Jean-Yves Ferri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jean-Yves Ferri a Lucca Comics & Games 2015

Jean-Yves Ferri (1959) è un fumettista francese.

Attivo sia come sceneggiatore che come disegnatore, lavora nel campo delle Bande dessinée dal 1990, e dal 1993 collabora alla rivista Fluide glacial. Nel 2011 è stato scelto dalla casa editrice Hachette Livre come sceneggiatore del trentacinquesimo albo di Asterix, la celeberrima serie creata da René Goscinny e Albert Uderzo, divenendo così loro successore insieme al disegnatore Didier Conrad.

Biografia e carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1959 nel sud-est della Francia (lui stesso ha ironicamente dichiarato di essere "nato in una capanna sul bordo di un campo d'avena"[1]), fin da giovanissimo si interessa al mondo del fumetto, e dal 1990 inizia a realizzare illustrazioni in libri per bambini. Nel 1993 inizia a collaborare con la rivista francese di fumetti Fluide glacial, con la quale crea a partire dal 1996 la serie Fables Autonomous, la sua prima opera di largo respiro, di cui realizza sia la sceneggiatura che i disegni. La sua seconda opera è la serie Aimé Lacapelle, pubblicata in quattro volumi dal 2000 al 2007 sempre per Fluide glacial, e che nuovamente lo vede autore di testi e sceneggiatura.

Dal 2002 inizia inoltre la creazione della fortunata serie Le Retour à la terre, di cui realizza solo la sceneggiatura e i testi per i disegni del collega e amico Manu Larcenet. La serie prosegue fino al 2008, con cinque volumi. Sempre con Lacernet realizza altri fumetti, quali la serie in due volumi Le sens de la vis (2007 e 2010) e il volume sperimentale Correspondances.

Il 2009 lo vede tornare ai disegni con il volume De Gaulle à la plage, che ha per protagonista una scanzonata versione parodistica di Charles de Gaulle e che è stato selezionato fra le opere finaliste al Festival d'Angoulême 2009.

Nel 2011 viene annunciato insieme al disegnatore Didier Conrad come successore di Albert Uderzo alla serie Asterix[2], per la quale realizza la sceneggiatura del trentacinquesimo albo, Asterix e i Pitti, pubblicato nell'ottobre 2013.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  1. Tome 1, 1996
  2. Tome 2, 1998
  1. Je veille aux grains, 2000
  2. Tonnerre sur le sud-ouest, 2001
  3. Poules rebelles, 2003
  4. Bêtes à bon diou, 2007
  1. La Vraie Vie, 2002.
  2. Les Projets, 2003.
  3. Le Vaste Monde, 2005.
  4. Le Déluge, 2006.
  5. Les Révolutions, 2008.
  • Revoir Corfou, le recueil des dessins hors-séries, collection Azote Liquide, Audie, 2004
  • Correspondances (sceneggiatura e disegni), con Manu Larcenet (testi e disegni), Les Rêveurs, coll. « M'as-tu vu », 2006.
  1. tome 1: Le Sens de la vis (2007)
  2. tome 2: Tracer le cercle (2010)
  • De Gaulle à la plage, Dargaud, coll. « Poisson Pilote », 2007.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2005 - Prix Virgin (per Le Vaste Monde)
  • 2005 - Prix de l'Humour noir Grandville (per Revoir Corfou)
  • 2008 - Prix Jacques Lob (per la carriera)
  • 2009 - incluso nella Sélection officielle del Festival d'Angoulême (per De Gaulle à la plage)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Biografia, su Bullberry.com. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  2. ^ Asterix35: The new authors, su Asterix35.com. URL consultato il 22 ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 23 ottobre 2013).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN76450345 · ISNI: (EN0000 0001 2140 3122 · LCCN: (ENno2013133812 · GND: (DE1029052360 · BNF: (FRcb13069401f (data)