Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Personaggi minori di Ken il guerriero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Personaggi di Ken il guerriero.

Un elenco dei personaggi minori del manga e anime Ken il guerriero, elencati in ordine di apparizione.

Prima serie[modifica | modifica wikitesto]

Villaggio di Lynn[modifica | modifica wikitesto]

Zed[modifica | modifica wikitesto]

Zed (ジード Jiido?), Zeta nell'anime, è il primo vero avversario di Kenshiro col quale questi si scontra avendo facilmente la meglio, usando la tecnica dei Cento Pugni Distruttivi di Hokuto (北斗百裂拳 Hokuto Hyakuretsuken?), per liberare Lynn, presa in ostaggio da questi. Leader di una banda di predoni motociclisti, con i quali compie razzie depredando i viandanti che passano nel suo territorio, ha una mohican di colore rosso e la scritta "Z 666" tatuata sulla fronte, a differenza dei suoi uomini che invece hanno solo una "Z" tatuata su una parte del corpo. Non ha una tecnica particolare se non la propria forza bruta, avvalorata anche dalla sua mole che sovrasta quella del resto dei suoi uomini.

Sia nel manga che nell'anime lo vediamo assaltare un veicolo di passaggio uccidendo tutti e rubando cibo ed acqua; subito dopo viene avvisato che una pattuglia dei suoi uomini è stata uccisa e quando si reca sul posto per verificare l'accaduto, vediamo per la prima volta i devastanti effetti della tecnica di Hokuto. Dopo aver attaccato il villaggio di Lynn, prende quest'ultima come ostaggio per farsi dare cibo ed acqua. Quando tre dei suoi uomini tentano di fermare Kenshiro che avanza verso di lui (solo per essere immediatamente uccisi), riconosce l'artefice del massacro della sua pattuglia ma è troppo tardi: Kenshiro usa la tecnica dei Cento Pugni Distruttivi di Hokuto, ponendo fine alla sua vita.

Zed compare anche nella serie manga spin-off Toki il santo d'argento, infatti il Villaggio dei Miracoli è ubicato in prossimità del territorio dove egli spadroneggia. Alcuni dei suoi uomini attaccano Amiba, altri Juza delle nuvole ma vengono rapidamente sconfitti ed uccisi (tranne uno, che viene catturato da Juza). Già subito dopo aver appreso dell'annientamento della prima pattuglia, Zed grida vendetta e la sua banda compie stragi nei villaggi vicini come ritorsione, prima di sferrare un attacco in grande stile al villaggio di Toki. La popolazione non è però impreparata ed è ben lieta di fare la sua parte, per Toki e per se stessa. La furiosa battaglia termina quando Toki, con l'aiuto di Juza delle nuvole, riesce a raggiungere Zed e ad assestargli il Colpo del vuoto di memoria di Hokuto, detto anche Dito annullatore di Hokuto (北斗虚無指弾 Hokuto Kyomushindan?), che cancella dalla memoria i ricordi recenti; Toki permette così agli aggressori di tornare nel loro deserto senza legge: i superstiti della banda prendono il loro capo privo di sensi e lasciano il villaggio, con la certezza che la prossima volta non saranno tanto fortunati. Infatti, in una scena del quarto volume della stessa serie, Jagger comunica a Ryuga di aver saputo che la banda di Zed è stata totalmente sgominata da un uomo con sette cicatrici sul petto, ossia Kenshiro.

Esercito di Shin[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Esercito di Shin.

Nella serie TV Shin ha un vero e proprio esercito pronto a scagliarsi contro Kenshiro per impedirgli di raggiungere la Croce del Sud.

Armata di Golan[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Armata di Golan.

L'Armata di Golan (ゴラン Goran?) è ciò che rimane del reparto d'incursione speciale dell'esercito, i cui membri sono chiamati Berretti Rossi. Dopo l'olocausto, sono divenuti una setta di fanatici militaristi, convinti di essere stati "prescelti da Dio" in quanto sopravvissuti alla guerra atomica e per questo legittimati ad opprimere liberamente i più deboli e ad appropriarsi con la forza di ogni cosa desiderino.

Nel manga il loro scopo è fondare una loro nazione, la Terra di Dio (ゴッドランド Goddorando?, dall'inglese "God Land"), rapendo le donne per generare una prole di prescelti e la loro presenza è successiva alla morte di Shin. Nella serie TV, invece, essi fanno parte integrante dell'esercito di Shin, che adorano come un dio tanto da essere ridefiniti appunto come l'Armata di Dio (ゴッドアーミー Goddo Āmī?, dall'inglese "God's Army"): tale appellativo si basa anche sul gioco di parole relativo al termine shin, che in giapponese ha proprio, tra i suoi significati, anche quello di dio. Inoltre vessano il vicino villaggio in cambio di protezione.

Banda di Jackal[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Banda di Jackal.

Una banda di predoni motorizzati capeggiati da Jackal, un brigante molto scaltro.

Come l'Armata di Dio, nel manga questa saga costituisce un proprio arco narrativo successivo alla sconfitta di Shin, mentre nella serie TV i suoi componenti sono chiamati I Guerrieri ed incrociano Kenshiro prima della sconfitta di Shin, di cui sono al servizio, quando lui, Bart e Lynn capitano nel piccolo insediamento di Toyo, l'anziana signora che aveva allevato Bart e che ancora ospita molti orfani. Messo alle strette da Kenshiro, Jackal è costretto ad accettare l'aiuto del Jolly, che gli dà indicazioni per liberare il terribile Figlio del Diavolo dalla prigione di Villany.

Il capo della banda, Jackal (sciacallo nell'edizione italiana della serie televisiva) viene considerato da Ken, "vile e meschino anche in punto di morte".

Clan della Zanna[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Clan della Zanna.

Il Clan della Zanna (牙一族 Kiba Ichizoku?, lett. "Tribù della Zanna", La famiglia Cobra nell'anime) è una banda di predoni insediatasi sulle montagne nei pressi del villaggio di Mamiya e il cui punto di forza consiste nell'organizzazione patriarcale e nella forte unità dei suoi membri. Combattono usando le Tecniche del Branco di Lupi del Monte Hua (華山群狼拳 Kazan Gunrō Ken?), specializzate negli attacchi di gruppo.

Socialmente assomigliano molto ad tribù primitiva: infatti, benché non disdegnino l'uso di motociclette ed esplosivi, vestono pelli di animali ed indossano ninnoli fatti con zanne e seguono una rudimentale religione primitiva secondo cui l'anima di uno dei suoi seguaci non può raggiungere il paradiso se il suo assassino non viene a sua volta ucciso; nel caso in cui questo non possa accadere, per placare le anime dei defunti compiono sacrifici umani, immolando persone esterne alla tribù.

Nel manga e nella serie TV verranno sconfitti da Kenshiro, Rei e Maimiya, mentre in Ken il guerriero - Il film dall'esercito di Raoul.

Villaggio dei Miracoli[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Villaggio dei Miracoli.

Alla ricerca di Toki, Kenshiro si imbatte in una comunità dove circolano voci su un vicino Villaggio dei Miracoli, dove si dice risieda un "Salvatore" in grado di curare ogni malattia con il solo tocco delle mani. Altre voci, però, descrivono il Salvatore come un folle che compie atroci esperimenti sugli esseri umani. Kenshiro decide di vederci chiaro e scopre che il presunto Toki è in realtà Amiba, un impostore che si considera un genio.

Nella serie TV in questa parte compare l'intero cast di comprimari a parte Aily, mentre nel manga sono presenti solo Kenshiro e Rei.

Cassandra[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Cassandra (Ken il guerriero).

Cassandra (カサンドラ Kasandora?) è la grande città-prigione in cui il Re di Hokuto tiene prigionieri i suoi nemici, in particolare i maestri di arti marziali ai quali vuole carpire i segreti delle loro tecniche. È lì che viene tenuto prigioniero anche Toki.

Esercito del Re di Hokuto[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Esercito del Re di Hokuto.

