Turgut Özal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Turgut Özal
Turgut Özal cropped.jpg

Presidente della Turchia
Durata mandato 9 novembre 1989 –
17 aprile 1993
Primo ministro Yıldırım Akbulut
Mesut Yılmaz
Süleyman Demirel
Predecessore Kenan Evren
Successore Süleyman Demirel

Primo ministro della Turchia
Durata mandato 13 dicembre 1983 –
31 ottobre 1989
Presidente Kenan Evren
Predecessore Bülend Ulusu
Successore Yıldırım Akbulut

Leader del Partito della Madrepatria
Durata mandato 20 maggio 1983 –
31 ottobre 1989
Predecessore carica istituita
Successore Yıldırım Akbulut

Dati generali
Partito politico Partito della Madrepatria
Università İstanbul Teknik Üniversitesi
Firma Firma di Turgut Özal

Halil Turgut Özal (IPA: [tuɾˈɡut øˈzaɫ]) (Malatya, 13 ottobre 1927Ankara, 17 aprile 1993) è stato un politico turco.

È stato per due volte Primo ministro della Turchia fra il 1983 ed il 1989, ed ottavo Presidente della Repubblica Turca dal 1989 fino alla sua morte.

Origini ed educazione[modifica | modifica wikitesto]

Turgut Özal nacque a Malatya, nell'Anatolia Orientale, il 13 ottobre del 1927, figlio di Mehmet Sıddık, un impiegato di banca turco, e di Hafiza, un'insegnante elementare curda. Dopo aver terminato con successo le scuole elementari nel villaggio di Silifke, la scuola media nella città di Mardın e la scuola superiore nella città di Cesarea, si iscrisse al corso di Ingegneria Elettrica dell'İstanbul Teknik Üniversitesi (İTÜ, il Politecnico di Istanbul) prestigiosa università istanbulita ove si laureò nel 1950. Dopo aver lavorato per un breve periodo alle dipendenze dell'EİE (ente per lo sviluppo delle risorse elettriche) ed essersi sposato nel frattempo con Semra, dattilografa presso lo stesso ente pubblico, Turgut continua i suoi studi, ampliandoli nel campo dell'Ingegneria Gestionale, negli Stati Uniti d'America.

Carriera lavorativa[modifica | modifica wikitesto]

Tornato in Turchia, è dal 1953 al 1958 responsabile tecnico per il direttorato generale dell'EİE, nel 1959 viene promosso segretario della commissione per la pianificazione, nel 1960 al coordinamento della pianificazione. Dopo aver svolto il servizio militare nel 1961, resta alle dipendenze dell'EİE come vicedirettore fino al 1966. Chiamato a far parte dello staff di tecnici del primo ministro, nel 1967 avviene il salto di qualità, viene chiamato a far parte dell'ente per la pianificazione generale, che lo porta a ricoprire diverse posizioni dirigenziali fino al 1973. Dopo aver ricoperto diversi incarichi dirigenziali nel settore privato tra il 1973 ed il 1979, viene richiamato al governo dapprima come semplice consigliere, poi, dopo il colpo di Stato militare, come ministro ed infine come vice primo ministro fino al luglio del 1982.

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Avendo per lo più occupato fino ad allora posizioni governative soprattutto in veste di tecnico, il 20 maggio 1983 Turgut Özal fonda il Partito della Madrepatria (ANAP, Anavatan Partisi), ne viene eletto leader, vince le seguenti elezioni e diventa primo ministro.
Dopo aver guidato il paese tra il dicembre del 1983 ed il novembre del 1989, viene eletto ottavo Presidente della Repubblica Turca, carica che manterrà fino alla morte, dovuta ad un improvviso attacco cardiaco. Verrà seppellito ad Istanbul, in un mausoleo appositamente dedicato, accanto al mausoleo del primo ministro Adnan Menderes, giustiziato nel 1960 al termine d'un processo dai chiari risvolti politici.

Politica[modifica | modifica wikitesto]

La politica di Turgut Özal, sia come primo ministro che successivamente come ottavo Presidente della Repubblica Turca, è stata incentrata sulla liberalizzazione economica: egli ha iniziato e portato a termine una serie di grandiose riforme economiche che hanno trasformato in maniera profonda il sistema economico turco. Egli ha infine appoggiato militarmente e logisticamente gli Stati Uniti d'America durante la Prima guerra del Golfo. Ironia della sorte, per un uomo che ha sempre orgogliosamente dichiarato le proprie origini curde, è stato chiamato a fare fronte alla rivolta del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK) nell'Anatolia Sudorientale, nel periodo della sua massima recrudescenza. Si debbono tra l'altro a Turgut Özal i primi tentativi di apertura verso la minoranza curda, quali ad esempio l'abrogazione del divieto di utilizzo della lingua curda.

Turgut Özal è indubbiamente stato, ad esclusione del fondatore della Repubblica ed eroe nazionale Kemal Atatürk, il più amato Presidente della Turchia. La sua enorme popolarità deriva dalla sostanziale riuscita delle sue politiche di trasformazione in senso liberistico dell'economia turca e di stabilizzazione del confronto politico. Özal si definiva per convenienza kemalista ma di fatto era un neo-liberale, nazionalista ma non fanatico (collaborò con il generale Kenan Evren quando questi abbandonò la divisa, i suoi successi erano visti con sospetto sia dagli ambienti militari progressisti più vicini all'ideologia kemalista, che paventavano la sua politica di apertura verso i movimenti separatisti curdi, sia dalle opposizioni sia di destra che di sinistra. La sua morte, avvenuta nel contesto di una sua apertura politica nei confronti dei curdi, è stata ritenuta sospetta al punto che, su richiesta della famiglia, nel 2012 la salma è stata riesumata perché venisse effettuata un'analisi tossicologica su di essa.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Compagno dell'Ordine dell'Australia - nastrino per uniforme ordinaria Compagno dell'Ordine dell'Australia
«Per il servizio eminente alle relazioni turco/australiane.»
— 8 febbraio 1991[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Sito web It's an Honour: dettaglio decorato.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Primo ministro della Turchia Successore Flag of Turkey.svg
Bülent Ulusu 1983 - 1989 Yıldırım Akbulut
Predecessore Presidente della Repubblica Turca Successore Flag of Turkey.svg
Kenan Evren 1989 - 1993 Süleyman Demirel
Controllo di autorità VIAF: (EN74263916 · LCCN: (ENn86008242 · ISNI: (EN0000 0001 1431 8456 · GND: (DE118882031 · BNF: (FRcb12101838r (data) · BAV: ADV10181360