Preghiere di Fátima

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Raffigurazione artistica di Maria da parte di Giovanni Battista Salvi, un esempio dell'arte mariana

La Preghiera di Fátima o Invocazione è una versione comune di preghiera a Gesù usata dai cattolici. Assieme ad altre quattro Preghiere di Fátima, nacque durante le apparizioni mariane a Fátima, in Portogallo nel 1917. La "preghiera decima", la maggiormente nota delle cinque preghiere, viene comunemente aggiunta alla fine di ogni decina del Rosario, una delle pratiche più popolari devozionali nel cattolicesimo romano. Due altre preghiere sono anche associate con le visioni e possono essere classificate nelle Preghiere di Fatima, tuttavia non sono venute all'esistenza a Fatima, ma in Spagna molti anni più tardi. Questo porta il numero di preghiere a sette.

La preghiera decima[modifica | modifica wikitesto]

Anche se non fa parte della tradizione originale del Rosario o nel testo originale della vulgata, molti cattolici scelgono di aggiungere dopo il Gloria al Padre dopo che la Beata Vergine Maria ha richiesto il suo utilizzo durante una sua apparizione a Fátima, ritenuto un miracolo "degno di fede" da parte della Chiesa. Il seguente testo della preghiera appare per prima in lingua latina e poi in lingua italiana:

(LA)

« "O mi Iesu, dimitte nobis debita nostra, libera nos ab igne Inferni, perduc in Caelum omnes animas, praesertim illas quae maxime misericordiae tuae indigent. Amen". »

(IT)

« Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell'inferno, porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia. Amen". »

La sua versione originale in lingua portoghese recita invece così:

« "O Meu Bom Jesus perdoai-nos e livrai-nos do fogo do Inferno, Levai come almas todas para o céu e socorrei come que mais precisarem de Vossa infinita misericordia." »

Secondo il libro "Nostra Signora di Fatima" di William Thomas Walsh, in un'intervista con l'autore[1] Suor Lucia afferma che "La forma corretta è quella che ho scritto nel mio conto dell'apparizione di 13 luglio: 'O mio Gesù, perdonaci, e salvaci dal fuoco dell'inferno; porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose.'" Da notare che questa versione non ha la comune aggiunta "della tua misericordia" alla fine di essa.

Altre preghiere di Fatima[modifica | modifica wikitesto]

Meno comunemente dette "Preghiere di Fatima" includono la preghiera Perdono, Preghiera dell'Angelo, la Preghiera eucaristica e la Preghiera Sacrificio che i veggenti hanno detto che hanno imparato dai personaggi celesti durante le loro visite. Suor Lucia ha riportato altre due preghiere che le sono state date a lei nel 1931 in una visione di Gesù Cristo. Queste due sono note come la Preghiera di conversione e la Preghiera della Salvezza e sono spesso classificate come preghiere Fatima.

Preghiera del Perdono[modifica | modifica wikitesto]

I veggenti ha detto che questa preghiera è stata insegnata a loro nella prima apparizione di Fatima, nella primavera del 1916, da un angelo che si faceva chiamare "l'Angelo Custode del Portogallo". Questa recita:

« Dio mio, io credo, adoro, spero e Vi amo. Io Vi domando perdono per coloro che non credono, non adorano, non sperano, non Vi amano. »

Preghiera dell'Angelo[modifica | modifica wikitesto]

Nell'autunno dello stesso anno, secondo Lucia, lei ei suoi cugini videro di nuovo lo stesso angelo, ed egli insegnò loro una seconda preghiera. Allo stesso tempo, essi videro una visione del Santissimo Sacramento sospeso in aria prima che l'Angelo si prostrasse e pregasse:

« Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, io Vi adoro profondamente e Vi offro il preziosissimo Corpo, Sangue, Anima e Divinità di Gesù Cristo, presente in tutti i tabernacoli del mondo, in riparazione degli oltraggi, dei sacrilegi, delle indifferenze da cui Egli medesimo è offeso. Per i meriti infiniti del suo Sacro Cuore e del Cuore Immacolato di Maria io Vi domando la conversione dei poveri peccatori. »

La preghiera dell'Angelo è un atto di riparazione per la Santissima Trinità.