Sia nel manga che nell'anime, il Re di Hokuto, che altri non è se non Raoul, il fratello maggiore di Kenshiro, crea un vero e proprio impero, per cui è circondato da generali e affida i villaggi conquistati ad altri subalterni.

Gang di Yuda[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Gang di Yuda.

Yuda è circondato da una serie di subalterni che, coerentemente con la natura della stella alla quale è legato il proprio destino, sfrutta o fa sfruttare per i suoi fini.

Esercito di Souther[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Esercito di Souther.

Souther forma un esercito che setaccia tutto il territorio sotto la sua sfera di influenza a caccia di bambini, allo scopo di rapirli e renderli schiavi per la costruzione del mausoleo a forma di croce in suo onore. All'interno delle sue fila ci sono personaggi spietati pronti a servirlo e ad eseguire i suoi ordini.

Altri banditi[modifica | modifica wikitesto]

Banda di Gokure[modifica | modifica wikitesto]

Gokure (ゴクレ Gokure?, "Kogure" nell'anime), Guzuri (グズリ?), Jira (ジイラ Jīra?, "Seala" nell'anime) e Naburi (ナブリ?) sono un gruppo di quattro fratelli a capo ad una banda indipendente di banditi che imperversa nei pressi del villaggio di Fudo della Montagna. Il capo dei quattro presenta il volto dipinto di bianco con brevi tracce di blu e si distingue dagli altri per il giubbotto di pelle nero. Guzuri è il suo secondo, caratterizzato da una cresta come capigliatura ed una fascia rosa che gli dipinge il volto dalla fronte al mento. È lui che dice agli altri due di risparmiare energie poiché il giorno successivo si devono rimettere in viaggio. Jira è biondo con una saetta gialla dipinta sul viso mentre Naburi ha i capelli rossi e delle frecce azzurre dipinte attorno al volto. Gli ultimi due non danno alcuna importanza alla vita umana, sostenendo di non aver fatto nulla di male dopo aver ucciso un allevatore di galline. Insieme alla loro banda, infatti, assalgono l'uomo che aveva regalato le uova a Kenshiro, Bart, Lynn e Fudo (poiché questi avevano recuperato la sua gallina che egli avrebbe dovuto portare alla figlia malata), uccidendolo. Mentre mangiano i polli del viandante, vengono sorpresi da Ken, che elimina quasi tutti i loro uomini. I quattro, dunque, combattono insieme utilizzando il Grande colpo del gatto a quattro code, sfruttando la loro agilità e velocità, muovendosi con una coordinazione perfetta che in un primo momento sembrano mettere in difficoltà addirittura Kenshiro. Quest'ultimo, però, colpisce Gokure immobilizzandolo e gli altri tre, spaventati, lo attaccano ormai privati del loro capo e vengono eliminati da Ken tutti insieme. Nascosti dietro una roccia, gli ultimi due sopravvissuti della banda cercano di colpire Ken alle spalle con delle frecce ma vengono uccisi da Fudo.

Ego[modifica | modifica wikitesto]

Ego (自我 Jiga?) è un vecchio furfante con un occhio bendato che traffica le belle fanciulle dopo averle rapite, rivendendole ai banditi. Il suo ultimo carico di donne è destinato al gigantesco Numeri, al quale spiega quanto sia difficile trovare donne che non siano state già portate via dall'esercito del Re di Hokuto. Spaventato da un eventuale reazione di Numeri, tira un sospiro di sollievo quando questi accetta le donne che gli ha portato, ma il suo affare viene però interrotto da Juza delle Nuvole, che uccide il suo acquirente e gli sottrae le donne portandole al proprio castello. Spaventato da Juza, Ego glielo permette solo per scoprire subito dopo che questi gli ha rubato anche tutto il cibo che lui ed i suoi uomini avevano rubato. Nell'anime sono gli uomini di Juza a depredarlo del cibo e scappano via lanciandogli anche un esplosivo al quale però sia lui che i suoi uomini sopravvivono.

Numeri[modifica | modifica wikitesto]

Numeri (?) Il primo Numeri è un gigantesco bandito dai denti appuntiti che decide di fare un acquisto di fanciulle dal vecchio trafficante Ego. Dopo aver visionato la "merce", decide di accettare le donne; il suo "affare" viene però interrotto dall'arrivo di Juza delle Nuvole, il quale nel manga gli orina addosso dal tetto di un palazzo, mentre nell'anime gli versa dell'acqua mista a candeggina. Numeri, furioso, sfida Juza ad affrontarlo e quest'ultimo gli piomba sul volto. Quando Numeri afferra le gambe del suo avversario con l'intento di scaraventarlo a terra, quest'ultimo abilmente evita la caduta facendolo finire con il volto nel terreno. Subito dopo, Juza gli salta nuovamente sul volto con il Colpo del Fiore della Montagna e, dopo che Numeri cerca di ripetersi nel tentativo di scrollarselo di dosso, Juza gli afferra il collo con le ginocchia spezzandoglielo.

Un secondo Numeri appare anche nel manga sull'isola dei demoni anche se nell'anime viene chiamato Samoto. È un grosso Shura con un serpente tatuato sul petto e nel manga uccide Samoto ed i suoi uomini poiché vuole essere lui ad avere Lynn mentre nell'anime è direttamente lui a trovarla. In entrambi i casi viene ucciso da Hyo prima che questi la svegli stimolando un punto di pressione per farle aprire gli occhi.

Paesani e ribelli[modifica | modifica wikitesto]

Aily[modifica | modifica wikitesto]

Aily (トキ Airi?), Airi nell'anime, è la bella sorella di Rei che viene rapita il giorno prima delle sue nozze da Jagger, che ne uccide anche la famiglia, per poi esser venduta numerose volte come schiava. Costretta a sevizie e privazioni continue, impara ad essere passiva, ma per sfuggire alle barbarie che è costretta a vedere ogni giorno, si acceca (nel manga gettandosi dell'acido negli occhi). In seguito viene rintracciata e rapita dal Clan della Zanna, confidando nel fatto di spingere Rei e Kenshiro a battersi tra loro. Aily, pur di evitarlo, si morde la lingua cercando di soffocare e di uccidersi, ma viene immobilizzata dal grande padre a capo del Clan. Ken e Rei, però, grazie ad un espediente, riescono a superare la situazione ed a liberare la ragazza. Kenshiro, allora, le restituisce la vista agendo sul Punto Segreto Kenmei (建明?) guadagnandosi l'imperitura gratitudine di Rei, anche se l'incubo di Jagger continuerà a perseguitarla nei sogni avvenire. Sarà dopo il risveglio da uno di questi incubi che si acorge che Lynn è scappata dal villaggio alla ricerca di Ken. Quando poi il villaggio di Mamiya viene attaccato dall'esercito del Re di Hokuto, Aily viene travolta dall'orrore di dover ricominciare la vita da schiava, ma Lynn la esorta a non perdere la speranza, nascondendola agli occhi dei soldati e facendosi catturare. Il coraggio di Lynn la scuote e la convincerà a lottare, armandosi di balestra e permettendo a suo fratello Rei di combattere senza alcuna preoccupazione per lei. Cerca di restare accanto al fratello durante i suoi ultimi giorni di sofferenza, piangendo per la sua sorte e desiderando solo che viva liberamente il poco tempo che gli resta. Spiega invece a Bart e Lynn che Mamiya non dovrebbe essere triste siccome ha cambiato suo fratello che prima era una persona scontrosa, mentre lei gli ha insegnato ad avere fiducia nel prossimo.

Nella seconda serie, nel manga, Aily riappare quando Ken fa ritorno al villaggio per affidare Asuka a Mamiya, pregando accanto alla tomba del decano ucciso dal generale Falco della Luce Dorata. Nell'anime invece, Aily porta a Mamiya la notizia che Ken sta giungendo al villaggio, ma le due vengono attirate dalle grida del decano ucciso da Soria della Luce Purpurea, poi, mentre tentano la fuga, Aily cerca di convincere Mamiya a non riprendere le armi nascoste nella tomba di Rei, per poi assistere all'intervento di Ken e al suo scontro con Soria. Infine nel manga presenzia anche al funerale di Ain, accompagnando (insieme a Mamiya) la piccola Asuka.

