Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Nikol Pashinyan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

«I cittadini Armeni hanno deciso di portare una maggioranza rivoluzionaria in parlamento.[1]»

(Nikol Pashinyan dopo le elezioni del 9 dicembre 2018)
Nikol Vovayi Pashinyan
Նիկոլ Վովայի Փաշինյան
Nikol Pashinyan (2018-05-14).jpg

Primo ministro dell'Armenia
In carica
Inizio mandato 8 maggio 2018
Presidente Armen Sarkissian
Predecessore Karen Karapetyan (ad interim)

Dati generali
Partito politico Contratto Civile
Professione giornalista

Nikol Pashinyan (in armeno: Նիկոլ Վովայի Փաշինյան; Ijevan, 1º giugno 1975) è un politico armeno, Primo ministro dell'Armenia dal maggio 2018.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Già giornalista ed editore del quotidiano Haykakan Zhamanak, viene eletto nel maggio del 2018 Primo ministro dell'Armenia a seguito di accese proteste, conosciute come Rivoluzione di velluto, culminate nelle dimissioni del precedente primo ministro Serž Sargsyan[2].

Una settimana dopo ha dato vita al Governo Pashinyan I ufficialmente in carica fino al 16 ottobre 2018.[3]

Ha vinto le elezioni del 9 dicembre 2018 costituendo una coalizione denominata Il mio passo di cui hanno fatto parte il suo partito Contratto Civile e il Partito La Missione, ottenendo una maggioranza del 70,4%.

Il 14 gennaio 2019 il Presidente della Repubblica Armen Sarkissian ha firmato il nuovo incarico effettivo di Pashinyan di Primo Ministro dell'Armenia e contestualmente quello di formare il governo.[4]

Il 19 gennaio 2019 sono stati nominati con decreto del Presidente della Repubblica d'Armenia, Armen Sarkissian i Ministri del Governo Pashinyan II.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN2026152637852820220009 · LCCN (ENno2019003615 · GND (DE1158606435