[33]

Feola si è unita a Riccardo Muti e all'Orchestra Giovanile Luigi Cherubini per il concerto inaugurale del Ravenna Festival 2020 del 21 giugno alla Rocca Brancaleone, interpretando musiche di Mozart. Questo concerto nello storico spazio all’aperto con le norme di distanziamento sociale è stato il primo concerto con pubblico in Italia dopo quasi quattro mesi di lockdown dovuto alla pandemia di COVID-19.[34] È stata trasmessa in diretta radiofonica su RAI-Radio3 e in streaming su Ravenna Festival Live.[35][36]

Ha debuttato nel ruolo di Violetta (La traviata) al Teatro Gabriello Chiabrera il 16 ottobre 2020 con la regia di Renata Scotto, che ha avuto il suo debutto con questo ruolo in questo teatro nel 1952.[37]

Il 1 gennaio 2021 ha partecipato, insieme al collega tenore Xabier Anduaga, al prestigioso Concerto di Capodanno del Teatro La Fenice di Venezia, diretta dal direttore Daniel Harding.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Sposata, dal 9 dicembre 2015, con il baritono casertano Sergio Vitale,[1] Rosa Feola ha due fratelli: Carlo, un basso-baritono, e Gianluca, un violinista.[38]

Repertorio[modifica | modifica wikitesto]

Repertorio operistico
Ruolo Titolo Autore
Elvira I puritani Bellini
Amina La sonnambula Bellini
Leïla Les pêcheurs de perles Bizet
Micaëla Carmen Bizet
Dircé Médée Cherubini
Carolina Il matrimonio segreto Cimarosa
Adina L'elisir d'amore Donizetti
Serafina Il campanello Donizetti
Lucia Ashton Lucia di Lammermoor Donizetti
Norina Don Pasquale Donizetti
Inez I due Figaro Mercadante
Susanna Le nozze di Figaro Mozart
Servilia La clemenza di Tito Mozart
Ilia Idomeneo Mozart
Zerlina Don Giovanni Mozart
Sandrina La finta giardiniera Mozart
Musetta La bohème Puccini
Lauretta Gianni Schicchi Puccini
Corinna Il viaggio a Reims Rossini
Ninetta La gazza ladra Rossini
Fiorilla Il turco in Italia Rossini
Gilda Rigoletto Verdi
Violetta La traviata Verdi
Nannetta Falstaff Verdi

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Il soprano sannicolese Rosa Feola convolerà a nozze con il baritono casertano Sergio Vitale, in Vivi Casagiove, 1º dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 13 marzo 2018).
  2. ^ Volker Hagedorn trifft Rosa Feola, su Opernhaus Zürich MAG65 p.46-47.
  3. ^ Angela Lonardo, Ricordi d’infanzia, in Il Mattino (Edizione Caserta), 9 giugno 2019.
  4. ^ a b "Notes", I due Figaro, ℗© 2012 Ducale, DUC 045-47
  5. ^ a b Emiliano Metalli, Il sorriso e la tenacia – Intervista a Rosa Feola, in Connessi all'Opera, 12 luglio 2017.
  6. ^ News dai Corsi, su Accademia Nazionale di Santa Cecilia (archiviato dall'url originale il 17 marzo 2018).
  7. ^ Winners, su Operalia, The World Opera Competition.
  8. ^ L'elisir d'amore, Stagione 2010/2011, su Teatro dell'Opera di Roma.
  9. ^ Le nozze di Figaro, Venerdì 14 Ottobre 2011, ore 19:00, su L’Archivio Storico del Teatro La Fenice.
  10. ^ Carmen, Donnerstag, 03.11.2011, su Deutsche Oper Berlin (archiviato dall'url originale il 14 novembre 2011).
  11. ^ Saverio Mercadante • I due Figaro, o sia Il soggetto di una commedia, su Salzburger Festspiele.
  12. ^ John von Rhein, Before strike, it's 'singing in the rain' at Millennium Park for CSO, in Chicago Tribune, 22 settembre 2012.
  13. ^ Trilogia d’autunno - ‘Aspettando Verdi’ - Rigoletto, su Ravenna Festival (archiviato dall'url originale il 1º ottobre 2012).
  14. ^ Rigoletto, Saison 2012/2013, su Opernhaus Zürich.
  15. ^ Rigoletto, Freitag, 13. November 2015, su Bayerische Staatsoper.
  16. ^ Rigoletto, Season 2017/2018, su Lyric Opera of Chicago.
  17. ^ Rigoletto {895} Metropolitan Opera House: 04/26/2019, su MetOpera Database.
  18. ^ Rosa Feola, Soprano. Iain Burnside. Pianist, in Rosenblatt Recitals, 9 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 3 gennaio 2014).
  19. ^ I puritani, Autumn 2015, su Welsh National Opera.
  20. ^ The Awards 2016/Y Gwobrau 2016, su The Wales Theatre Awards.
  21. ^ Winners of 2016 WhatsOnStage Opera Poll, su What's On Stage.
  22. ^ Rosenblatt Recitals: Rosa Feola – Musica e Poesia, in Opus Arte, 14 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 12 ottobre 2018).
  23. ^ Martin Cullingford, Editor's Choice recordings – March 2016, in Gramophone, 26 febbraio 2016.
  24. ^ The 2016 Gramophone Classical Music Awards Shortlist, in Gramophone, 1º agosto 2016.
  25. ^ Archive 2016, su International Opera Awards.
  26. ^ Falstaff, April 21-26 2016, Program Notes (PDF), su Chicago Symphony Orchestra.
  27. ^ Chicago Symphony Orchestra: Falstaff, su Shakespeare 400 Chicago.
  28. ^ Rosa Feola, soprano | Fabio Centanni, piano, su San Francisco Performances (archiviato dall'url originale il 6 aprile 2016).
  29. ^ Proms 2016 Prom 9 - BBC Proms, su BBC.
  30. ^ Le nozze di Figaro, 21.10.2016, su Wiener Staatsoper.
  31. ^ Le nozze di Figaro / 2016, Stages, Wien, su NBS-Japan Performing Arts Foundation.
  32. ^ Concerto di Capodanno 2016-2017, su L’Archivio Storico del Teatro La Fenice.
  33. ^ La gazza ladra, Stagione 2016/2017, su Teatro alla Scala. URL consultato il 24 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 1º aprile 2019).
  34. ^ L’Italia della musica riparte dal Ravenna Festival, su Ravenna Festival.
  35. ^ Ravenna Festival - Radio3 Suite - Il cartellone, su Rai Play Radio.
  36. ^ Concerto inaugurale, su Ravenna Festival Live.
  37. ^ Autunno 2020 - La traviata, su Teatro dell'Opera Giocosa.
  38. ^ Meine selbst gebackene Pizza ist wirklich fantastisch! (PDF), in Theaterjournal Theater Basel, settembre 2018, p. 21–21 (archiviato dall'url originale il 18 settembre 2018).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN306337892 · ISNI (EN0000 0004 0179 1561 · LCCN (ENn2013008654 · GND (DE1043567119 · WorldCat Identities (ENlccn-n2013008654