Regione di Martakert

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Regione di Martakert
regione
(HY) Մարտակերտ
Localizzazione
StatoArtsakh Artsakh
Amministrazione
CapoluogoMartakert
Territorio
Coordinate
del capoluogo
40°12′55″N 46°48′46″E / 40.215278°N 46.812778°E40.215278; 46.812778 (Regione di Martakert)Coordinate: 40°12′55″N 46°48′46″E / 40.215278°N 46.812778°E40.215278; 46.812778 (Regione di Martakert)
Superficie1 795 km²
Abitanti19 900 (2015)
Densità11,09 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+4
Cartografia
Regione di Martakert – Localizzazione
Sito istituzionale

La regione di Martakert (in armeno: Մարտակերտ?, traslitterato anche Mardakert) è una regione della repubblica dell'Artsakh (già Nagorno Karabakh) con capoluogo Martakert.

La regione conta 19 900 abitanti (al 2015)[1] su una superficie di 1795 km² e comprende un centro urbano (il capoluogo) e 42 comunità rurali.[2]

Si trova nella parte nord orientale del paese e ingloba anche la porzione orientale del distretto di Kəlbəcər, quella occidentale del distretto di Tərtər e una piccola parte di quello di Ağdam. L'estremo lembo orientale del distretto rimane sotto controllo azero a seguito della guerra del Nagorno Karabakh.

Il capoluogo conta (al 2010) 4 200 abitanti e si trova adagiato in una conca non lontano dalla linea di confine con l'Azerbaigian; proprio per questa sua posizione fu teatro di scontri violentissimi e continui bombardamenti durante il conflitto. Oggi una moderna strada lo collega rapidamente alla capitale Step'anakert. Un'altra in direzione ovest raggiunge l'Armenia attraverso il passo Sodk nella attigua regione di Šahowmyan.

Da un punto di vista morfologico, il territorio è segnata da quattro catene montuose che corrono longitudinalmente, pressoché in parallelo, da ovest verso est: a nord si staglia la suggestiva catena dei monti Mrav che segna la divisione con l'Azerbaigian. Più a sud si sviluppano le catene minori di Arakelots, Jraberd e Okhtnaghbyur.

La regione è ricchissima di bellezze naturali e testimonianze artistiche non tutte facilmente raggiungibili per l'impervietà dei luoghi. Da un punto di vista naturalistico meritano una visita il bacino artificiale di Sarsang (formato da una diga idroelettrica sul fiume Tartar) e le fitte foreste che coprono le montagne della zona.


Da un punto di vista storico ed architettonico, il Monastero di Gandzasar, nei pressi del villaggio di Vank, è forse il più pregevole sito di tutto l'Artsakh, recentemente restaurato dai danni riportati durante il conflitto.[3]

Altri siti sono il monastero di Metsaranits, nei pressi del villaggio di Kolatak e quello di san Gregorio a Rev.

Lista delle comunità regionali[modifica | modifica wikitesto]

Comunità urbane[modifica | modifica wikitesto]

Comunità rurali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sito governativo della Regione
  2. ^ Ufficio centrale di Statistica della RNK, Report 2015, pag.12
  3. ^ cfr N.Pasqual, Armenia e Nagorno Karabakh, Polaris Guide, 2010, pag.331.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]