Aily appare anche in Ken il guerriero - Il film. Schiava di Jagger, viene liberata direttamente da Rei e Ken prima che possa essere venduta a qualche altro padrone. È doppiata da Arisa Andou e Graziella Polesinanti.

Aki[modifica | modifica wikitesto]

Aki (アキ?) è un ragazzino che tenta di proteggere suo fratello maggiore Mako, che è malato, dai soprusi delle truppe di Jagger. Tanto è il bene che vuole al fratello che è disposto a sacrificare la propria vita per lui, accettando la proposta di un soldato di Jagger di salvare il fratello in cambio della propria gamba; ma questa generosità d'animo fa infuriare Jagger che non sopporta di vedere un fratello minore esemplare (memore del suo passato con Kenshiro), per cui lo incatena in mezzo al deserto ad un enorme blocco di ferro. Aki si trascina il blocco cercando di ritornare al villaggio e nell'anime viene salvato da Kenshiro appena in tempo, mentre nel manga non riesce a sopravvivere morendo tra le braccia di Ken.

Decano del villaggio di Mamiya[modifica | modifica wikitesto]

Decano Il decano è il cittadino più anziano del villaggio di Mamiya. Nel manga si presenta nel locale di Johnny alla ricerca di Kenshiro, accettando di prendersi cura dei bambini della defunta Toyo in cambio di protezione dal Clan della Zanna (Famiglia Cobra nell'anime). Nella serie TV, invece, si trova già al villaggio. È lui a preparare il dolce per il compleanno di Mamiya sul quale il fratello di lei Ko vorrebbe aggiungere dei lamponi che gli costeranno la vita. Dopo la morte di Ko cerca di consolare Mamiya davanti alla tomba dei suoi genitori, dicendole che qualche volta si può versare anche una lacrima; è lui a fornire a Rei e Kenshiro informazioni sul Clan della Zanna, ed è sempre lui a raccontare a Lynn che il villaggio è stato fondato dai genitori di Mamiya che lo hanno sempre difeso dagli attacchi esterni sacrificando la loro stessa vita. Dopo che il Clan della Zanna è stato sgominato e Ken riparte alla ricerca di Jagger, egli consiglia a Mamiya di seguirlo ricercando la sua felicità, intuendo che lei è innamorata di Ken. Quando il villaggio viene invaso dalle truppe del Re di Hokuto viene catturato e costretto a giurargli fedeltà facendosi marchiare a fuoco. Una volta che Lynn viene catturata, cerca di muovere a compassione il capo dell'esercito, per convincerlo a non effettuare una tale barbarie su una bambina, ma viene colpito da uno dei soldati. Quando poi Lynn, spontaneamente, decide di andare a morte pur di non giurare fedeltà, egli piange per la vergogna di non aver avuto il coraggio che invece ha dimostrato una bambina. All'arrivo di Rei, vede Aily imbracciare una balestra grazie al coraggio di Lynn e gli stessi abitanti sembrare disposti a tornare a combattere. Il decano resta dunque stupito da quanto sia speciale la bambina. Il decano spiega anche a Rei e Kenshiro cosa è accaduto a Mamiya quando aveva vent'anni, il rapimento da parte di Yuda, l'uccisione di suoi genitori e il ritorno dal deserto con il volto tumefatto e la sua rinuncia ad essere una donna. Quando più tardi vede Mamiya essere triste per Rei, la rincuora dicendole che prima o poi anche le sue ferite interiori si rimargineranno, ricordandole che anche nell'epoca difficile in cui vivono esistono uomini coraggiosi come Ken e Rei che combattono per la giustizia.

Nella seconda serie, molti anni dopo, mentre scolpisce in una grotta i volti dei più grandi guerrieri di Hokuto e Nanto, viene ucciso da Soria della Luce Purpurea, un generale della Scuola Imperiale di Cento nella serie TV, mentre nel manga ad ucciderlo è il generale Falco della Luce Dorata.

Danji e Jiro[modifica | modifica wikitesto]

Danji (ダンジャ Danja?) e Jiro (二郎 Jirō?) sono due dei figli adottivi di Fudo della Montagna. Mentre stanno prendendo in giro Kan che si è incastrato sotto il letto, vengono rapiti da Hiruka, il loro vero padre e sgherro del Re di Hokuto tra i più crudeli. Grazie ai due bambini, Hiruka riesce ad attirare in trappola Fudo, lanciando loro nelle sabbie mobili e spingendo il gigante di Nanto a sacrificarsi per soccorrerli, ma Kenshiro accorre riuscendo a salvarli tutti. I due vengono riportati al loro villaggio dove si ricongiungono con i loro fratelli e, quando Fudo crolla per le ferite inflitte dai soldati di Raoul, Danji richiama la sorellina ritenendo che il padre non possa morire per simili ferite. Quando Fudo viene a sapere del rapimento di Julia da parte di Raoul e viene chiamato a scendere nuovamente in campo, sembra titubante e preoccupato per la sorte dei suoi figli, ma loro gli portano l'attrezzatura per il combattimento infondendogli il coraggio e la forza. Nonostante Fudo non voglia, assistono al combattimento tra lui e Raoul insieme agli altri fratelli e con loro sono pronti a difendere il loro padre dal Re di Hokuto. Saranno i loro occhi tristi a spaventare Raoul e a farlo indietreggiare.

Dottor Dulan[modifica | modifica wikitesto]

Dottor Dulan (ドクトロヂュラン Dokutoro Dyulan?) è un ex assassino della banda di Dante, che tuttavia ha deciso di redimersi diventando il dottore di un villaggio di contadini. Ricattato dal suo ex capo, con la minaccia della morte dei bambini a lui cari del villaggio, cerca senza convinzione di uccidere Kenshiro. Al primo tentativo si ferma ascoltando Lynn che lo difende dalle critiche mosse da Bart nei suoi confronti, perdendo così l'occasione di agire poiché subito dopo incrocia Kahanna che, volendolo ringraziare per le cure fornite al padre, gli dona un grosso pezzo di carne. In seguito il Dottor Dulan decide di portare Kenshiro alla bocca del vulcano con la scusa di dover cercare delle erbe medicamentose per poi cercare di farlo cadere nel vulcano. Quando il suo tentativo fallisce, Dante prende in ostaggio Kahanna, che lo aveva raggiunto per chiedere soccorso a suo padre. A questo punto, Dulan tenta di salvare la ragazzina sacrificando la propria vita, ucciso da Dante e dai sui scagnozzi.

Elder[modifica | modifica wikitesto]

Elder (?) è l'anziano capo di una comunità che risiede nei territori del Sacro Imperatore Souther, e ferma alcuni suoi concittadini dal tentare di aggredire Kenshiro scambiato per uno dei soldati di Souther. Il suo villaggio è quasi completamente privo di bambini e racconta a Kenshiro di come i soldati del Sacro Imperatore li abbiano portati via: il vecchio è disperato, senza bambini non c'è più un futuro e questo spingerà Ken a cercare Souther per affrontarlo. Un altro personaggio nominato Elder appare nell'episodio 83, dove, disperato per la mancanza d'acqua, implora il crudele Bugal di dargli da bere: in tutta risposta, Bugal gli concede di bere l'acqua della sua vasca, dove però cerca di affogarlo.

Erari[modifica | modifica wikitesto]

Erari (エラリー Erarī?) è un vecchio droghiere che si trova a proteggere la propria merce durante un combattimento tra due grossi individui. Kenshiro gli chiede del cibo in cambio di benzina ed egli lo avverte che uno di quelli che sta lottando proviene dal Villaggio dei Miracoli, dove un uomo crudele sta commettendo ogni genere di barbarie sotto falso il nome di Toki (ma che si rivelerà essere un impostore, Amiba). Regala a Ken dell'acqua prima della sua partenza, augurandosi di poter parlare ancora con lui un giorno.

