Sarsang

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bacino idrico di Sarsang

Il bacino idrico di Sarsang (in armeno Սարսան ջրամբար) è un grande lago artificiale ubicato nel distretto di Martakert nella repubblica de facto del Nagorno Karabakh.

Visione d'insieme[modifica | modifica wikitesto]

Il bacino si è formato per lo sbarramento di una diga idroelettrica di 125 metri di altezza costruita sul fiume Tartar nel 1976. La superficie complessiva è pari a 14,2 km² per un volume di 575 milioni di metri cubi.

L'impianto idroelettrico, che sviluppa una capacità energetica di 50 megawatt ed è gestito attualmente dalla società "Artsakh HEK OJSK", rappresenta una delle principali fonti di approvvigionamento elettrico per lo stato (circa il 60%).

Contesto ambientale[modifica | modifica wikitesto]

La riserva di Sarsang è circondata da fitti boschi, in un paesaggio molto suggestivo. L'intera area ha pochi insediamenti urbani: il suo isolamento ed il contesto ambientale cominciano ad attirare numerosi turisti. L'accesso più agevole è attraverso la strada statale che unisce Karvachar, attuale capoluogo del distretto di Shahumian, a Martakert, centro amministrativo dell'omonimo distretto, e che costeggia un tratto della sponda meridionale del lago.

Aspetti politici[modifica | modifica wikitesto]

L'invaso era stato progettato non solo per la costruzione della centrale idroelettrica ma anche per assicurare adeguata irrigazione ad un'area molto vasta di territorio compresa nei rayon azeri di Tartar, Agdam e Barda. Dopo la conclusione del conflitto l'invaso è rimasto sotto controllo armeno sicché gli azeri hanno perso la piena disponibilità dell'approvvigionamento idrico di quei territori.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

geografia Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di geografia