Conte di Parigi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stemma del conte di Parigi

Il titolo di Conte di Parigi (in francese Comte de Paris) era un titolo nobiliare francese esistente in epoca carolingia relativo al distretto circostante Parigi. Il conte di Parigi era successivamente eletto al trono di Francia.

Il titolo si estinse quando Parigi divenne città reale, ma fu successivamente riutilizzato dai pretendenti orleanisti al trono di Francia per porli in relazione all'antico casato capetingio. Attualmente è utilizzato dal Principe Enrico, conte di Parigi, duca di Francia.

Un conte di Parigi fittizio è uno dei personaggi della celebre tragedia di William Shakespeare Romeo e Giulietta.

Guideschi[modifica | modifica wikitesto]

Pipinidi[modifica | modifica wikitesto]

Girardidi[modifica | modifica wikitesto]

Guelfi[modifica | modifica wikitesto]

Robertiani[modifica | modifica wikitesto]

Bouchardidi[modifica | modifica wikitesto]

Orleanismo[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo fu riutilizzato molto più tardi e fu usato da tre pretendenti al trono di Francia:

Il titolo fu assegnato da Luigi Filippo I a suo nipote Filippo in segno di gratitudine verso la città di Parigi e in riferimento agli antecessori della famiglia capetingia.

A partire dal 1830, vi erano state intense discussioni tra i monarchici francesi. Un gruppo, denominato "legittimisti", riconoscevano il ramo più anziano della famiglia come linea ereditaria per la monarchia, mentre un altro gruppo, denominato "orleanisti", riconosceva Luigi Filippo ed i suoi eredi. Nel 1883, alla morte di Enrico, conte di Chambord, il ramo anziano della famiglia si estinse. In linea ereditaria, il successore era Juan, conte di Montizon, ma la maggior parte dei legittimisti riconobbe Filippo, conte di Parigi, come erede al titolo di conte di Chambord, poiché il Re Filippo V di Spagna, antenato del conte di Montizon, aveva rinunciato ai suoi diritti al trono di Francia. Un gruppo minoritario di monarchici si rifiutò di riconoscere la validità di tali rinunce. Attualmente essi riconoscono come erede al trono di Francia Luigi Alfonso, duca di Angiò.

Perciò, attualmente il conte di Parigi è il pretendente orleanista al trono di Francia.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]