Geruka[modifica | modifica wikitesto]

Geruka (ゲルガ?), Jeruka nella versione italiana dell'anime, è un lottatore di fama con un grosso tatuaggio sulla fronte, che si introduce nel castello di Juza delle Nuvole per riprendersi le donne che gli erano state "rubate". Nell'anime trova gli uomini di Juza a sbarrargli la strada, i quali, dopo averlo visto frantumare una colonna con un solo braccio, gli scagliano contro prima delle frecce, che non gli procurano la minima ferita grazie ala resistenza del suo corpo. Subito dopo viene attaccato da quattro avversari insieme, ma li respinge con facilità. All'arrivo di Juza, utilizza contro di lui il Colpo Distruttore alla Monte Taishan che prevede l'uso di colpi possenti con le mani in grado di spaccare il pavimento. Juza, però, evita abilmente i suoi colpi. Dopo l'ennesimo tentativo di colpire il suo avversario, Juza gli torce il braccio fino a spezzarglielo, poi quest'ultimo con un salto afferra la testa di Geruka con le gambe piegandolo all'indietro fino a spezzargli la schiena.

Johnny[modifica | modifica wikitesto]

Johnny (ジョニー Jonii?) è il gestore di un locale per la rivendita di generi alimentari. Compare la prima volta durante la saga dell'Armata di Golan in cui conosce Bart, Lynn e Kenshiro quando quest'ultimo lo aiuta a liberarsi di un energumeno che vuole appropriarsi delle scorte di viveri che possiede. Apparentemente taccagno (contratta con Bart sul quantitativo di cibo da fornire in cambio del favore chiesto, mentre nel manga offre da bere ai suoi clienti dell'alcool metilico) e di carattere burbero, (nel manga tratta male Taki pensando si tratti di un vagabondo in cerca di cibo), in realtà ha un buon cuore. Nell'anime si occupa della bambina resa orfana dal capitano della squadra di ricerca, nonché di Bart e Lynn e sembra affezionarsi a Pell. Inoltre, offre aiuto a Bart e Lynn guidando il furgone fino a Godland e offrendo una serie di bombe con le quali difendersi. Nel manga, in seguito, Ken gli chiede il favore di prendersi cura degli orfani di Toyo mentre Kenshiro si occupa di sgominare la banda di Jackal. Inizialmente restio, Ken gli fa credere di avergli premuto uno tsubo che lo terra in vita per un mese, e che quindi Ken lo salverà solo a condizione che lui accudisca i bambini.

Kahanna[modifica | modifica wikitesto]

Kahanna (?) è la figlia di un contadino nel villaggio del dottor Dulan, al quale egli fornisce continue cure mediche. Per ringraziare il dottore, gli offre un pezzo di carne e gli rivela che da grande vuole diventare la sua sposa. Quando il giorno successivo raggiunge Dulan sulla cima del vulcano per chiedergli di curare il padre che sta male, viene presa in ostaggio dagli uomini di Dante. Nel tentativo di liberarla, Dulan sacrifica la propria vita; sarà poi Kenshiro a vendicarlo, lasciando Kahanna a piangere sulla sua tomba.

Kan[modifica | modifica wikitesto]

Kan (カン?) è un bambino, figlio adottivo di Fudo della Montagna, che assiste al rapimento di Danji e Jiro da parte del crudele Hiruka, riuscendo ad evitare il rapimento nascondendosi sotto al letto. Determinato a salvare i suoi fratelli e a cercare aiuto, si imbatte in alcuni sgherri di Raoul, che lo frustano e lo maltrattano. Ferito ad un occhio e quasi sopraffatto dagli uomini di Raoul, fortunatamente, il bambino viene salvato da Kenshiro per poi rivelargli che i suoi fratelli sono stati rapiti. Insieme agli altri fratelli infonde il coraggio a Fudo per scendere nuovamente in campo dopo che questi ha saputo del rapimento di Julia da parte di Raoul, e con loro è pronto a difendere il padre dal Re di Hokuto. Saranno i loro occhi tristi a far indietreggiare Raoul.

Kei[modifica | modifica wikitesto]

Kei (?) è un bambino malato nei pressi della piramide a croce fatta erigere da Souther, viene curato da Toki prima che quest'ultimo venga avvisato della morte di Koryu e del ritorno del Re di Hokuto. Nel manga, Toki ritiene che la febbre sia sotto controllo, mentre nell'anime, il bambino si rialza ringraziando Toki e va via con i compagni di giochi.

Kim[modifica | modifica wikitesto]

Kim ( Kimu?) è un giovane ragazzo che si allenava alla scuola di Hokuto con Ryuken, insieme a Kenshiro, Raoul, Toki e Jagger, ma fu costretto da Ryuken a lasciare la scuola in quanto non era abbastanza dotato. Afflitto dal fallimento, cadde nella neve, ma un giovane Ken lo aiutò a rimettersi in piedi. Kim, però, reagisce con rabbia colpendo Ken, ma questi non reagisce, anzi, innesca una crisi di pianto in Kim facendolo sfogare e aiutandolo a lasciar perdere e ad andare avanti. Kim appare nel flashback di Raoul durante lo scontro con Ken al castello di Nanto.

Ko[modifica | modifica wikitesto]

Ko (コウ ?) è il quindicenne fratello minore di Mamiya che aiuta a difendere il villaggio dal Clan della Zanna; viene catturato da alcuni membri di questo clan come rappresaglia per le perdite subite per mano di Kenshiro e Rei. Viene ucciso di fronte a Mamiya e agli altri abitanti del suo villaggio da Kemada, che si appropria inoltre del ciondolo che il ragazzo porta al collo, poi recuperato da Kenshiro e Rei e riportato alla sorella come suo ricordo. Nel manga la sua cattura avviene nel giorno del suo quindicesimo compleanno, mentre si era recato al villaggio vicino per scambiare dei viveri, nell'anime invece essa avviene nel giorno del compleanno di Mamiya, mentre torna al villaggio dopo essersi procurato dei lamponi (frutto preferito di Mamiya) per guarnire il dolce per la festa della sorella.

Koko[modifica | modifica wikitesto]

Koko (ココ?) è l'animaletto domestico che Toki possedeva quando era bambino, e che portava sempre con sé, anche quando andava a spiare l'addestramento di Raoul di nascosto. Nel manga, Koko è un cagnolino, mentre nell'anime è un pappagallo. Un giorno, mentre Toki è impegnato a fare il bucato, Koko prende con sé un lenzuolo e corre via nel bosco vicino. Toki non riesce a rincorrerlo poiché inciampa nella cesta della biancheria. Quando si mette alla sua ricerca, si accorge che Koko è stato colpito e ucciso dalla freccia di un brutale cacciatore, solo per il gusto di farlo: questo fatto suscita l'ira di Toki, che in un impeto di rabbia cieca attacca il cacciatore colpendolo a morte. Il fatto colpisce molto Ryuken, che, meravigliatosi per non aver ancora compreso le vere capacità del bambino, decide di insegnare l'Hokuto anche a Toki.

Lenny[modifica | modifica wikitesto]

Lenny (レニ Reni?) è un bambino che, motivato dalle parole di Shu (che ritiene i bambini la loro unica speranza), si ribella a Souther attaccandolo con un coltello mentre questi sta salendo la piramide per affrontare Kenshiro. Souther sembra volerlo uccidere, ma in realtà l'Imperatore di Nanto estrae solo il coltello dalla sua gamba stupendosi per il gesto avventato del ragazzo e dando la colpa di ciò agli insegnamenti di Shu sull'amore. La forza del sacrificio del ragazzino, infatti, spingono Souther a risparmiarlo e a raccontare il suo triste passato con il maestro Ogai.

Mako[modifica | modifica wikitesto]

Mako (マコ?) è il fratello maggiore di Aki ed è gravemente malato, al punto da dover utilizzare le stampelle. In una di esse inciampa un soldato di Jagger che vorrebbe ucciderlo per ripicca. Dopo l'intervento del fratello a sua difesa, si manifesta la rabbia di Jagger che (solo nella serie TV) gli preme un punto di pressione della mente, costringendolo ad attaccare Kenshiro con una balestra. Nell'anime, Kenshiro lo guarisce e promette di sconfiggere Jagger in nome dei due coraggiosi bambini, nel manga comprende la sua rabbia alla vista del fratello morto e lo spinge comunque a scagliare la freccia, promettendo di far provare lo stesso dolore a suo fratello Jagger.