Preghiera dell'Eucaristia[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 maggio 1917, i tre bambini videro una donna vestita di un bianco raggiante, che hanno poi realizzato era la Vergine Maria. Il suo messaggio principale in un primo momento è stata l'importanza di pregare il Rosario. Ha anche chiesto ai bambini se fossero disposti a offrire sacrifici in riparazione per i peccati del mondo, e hanno acconsentito. Poi ha detto: «Voi avrete molto da soffrire, ma la grazia di Dio sarà il vostro conforto". Quando lei disse le parole "la grazia di Dio", ha trattenuto le mani ed i bambini ebbero una grande luce circostante e penetrante in loro. Senza pensarci, si trovarono a dire queste parole:

« O Santissima Trinità, vi adoro! Mio Dio, mio Dio, Vi amo nel Santissimo Sacramento! »

Lucia scrisse in seguito che erano "mossi da un impulso interiore", come per lei stessa si ritrovò il 13 ottobre 1917 durante la visione in cui lei udì "Guardate il sole!".

Preghiera del Sacrificio[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 giugno dello stesso anno, i veggenti raccontano che la "Signora del cielo" apparve di nuovo e insegnò loro due preghiere, la preghiera decima e la preghiera del Sacrificio. La seconda preghiera doveva essere recitata quando si offriva un'azione o un po' di sofferenza in spirito di sacrificio:

« O Gesù, è per l'amore di Te, in riparazione per le offese commesse contro il Cuore Immacolato di Maria, e per la conversione dei poveri peccatori. »

William Thomas Walsh scrive che Lucia gli ha raccontato le parole come segue: "O Gesù, è per vostro amore, per la conversione dei peccatori ed in riparazione dei peccati commessi contro il Cuore Immacolato di Maria".[2]

Questa preghiera, recitata sinceramente, permette di fatto a qualsiasi malattia, difficoltà o dolore nella propria vita da offrire in atto di riparazione.

Preghiere di Conversione e Salvezza[modifica | modifica wikitesto]

Le ultime due preghiere furono dettate all'ultima delle profeti viventi, Lucia, dato che i suoi due compagni nel frattempo erano morti. Nel 1931 ha avuto una visione a Rianxo, in Spagna, dove racconta di aver incontrato in visione il Cristo. Egli le chiese di pregare per la conversione e la salvezza del mondo attraverso il Cuore di Maria, sua Madre.

Con la vostra pura e Immacolata Concezione, o Maria, ottenere la conversione della Russia, Spagna, Portogallo, dell'Europa e del mondo intero!

Dolce Cuore di Maria, sii la salvezza della Russia, la Spagna, il Portogallo, l'Europa e il mondo intero.

La preghiera eucaristica e la preghiera di perdono sono spesso utilizzati come giaculatorie, che sono abbastanza comuni nella tradizione cattolica. Un sacerdote gesuita, Padre Cruz, insegnò ai bambini a dire le preghiere brevi, "Gesù, ti amo" o "Cuore Immacolato di Maria, salva i poveri peccatori". Secondo Lucia, Giacinta immediatamente trasformò queste preghiere in musica per poterle sentire cantare durante la giornata.[3]

Altre preghiere[modifica | modifica wikitesto]

Queste preghiere non sono stati le uniche devozioni sorte dalle visioni di Fatima. Lucia ha detto che Maria ha chiesto una serie di devozioni, compresi i Cinque Sabati, la frequente recita del Rosario, e preghiere per la conversione della Russia, che all'ora era considerata dalla Chiesa come una nazione senza Dio, oltre che comunista.

Questo spronò la creazione di un'organizzazione conosciuta come la Blue Army di Nostra Signora di Fatima, dedicata allo svolgimento delle richieste della Madonna di Fatima, così come la promozione dello Scapolare.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ William Thomas Walsh, Our Lady of Fátima (Image, 1954), p. 225.
  2. ^ Walsh, p. 80.
  3. ^ Walsh, p. 93

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) William Thomas Walsh, Our Lady of Fátima, Macmillan ed., 1947

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cristianesimo Portale Cristianesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cristianesimo