Pilote

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pilote
Stato Francia Francia
Lingua francese
Periodicità settimanale/mensile
Genere stampa nazionale
Fondazione 29 ottobre 1959
Chiusura 1989
 

Pilote è stato un periodico francese a fumetti, fondato il 29 ottobre del 1959 e cessato nel novembre del 1989.

Sulle pagine di questo giornale nacquero alcuni dei principali personaggi del fumetto d'oltralpe, come Asterix, creato nel 1959 da René Goscinny e Albert Uderzo, e Lucky Luke, nel 1967, nato dalla collaborazione tra Goscinny e Morris.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il numero zero[modifica | modifica sorgente]

Il numero zero di Pilote esce in Francia il 29 ottobre 1959 con lo scopo di realizzare il principale giornale francese dedicato ai giovani. Nell'articolo di presentazione intitolato Ecco Pilote (Voici Pilote) firmato dal direttore Francois Clauteaux, si dichiara che la nuova rivista "è, per la prima volta al mondo, un vero Grande Giornale per i giovani".

La nascita di Asterix[modifica | modifica sorgente]

La collaborazione tra Goscinny e Uderzo lavora per realizzare il fumetto Roman de Renart, ma venuti a conoscenza che anche il fumettista concorrente Jean Trubert sta progettando un soggetto simile, sono costretti a cercare un'alternativa. Scandagliando la storia della Francia, cercano un periodo in cui ambientare il nuovo soggetto, e lo trovano in quello della conquista della Gallia da parte dei romani comandati da Giulio Cesare. Il primo episodio della serie Asterix vede la luce con il numero uno di Pilote il 29 ottobre 1959.

Il successo[modifica | modifica sorgente]

Nel corso degli anni sessanta Pilote viene acquistato dall'editore francese Dargaud, e soprattutto grazie alle serie di Asterix e Lucky Luke conosce un notevole successo di pubblico.

La crisi[modifica | modifica sorgente]

In seguito alla defezione di alcuni importanti autori e sceneggiatori, negli anni settanta le vendite di Pilote calano al punto che l'editore Dargaud è costretto a derubricarlo da settimanale a mensile.

Quando nel novembre 1977 René Goscinny muore, il numero 43 del mese di dicembre realizza una toccante copertina intitolata Arrivederci, René Goscinny, nella quale Asterix, Obelix e Idefix sembrano vagabondare mestamente voltando le spalle.

La chiusura[modifica | modifica sorgente]

Nel 1986 il mensile Pilote cambia la sua denominazione in Pilote et Charlie, per tornare alla sua denominazione originaria nel 1988. Ma la crisi delle vendite è tale che l'editore ne decide la chiusura con l'ultimo numero del novembre 1989.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]