Ogai[modifica | modifica wikitesto]

Ogai (オウガイ Ōgai?), maestro della Tecnica della Fenice della Croce del Sud (南斗鳳凰拳 Nanto Hō-ō Ken?) e padre adottivo di Souther di cui si prende cura in mancanza di figli propri. Nonostante i duri allenamenti, Ogai non fa mancare a Souther il proprio affetto, regalandogli un abbraccio ad ogni acquisizione di una nuova tecnica. Il giorno del quindicesimo compleanno di Souther, sottopone il suo allievo ad affrontare il suo primo combattimento, ma ad occhi bendati, prova finale per guadagnarsi il diritto alla successione. Souther evita l'avversario e, con formidabile velocità, gli infligge un colpo mortale, solo per scoprire subito dopo che il suo avversario altri non era che il suo maestro Ogai, il quale muore sereno, non avendo più nulla da insegnargli, non essendo riuscito ad evitare la formidabile tecnica del suo allievo e sostenendo che nella scuola della Fenice di Nanto la successione viene tramandata ad un solo discepolo per ogni generazione (come accade alla discendenza della Divina Scuola di Hokuto). La sua salma viene posta in una cella del mausoleo a croce che Souther fa costruire in suo onore e che dovrà anche diventare la tomba di tutti i suoi sentimenti. Alla fine Souther, una volta sconfitto, si reca vicino alla salma del suo maestro volendo provare un'ultima volta il calore del suo abbraccio.

Sam[modifica | modifica wikitesto]

Sam è un giovane abitante del villaggio vessato dall'uomo di fuoco. Fidanzato di Mirka, vengono entrambi scelti per essere venduti come schiavi in cambio del mancato pagamento del diritto di sfruttare il lago. Incrocia Kenshiro durante la sua fuga con Mirka, ma viene richiamato dal fratello e riportato al villaggio dove viene riconsegnato a Pattler. Una volta venduto come schiavo, si libera dalle corde e tenta nuovamente la fuga con Mirka, ma viene colpito ad una spalla da un pungale dell'uomo di fuoco, riuscendo però a sopravvivere e riconquistando la serenità del villaggio dopo che Kenshiro pone fine all'egemonia del loro vessatore.

Shiba[modifica | modifica wikitesto]

Shiba (シバ?) è il coraggioso figlio di Shu, appartenente alla resistenza giovanile, nonostante la giovane età. Nella serie TV inizia a comprendere quanto Kenshiro sia importante dopo che quest'ultimo riesce a salvare la vita a Ryo dopo che aveva mangiato cibo avvelenato. Colpito da quanto Lynn creda in Kenshiro anche dopo che egli è stato sconfitto, chiede al padre il permesso di andare a liberarlo dalla prigionia e dalla tortura di Souther, dichiarando di conoscere il modo di arrivare sul luogo passando inosservato. Pur sapendo quanto sia difficile come impresa, Shu lo lascia andare considerando il fatto che il figlio abbia il suo stesso destino. Shiba si reca al palazzo di Souther giusto in tempo per portare via un bimbo che aveva tentato di appropriarsi di un po' di cibo che Souther ha buttato via. Dopodiché, si reca nelle segrete in cui si trova Ken, mette fuori combattimento due guardie con una spranga di ferro e trascina via Kenshiro dalla città. Non passa molto tempo, però, prima che i soldati si accorgano della fuga di Ken e si mettono sulle sue tracce e Shiba non riesce ad avanzare velocemente con il peso di Ken che grava su di lui. Decide dunque di distrarli attirando su di sé la loro attenzione e morirà facendosi esplodere con la dinamite per permettere a Ken di mettersi in salvo dagli sgherri di Souther.

Nell'OAV Ken il guerriero - La leggenda di Hokuto attira i suoi inseguitori in una gola lontana da Ken dove ha sistemato un dispositivo fatto esplodere con un detonatore in suo possesso.

Taki[modifica | modifica wikitesto]

Taki (タキ?) è un piccolo orfano di 7 anni allevato dalla vecchia Toyo come Bart, del quale, quindi, è come se fosse il fratello minore. Inizia a vagabondare in cerca di aiuto per il proprio villaggio rimasto senz'acqua. Si imbatte quasi per casi in Kenshiro, che lo salva dal cadere in un precipizio per la stanchezza e la scarsa vista (dovuta ai raggi del sole del deserto). Più tardi entra nel locale dove ritrova Ken, Lynn e Bart; quest'ultimo, dopo averlo riconosciuto, ascolta la sua storia e decide di aiutarlo. Dopo aver condotto i tre al suo villaggio, Taki, nella notte, esce di nascosto per andare a rubare dell'acqua per Toyo da un villaggio vicino; Kenshiro, avvisato da Bart, lo segue ma arriva troppo tardi per salvarlo da un bandito che lo uccide trafiggendolo con la sua lancia. Nella serie TV è Ken a fargli riacquistare la vista, e va a rubare l'acqua, non da solo bensì insieme a Bart. Anche in questo caso i due vengono attaccati da alcuni componenti dei Guerrieri, dai quali vengono salvati all'ultimo momento da Kenshiro.

Toyo[modifica | modifica wikitesto]

Toyo (トヨ?), soprannominata zia Toyo, è la donna che ha allevato il giovane Bart insieme a numerosi altri orfani e, anche se all'apparenza i due non sembrano in buoni rapporti, in realtà si vogliono molto bene. Essendo il suo villaggio rimasto senz'acqua, sta cercando di scavare un nuovo pozzo con scarsi risultati, avendo trovato un duro strato di roccia che le impedisce di raggiungere la falda. Kenshiro risolve la situazione ma, dopo che se n'è andato, Jackal attacca il villaggio per impadronirsi del nuovo pozzo, catturando Toyo e gli orfani. La donna si ribella, cercando invano di sparare a Jackal ma ottenendo comunque il risultato di richiamare indietro Kenshiro che riesce a salvare nuovamente il villaggio, ma non la vita della vecchia Toyo, la quale, dopo esser rimasta ferita nello scontro con Jackal, tenta di salvare uno dei bambini a cui il capo dei Guerrieri ha infilato un candelotto di dinamite dietro la schiena, lanciando via la dinamite e facendo scudo con il suo corpo per riparare il bimbo dall'esplosione. Prima che muoia tra le braccia di Bart, i due esprimono finalmente i loro veri sentimenti reciproci e lei spira col sorriso sulle labbra.

Toyo appare anche nel film Ken il guerriero - La leggenda di Hokuto dove regala a Bart delle verdure per il suo viaggio abbracciandolo e dicendogli di tornare quando vuole.

Tou[modifica | modifica wikitesto]

Tou (トウ ?) è la figlia di Rihaku del Mare insieme al quale si trova al castello dell'ultimo guerriero di Nanto per difendere Julia.

Segretamente innamorata di Raoul, nell'anime viene narrato il primo incontro con il futuro Re di Hokuto. Tou, infatti, viene salvata proprio da Raoul mentre cerca di fuggire da un branco di lupi feroci. Nonostante Raoul le spieghi chiaramente che il suo intervento è servito solo ed esclusivamente per testare la forza dei suoi colpi, questo non impedisce alla piccola Tou di innamorarsi di lui. Con il tempo cerca di alleviargli i dolori dell'allenamento, ma Raoul, innamorato di Julia, respinge sempre bruscamente le sue attenzioni. Quando Raoul dichiara apertamente di volere Julia (nonostante lei sia già innamorata di Kenshiro), il cuore di Tou si infrange, rassegnandosi a non poter avere il suo amato. Anni dopo, poco prima dello scontro tra Kenshiro e Shin, Tou si reca alla Croce del Sud insieme al padre per convincere Shin a lasciare che Julia venga protetta dai cinque Astri in cerchio di Nanto e da allora si prende cura di lei.

