Oumpah-Pah

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oumpah-Pah
fumetto
Lingua orig. francese
Paese Francia
Autore René Goscinny, Albert Uderzo
Editore Le Lombard
Collana 1ª ed. Le journal de Tintin
1ª edizione 1958 – 1962
Genere avventura

Oumpah-Pah è un fumetto umoristico ideato dallo sceneggiatore René Goscinny e dal disegnatore Albert Uderzo che successivamente divennero famosi con la serie a fumetti di Asterix[1].

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

Prima versione del 1951[modifica | modifica wikitesto]

La prima storia di Oumpah-Pah, in tutto sei pagine, venne presentato alla fine del 1951 alla filiale francese della casa editrice statunitense World's Presse tradotta in inglese dal fumettista americano Harvey Kurtzman e narra le avventure di un giovane pellerossa alle prese con la tecnologia moderna. Il fumetto non riscontra però l'interesse dell'editore e viene rifiutato[2].

Seconda versione del 1958[modifica | modifica wikitesto]

Sette anni dopo, tra il 1958 e il 1962, Oumpah-Pah viene pubblicato in cinque episodi sulla rivista franco-belga Le journal de Tintin[1][2] in una versione ristrutturata sia dal punto di vista della grafica che della sceneggiatura[senza fonte]. Questa volta l'ambientazione storica si svolge nel diciottesimo secolo ai tempi della colonizzazione dell'America da parte dei francesi[1]. Successivamente vennero raccolti e ripubblicati in tre volumi dal 1962 al 1967[2].

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Oumpah-pah le Peau-Rouge, 1958
  • Oumpah–pah sur le sentier de la guerre, 1958
  • Oumpah–pah et les pirates, 1959
  • Mission secrète, 1960
  • Oumpah–pah contre Foie–Malade, 1962

Edizione estere e italiana[modifica | modifica wikitesto]

La seconda serie ottiene un buon successo di pubblico e viene pubblicata anche in inglese, spagnolo, olandese, danese, polacco, finlandese, greco e tedesco. Diverse sono state le edizioni in lingua italiana apparse in riviste di fumetti, a cominciare dal Corriere dei Piccoli nel 1967[3], poi su il Giornalino[4] e negli anni Ottanta sul Messaggero dei Ragazzi[5]. La Mondadori ne ha pubblicato una edizione in tre volumi usciti nel 1998,1999 e 2000[1]. Una edizione antologica in un singolo volume è stata pubblicata nel 2014 dagli editori ReNoir-NonaArte[senza fonte].

Titoli edizione italiana[2]

  • Umpah-Pah indiano-super
  • Umpah-Pah sul sentiero di guerra
  • Umpah-Pah e i pirati
  • Umpah-Pah in Missione segreta
  • Umpah-Pah contro Fegato in disordine

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il giovane pellerossa Oumpah-Pah della tribù degli Shavanshavas (Koseehkosah nell'edizione italiana) e il giovane ufficiale francese Hubert de la Pâte Feuilletée (Hubert de Profiterole nell'edizione italiana) uniscono le loro forze per combattere le tribù di pellerossa rivali e altri nemici.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Oumpah-Pah, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 28 febbraio 2017.
  2. ^ a b c d FFF - OUMPAH-PAH, su www.lfb.it. URL consultato il 28 febbraio 2017.
  3. ^ Corriere dei Piccoli, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 28 febbraio 2017.
  4. ^ il Giornalino, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 28 febbraio 2017.
  5. ^ Il Messaggero dei Ragazzi, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 28 febbraio 2017.
Fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti