Robertingi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I Robertingi furono una dinastia nobile francese, che vide come capostipite Roberto il Forte, Marchese di Neustria contro i Bretoni, conte d'Angiò, di Auxerre e di Nevers, che fu anche abate laico di alcune abbazie.

Dinastia robertingia
Roberto il Forte
Figli
Oddone, conte di Parigi
Figli
  • Raul
  • Oda
  • Arnolfo
  • Guy
Roberto I di Francia
Figli
Ugo il Grande
Oddone di Borgogna
Enrico Ottone
Figli
Ugo Capeto
Dinastia
Modifica

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'861, il re dei Franchi occidentali, Carlo il Calvo istituì il marchesato di Neustria[1], dividendolo in due parti, una, per combattere i Vichinghi, fu affidato ad Adalardo il Siniscalco; l'altro, per combattere i Bretoni, secondo il cronista Reginone, fu affidato a Roberto il Forte, che lo resse con capacità per alcuni anni[2].
Roberto il Forte, secondo la Chronique de l'abbaye de Saint-Bénigne de Dijon ebbe due figli[3] da Adelaide d'Alsazia, come è indicato nelle Europäische Stammtafeln[4], vol II cap. 10 (non consultate):

Roberto I aveva preso in moglie, nell'897 circa, Beatrice di Vermandois[9](880 circa]-dopo 26 marzo 931, una discendente di Carlo Magno, figlia di Erberto I di Vermandois. Da Beatrice Roberto ebbe due figli:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il marchesato di Neustria fu istituito dal re dei Franchi occidentali, Carlo il Calvo, proprio nell'861, ed era diviso in due zone, una a sud ovest per combattere i Bretoni, affidata a Roberto il Forte, mentre l'altra zona era a nord est, per combattere i Vichinghi fu affidata ad Adalardo il Siniscalco.
  2. ^ (LA) Monumenta Germaniae historica, Scriptores, tomus I - Reginonis Chronicon pag 571
  3. ^ (LA) Chronique de l'abbaye de Saint-Bénigne de Dijon, Pag 109
  4. ^ Le Europäische Stammtafeln sono una raccolta di tavole genealogiche delle (più influenti) famiglie europee.
  5. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus V, Herimanni Aug. Chronicon, Pag 109
  6. ^ (LA) Ademarus Engolismensis, Historiarum Libri Tres, liber III, Pag 37, par 20
  7. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus III, Flodoardi Annales, anno 922, Pag 370
  8. ^ a b c d e (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus III, Flodoardi Annales, anno 923, Pag 371
  9. ^ a b c (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus IX, Historia Francorum, Pag 366
  10. ^ a b (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus III, Flodoardi Annales, anno 934, Pag 382
  11. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, tomus III: Flodoardi Annales, anno 923, pag. 372
  12. ^ Ugo il Grande aveva sposato, nel 926, Eadilda o Eadheld, la sorella del re d'Inghilterra, Atelstano, anche sorella della madre di Luigi IV d'Oltremare, Ogiva.
  13. ^ a b (EN) Foundation for Medieval Genealogy : Re di Francia - HUGUES
  14. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus VII, Rodulfus Glaber Cluniacensis: Historiarum Sui Temporis Libri Quinque : liber I, 4 Qui postmodum Rome imperatores extiterint, Pag 54
  15. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus VII, Rodulfus Glaber Cluniacensis: Historiarum Sui Temporis Libri Quinque : liber II, 1 De electione Hugonis in Regem, Pag 61

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura storiografica[modifica | modifica wikitesto]

  • René Poupardin, I regni carolingi (840-918), in «Storia del mondo medievale», vol. II, 1999, pp. 583–635
  • Louis Halphen, Francia: gli ultimi Carolingi e l'ascesa di Ugo Capeto (888-987), in «Storia del mondo medievale», vol. II, 1999, pp. 636–661