Tou rappresenta il lato gentile e caritatevole delle cinque forze di Nanto, e all'arrivo di Chon (il fratello di Hyui del Vento e Shuren delle Fiamme) moribondo, corre a soccorrerlo tenendolo fra le braccia fino alla sua morte. È lei che viene continuamente informata degli spostamenti degli altri Astri e quindi a comunicarlo a suo padre. Quando capisce che Juza delle Nuvole non si muoverà in alcun modo per fermare Raoul, decide di agire in prima persona, entrando nel castello di Juza sotto mentite spoglie e, durante una festa, occupa la mansione di un'ancella che versa il vino agli invitati. Quando Juza si accorge della sua presenza, lei gli somministra un narcotico nel vino per portarlo al castello di Rihaku. Quando Raoul e Ken si stanno avvicinando alla città di Nanto, si chiede perché i due debbano scontrarsi, finendo per far soccombere uno di loro e versa una lacrima, mostrando ancora intatto il suo amore per Raoul, prima di fuggire dallo sguardo del padre. Curiosa, chiede a Julia cosa farebbe nel caso fosse Raoul a rapirla, e Julia le risponde che si limiterebbe ad attendere Ken sicura della sua venuta. All'arrivo di Raoul, Tou si traveste spacciandosi per l'ultimo generale di Nanto, ma Raoul si accorge dell'inganno e le rompe l'elmo svelando la sua identità. Tou tenta di dissuadere Raoul nel catturare Julia, la quale ama Kenshiro, ma Raoul non vuole sentire ragioni per cui Tou comprende che Raoul vede in Julia la madre che lui non ha mai avuto, fatto non strano poiché la stella di Julia è proprio quella dell'amore materno. Vista la riluttanza di Raoul ad abbandonare il proprio obiettivo, afferra un pugnale all'apparenza pronta a battersi, ma in realtà, ancora in lacrime, si toglie la vita di fronte a lui, ritenendo l'unica scelta rimasta per cercare di vivere nel suo cuore.

Nell'OAV Ken il guerriero - La leggenda di Julia si imbatte insieme a Julia e alle altre forze Nanto, in Rei mentre questi utilizza l'espediente di apparire come una donna per attirare banditi da depredare. Inoltre, si accorge del principio della malattia che funesterà Julia fino alla sua morte. È doppiato in giapponese da Mika Doi e Yūko Kaida (Ken il guerriero - La leggenda) e in italiano da Graziella Polesinanti.

Zeus e Aus[modifica | modifica wikitesto]

Zeus (ゼウス?) e Aus (?) sono i figli di Koryu. Vengono avvisati dal padre dell'arrivo di Raoul e viene ordinato loro di lasciare il posto e non provare ad affrontare Raoul. Dopo la morte del padre, i due disobbediscono all'ordine e affrontano coraggiosamente Raoul, preparandogli una trappola all'ingresso della grotta (questo però solo nell'anime), facendo crollare addosso al Re di Hokuto una pioggia di massi. Raoul, però, viene fuori dalle macerie e i due fratelli lo attaccano con una spranga di ferro che risulta però inefficace. I due vengono dunque sopraffatti da Raoul che afferra entrambi bloccandoli e minacciando le loro vite. La determinazione e l'amore fraterno dei due, però, risvegliano i ricordi d'infanzia di Raoul, il quale decide, con un atto di rara umanità, di risparmiarli, augurandosi per loro un futuro sereno e consigliandoli di scegliere strade diverse, altrimenti il destino li metterà contro.

Seconda serie[modifica | modifica wikitesto]

Saga della Capitale Imperiale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Personaggi minori della saga della capitale imperiale.

Questa saga si svolge circa dieci anni dopo lo scontro finale tra Kenshiro e Raoul. La violenza è tornata a regnare nel mondo e Bart e Lynn ormai adulti, sono a capo dell'Armata di Hokuto, l'unico gruppo di resistenza contro l'Imperatore, in attesa del ritorno di Kenshiro. Le peggiori barbarie sono commesse dal viceré Jako che ha in pugno l'Imperatore e che mobilita i generali della Scuola Imperiale di Cento per cancellare Hokuto e Nanto dal mondo, tecniche di cui egli ha paura. Al ritorno di Kenshiro, Bart e Lynn marceranno con lui, liberando distretto dopo distretto il territorio fino a giungere alla capitale e far cadere la tirannia di Jako.

Saga della Terra dei Demoni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Personaggi minori della saga della terra dei demoni.

Questa saga si svolge subito dopo quella della capitale imperiale e vede il ritorno di Ken sull'isola dei demoni, suo paese natale, all'inseguimento di Lynn rapita e portata in quel luogo affinché Kenshiro inseguendola trovi la morte. Qui Kenshiro oltre a trovare informazioni sul suo passato sarà costretto a battersi con i tre demoni più forti dell'isola che hanno acquisito la tecnica dell'"Arcana Arte di Hokuto".

Capitoli finali[modifica | modifica wikitesto]

Saga di Koketsu[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Personaggi minori della saga di Koketsu.

Questa saga si svolge subito dopo il ritorno di Kenshiro dall'isola dei demoni ed introduce un misterioso figlio di Raoul la cui maternità non viene accertata. Questa saga consiste nella vendetta di Ryu nei confronti di Koketsu, un uomo che aveva creato il suo potere con l'astuzia e non con la forza e che aveva ucciso la coppia che aveva accudito Ryu sin dalla nascita.

Ryu[modifica | modifica wikitesto]

Ryu (リュウ Ryū?) è il figlio di Raoul. Compare solo nel manga e, dopo la saga dell'isola dei demoni, viene preso in custodia da suo zio Kenshiro, che lo designa come suo successore della Divina Scuola di Hokuto. Appena nato è stato affidato ad Hakuri e sua moglie (che aveva la possibilità di allattarlo); una volta cresciuto, però, in seguito ad una malattia contagiosa che colpisce la moglie di Hakuri, la coppia si trasferisce sulle montagne insieme al resto dei malati e lascia Ryu alle cure dell'anziano Riseki. Ryu nel manga fa la sua prima apparizione al suo villaggio, quando confessa a Jaguzo, il capo dei Demoni Arrabbiati di essere stato lui a rubare il cibo sottratto dai banditi al suo villaggio per evitare che morissero di fame. Quando Jaguzo minaccia di ucciderlo con i due artigli posti sulle dita, non si scompone e con un pugnale compie una mutilazione al suo avversario. Prima che questi possa reagire, però, interviene Kenshiro che uccide Jaguzo e porta Ryu con sé in groppa a Re Nero, il cavallo di suo padre Raoul. I due si recano da Riseki e poi (per volere dello stesso Ryu) da Hakuri e la moglie, volendoli salutare prima di partire con lo zio. È Ryu a raccontare a Kenshiro della malattia della donna che lo ha allattato e, una volta giunti sulle montagne, oltrepassa il recinto, infischiandosene del rischio di un contagio. La donna, però, temendo di far ammalare anche Ryu, si rifugia in casa facendo venir fuori il marito (ancora sano). Mentre questi spiega l'accaduto a Ken, i banditi di Koketsu incendiano le case e uccidono Hakuri. Ryu si lancia tra le fiamme per salvare la moglie di Hakuri, ma giunge giusto in tempo per un ultimo abbraccio prima che lei muoia. A questo punto Ken gli chiede se davvero vuole combattere e leggendo la decisione nei suoi occhi gli sottrae il pugnale e lo spezza, ritenendo giusto che egli lo faccia con il proprio pugno.

Insieme a Kenshiro si reca in una vicina città dove i due scorgono un uomo di Koketsu che sta reclutando personale per lavorare nei campi del suo capo e Ken accetta di lavorare ai campi portando Ryu con sé. Una volta giunti al palazzo di Koketsu, Ryu lo riconosce come l'individuo che ha ucciso la coppia che si è presa cura di lui. I nuovi arrivati vengono mandati a lavorare in un posto aridissimo e Ryu chiede allo zio di intervenire, ma quest'ultimo vuole che sia lui a vendicarsi di propria mano. Il primo giorno i soldati mostrano la loro crudeltà prendendo in ostaggio i bambini affinché gli uomini non si ribellino. La sera stessa, Ryu si mette alla ricerca di Koketsu, uccide una guardia con un grosso masso, per poi cadere nella cella dove sono stati rinchiusi tutti i bambini. Uno in particolare è cieco ed incatenato: si tratta di Shingo, il figlio di Barga (un ex-generale dell'esercito di Raoul), costretto anch'egli a lavorare sotto minaccia. Ryu, dopo essersi nascosto dalla guardia che passa ogni due ore a controllare i prigionieri, non accoglie la richiesta di Shingo di ucciderlo per far sì che il padre possa ribellarsi a Koketsu; invece, sprona tutti i bambini a combattere per aprirsi una via di fuga, mettendo a punto un piano che prevede di neutralizzare la guardia che gli porta il cibo, legandogli alle caviglie delle lenzuola e tirando in direzioni opposte per farlo cadere e rubargli le chiavi, neutralizzare una seconda guardia con il pentolone del cibo ed ingannando una terza con un travestimento il tempo necessario per coglierlo di sorpresa e colpirlo. Proprio mentre sono quasi fuori dall'edificio, si para dinnanzi a loro una guardia con un grosso martello, ma prima che possa fare alcunché esplode, probabilmente colpito da Ken in precedenza. Una volta fuori, Ryu accompagna Shingo tra le braccia di suo padre Barga e si prepara ad affrontare Koketsu. Insieme a Ken, infatti, si reca nel palazzo di Koketsu presentandosi a lui come il figlio di Raoul pronto a vendicare la morte dei suoi zii morti. Il suo avversario, però, convoca un gigantesco subalterno, sottomesso a lui grazie alla somministrazione di farmaci e mentre Ken si occupa di tenerlo a bada, Ryu insegue Koketsu, il quale si isola insieme a Ryu dal resto dell'ambiente chiudendosi in un bunker antiatomico. Qui Ryu viene denigrato poiché ancora troppo piccolo, ma con un gesto inaspettato affonda il suo pugnale nella gamba del suo avversario che reagisce con uno schiaffo e dopo avergli raccontato dell'umiliazione subita da Raoul punta un'arma contro di lui e contento di vendicarsi di suo figlio spara una serie di frecce. Ryu tenta di evitarle, ma una gli si conficca in una spalla; prima che Koketsu possa finirlo, però, Ken distrugge la parete con il corpo del suo subalterno. Quest'ultimo si riprende grazie alla somministrazione di altri farmaci e cattura Ryu per minacciare Kenshiro. A questo punto il figlio di Raoul assiste per la prima volta alla tecnica della Divina Arte di Hokuto e ne sembra spaventato. Poi insieme a Kenshiro e gli altri insegue Koketsu fino al deposito del cibo ed assiste alla morte di quest'ultimo per mano di suo zio che fa scattare una delle sue stesse trappole. Alla morte di Koketsu, prosegue il suo viaggio con Kenshiro, con l'intento di osservarlo anche durante le battaglie.

I due, proseguendo senza una meta, giungono in un territorio glaciale, dove Ryu, alla ricerca di rami per il fuoco, viene travolto da una valanga e trovato da tre predoni (che sono diventati cannibali, pur di soddisfare la loro fame). Ryu, ancora incosciente, viene salvato da Sara, la principessa di Sava, la cui identità è celata da un casco ed un'armatura. Ryu si risveglia in una grotta dove Sara gli offre una bevanda calda, prima che vengano attaccati da un gigantesco predone bramoso di vendetta per i fratelli caduti. Sara cerca invano di difendere Ryu con il fuoco e con le frecce, ma, quando tutto sembra perduto, interviene Kenshiro a salvarli uccidendo sia il gigante che i suoi quattro fratelli. In seguito, Kenshiro lascerà Ryu alle cure di Barga.

Ryu appare brevemente in Ken il guerriero - La trilogia, quando Ken ricorda la loro separazione in seguito alla conclusione del suo compito come mentore del nipote.

Nel manga non viene detto chi sia la madre di Ryu, tuttavia, a seguito dell'introduzione di Reina nella pentalogia Ken il guerriero - La leggenda e nello spin-off Raoh - Il conquistatore del cielo e del profondo legame tra lei e Raoul, è possibile che si tratti di lei.

Saga del regno di Sava[modifica | modifica wikitesto]

  • Sara
  • Asam
  • Kai
  • Bukou
  • Satora
  • Daina, Gailas e Jan
  • Hyumo

Saga del regno di Blanca[modifica | modifica wikitesto]

  • Ramon
  • Barran
  • Olga
  • Ruseri
  • Shimam
  • Yuka

[modifica | modifica wikitesto]

  • Borge
  • Zoldo

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Ken il guerriero - La leggenda[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Ken il guerriero - La leggenda.

È una pentalogia di lungometraggi d'animazione di Ken il guerriero che ripercorrono le vicende già note del manga e dell'anime, con ampliamenti e situazioni inedite, mostrando il punto di vista dei vari personaggi della serie, giocando con i vari piani temporali per completare così tutta la prima parte della saga.

Tobi[modifica | modifica wikitesto]

Tobi (トビー Tobii?) è il cane di Julia, un Bull Terrier da lei trovato davanti alla porta del tempio di Hokuto al suo arrivo e che le sarà sempre fedele. Compare nel film Ken il guerriero - La leggenda di Julia. Ryuken, dopo anni, nota che sembra sempre in forze, come se non invecchiasse mai. Durante la prigionia di Julia alla Croce del Sud da parte di Shin, la sua padrona gli affida una medaglietta con il simbolo dell'Orsa Maggiore, prima di lanciarsi nel vuoto. Alla città di Nanto, riconosce Dharma nascosto nella sua armatura e, alla fine del film, quando Kenshiro ha sconfitto Souther gli si avvicina portandogli la medaglietta dopodiché finalmente stanco corre via in un posto dove sceglierà di morire avendo esaurito il suo compito. Julia solo ora comprende che il cane è nato sotto la Stella della Fedeltà (忠義の星 Chūgi no Hoshi?).

Reina[modifica | modifica wikitesto]

Reina (レイナ?) è la sorella minore di Souga e amica d'infanzia di Raoul e Toki. È nata nella Terra degli Shura. In questa pentalogia, Reina prende in gran parte il posto di Julia nel conflitto emotivo di Raoul: fin da bambina, è infatti chiaro che sia innamorata di lui. Poiché, però, Raoul crescendo chiuderà il suo cuore a chiunque, e non essendovi apparentemente alcuna speranza per il suo amore, decide di restare a fianco dello spietato guerriero come comandante delle sue truppe insieme a suo fratello Souga. Il suo affetto nei confronti di Raoul non viene meno neppure quando questi uccide Souga per punirlo di un attentato a suo danno. Nello scontro con il crudele imperatore Souther, Reina sa bene che è essenziale l'aiuto di Toki (che però Raoul non si abbasserebbe mai a chiedere) e decide pertanto di andare lei stessa a cercarlo. Trovato Toki e fatta la conoscenza di Lynn, Reina comincia a comprendere i propri errori e decide pertanto di schierarsi con i più deboli, anche contravvenendo agli ordini di Raoul. Questi, però, saputo da Toki che lei e Kenshiro avrebbero affrontato Souther, decide di correre in loro aiuto (anche se dice di farlo per un debito nei confronti di Shu, giustiziato dal sanguinario imperatore). Reina conduce le sue truppe contro quelle di Souther, ma, mentre difende un neonato, viene colpita da alcune frecce. In quel momento giunge Raoul a cui confessa di amarlo appena prima di spirare apparentemente tra le sue braccia. Furioso, Raoul scaglia tutta la sua rabbia sugli uomini di Souther, facendone strage. Reina si risveglia inaspettatamente, accudita da Toki e Lynn, che le rivelano che Raoul le ha salvato la vita e le ha chiesto di aspettarlo nella Terra degli Shura. Dopo la morte di Raoul, Reina riceve le sue ceneri e, conscia del fatto che Raoul ha trovato la pace, le getta in mare per allontanarsi poi a bordo della nave del pirata Orca Rossa, avendo concluso il suo cammino.

Reina è presente anche nella serie animata Raoh - Il conquistatore del cielo che narra le vicende di lei e suo fratello Souga che si uniscono a Raoul creando l'impero del Re di Hokuto. Temporalmente gli avvenimenti si svolgono antecedente ed in contemporanea con la prima parte della serie principale. In questa versione, Reina incontra molti personaggi tra i quali Yuda, Souther, Ryuga e Juza delle Nuvole.

Reina non appare nel manga, ma, visto il profondo rapporto che intercorre tra lei e Raoul, è probabile che sia da lei che il Re di Hokuto abbia avuto il figlio Ryu. È doppiata da Kou Shibasaki e in italiano da Sonia Mazza (Ken il guerriero - La leggenda) e Beatrice Caggiula (Raoh - Il conquistatore del cielo).

Souga[modifica | modifica wikitesto]

Souga (ソウガ Sōuga?) è il fratello maggiore di Reina ed è sin da bambino il migliore amico di Raoul, nativo anch'egli della Terra degli Shura. Ha sempre ammirato molto Raoul e si è prodigato negli anni per fornirgli il miglior aiuto possibile, diventando anche comandante delle truppe del Re di Hokuto. Leale anche nei confronti della sorella Reina, probabilmente si rende conto dell'amore che questa prova per Raoul augurandosi che anche il potente guerriero di Hokuto se ne accorga. Giunti a circondare la Croce del Sud, comunica a Raoul la notizia della morte di Julia chiedendogli quando attaccare, ma Raoul rifiuta di farlo, ritenendo più opportuno che sia Kenshiro a battere Shin per accrescere la fama di colui che verrà poi sconfitto dal Re di Hokuto. La grande amicizia e la stima che nutre per Raoul vacillano irrimediabilmente quando il sanguinario imperatore di Nanto Souther entra in conflitto con Raoul e quando questi fa sempre più uso della violenza e del terrore per garantire una fragilissima stabilità in un mondo straziato. Colpito da un male incurabile, non potendo più essere utile al suo amico, si sacrifica tentando di impedire che i generali di Raoul pensino di essere al sicuro ed inizino ad agire con inettitudine: perciò ordisce un falso attentato a suo danno, tempestivamente fermato da Reina, per spingere Raoul ad ucciderlo davanti ai generali e fargli capire che non sono al sicuro. Souga viene seppellito da Reina ma le lascia una lettera nella quale le spiega il motivo del suo gesto e si augura che i tre fratelli di Hokuto (Raoul, Toki e Kenshiro) si uniscano per dare una nuova luce alla loro era.

Souga appare anche nella serie animata Raoh - Il conquistatore del cielo che narra le sue gesta insieme a sua sorella Reina per costruire con Raoul l'impero del Re di Hokuto, chiarendo tutto ciò che avviene antecedentemente ed in contemporanea alla prima parte della serie principale. In questa serie, spiega anche come ha perso l'uso della gamba e come viene a sapere da Reina che Julia si è suicidata. Inoltre, la serie lascia intendere che il colpo mortale che lo spingerà al sacrificio della sua vita gli venga inferto dal Re degli Inferi. In questa serie incontrerà anche Yuda, Souther e Ryuga con il quale avrà anche un confronto diretto. È doppiato in giapponese da Unshou Ishizuka e Kouki Miyata (da ragazzo) e in italiano da Claudio Moneta (Ken il guerriero - La leggenda di Hokuto, Ken il guerriero - La leggenda di Julia e Raoh - Il conquistatore del cielo), Andrea Bolognini (Ken il guerriero - La leggenda di Toki) e Paolo De Santis (da ragazzo).

Giraku[modifica | modifica wikitesto]

Giraku (ギラク Ghiraku?) è uno dei generali di Raoul. Non possiede grandi capacità in combattimento ed è più attento al suo aspetto fisico piuttosto che alla battaglia. Nell'OAV Ken il guerriero - La leggenda di Raoul cammina tra i cadaveri dopo la battaglia con l'esercito di Shuren delle Fiamme, seccato quando uno schizzo di sangue gli sporca uno stivale. Raoul gli affida il compito di scoprire l'identità dell'ultimo guerriero di Nanto e questi porta a termine la missione, volando sulla torre della città di Nanto con un paio di ali artificiali che usa per planare nell'aria. Utilizza lo stesso espediente per scappare via quando viene minacciato da Rihaku del Mare che vuole impedire che comunichi a Raoul che Julia è ancora viva. Quando Raoul si prepara ad affrontare Kenshiro nel duello finale, chiama a sé tutti i generali per offrire loro il compenso per averlo aiutato a conquistare il potere assoluto. Giraku crede che gli verrà affidato maggior potere e, quando Raoul gli chiede cosa desideri, egli risponde tutto ciò che il Re di Hokuto ritiene che egli meriti. Al che Raoul allora, consapevole del suo animo malvagio, decide di prendersi la sua vita, decapitandolo con uno schiaffo.

Giraku è presente anche nella serie animata Raoh - Il conquistatore del cielo dove viene mostrato come il suo regno viene sottomesso dal Re di Hokuto, e il fatto che, inizialmente, viene fatto capocarceriere di Cassandra fino a quando, dopo aver avuto problemi con Uighur, viene spodestato da quest'ultimo per volere di Raoul. È doppiato da Masanori Takeda e Antonio Governale.

Sara[modifica | modifica wikitesto]

Sara (サラ?) è un'intima amica di Toki; anche lei è esperta nelle arti mediche e, accortasi della malattia terminale di Toki, decide di accompagnarlo nel suo viaggio per aiutarlo a curare chi ne ha bisogno. Sebbene lei tenti di dissuaderlo, assiste l'amico, dopo che questi stimola alcuni particolari punti di pressione per avere la forza necessaria per combattere contro Raoul (ma a costo di immani sofferenze); in seguito, accoglie raggiante Toki al suo ritorno. È doppiata da Aya Hirano e Debora Magnaghi.

Raoh - Il conquistatore del cielo[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Raoh - Il conquistatore del cielo.

È una serie spin-off che mostra il percorso di Raoul (accompagnato da Souga e Reina) che lo porterà a diventare il potentissimo Re di Hokuto. La serie introduce alcuni nuovi personaggi, tra cui la misteriosa figura di Sakuya.

Sakuya[modifica | modifica wikitesto]

Sakuya (サクヤ?) è la sorella di Gaìan e maestra dello stile chiamato Colpo segreto della Montagna Nera (黒山陰形拳 Kokuzan Ongyō Ken ?). Fa parte dell'Esercito del Re di Hokuto come stratega ed è segretamente innamorata di Raoul. Grazie alle sue abilità, viene spesso utilizzata come spia da Raoul per controllare i suoi nemici. La sua abilità strategica e militare è molto valida, tanto che anche Souther, rivale del Re di Hokuto, le chiede di entrare a far parte del suo esercito, ma lei si rifiuta per amore di Raoul; tuttavia, questi non si fa alcuno scrupolo a farla rinchiudere nella prigione di Cassandra, credendo che si fosse alleata con Souther. Durante l'assenza dI Raoul, ottiene di essere liberata per aiutare Reina a difendere il territorio del Re di Hokuto dagli attacchi di Yuda. In seguito a ciò, Raoul fa ritorno ma viene intercettato da Souther e tra i due scoppia un terribile duello che non vede vincitori; Sakuya per porvi fine, si getta tra i due combattenti, finendo uccisa dai rispettivi colpi. È doppiata da Akiko Kimura e Luisa Ziliotto.

La trilogia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di Ken il guerriero - La trilogia.

Questa trilogia si colloca temporalmente dopo gli avvenimenti del manga ed è tratta da un romanzo scritto dagli stessi autori del manga; essa introduce una nuova località in cui ruotano gli avvenimenti di quest'avventura, Lastland, e viene introdotta una scuola di arti marziali affine alla Divina Scuola di Hokuto, la Tecnica del Portale del Nord.

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga