Musei civici di Lecco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I Musei civici di Lecco (oggi "Sistema Museale Urbano di Lecco" o SiMUL) sono stati istituiti nel 1900, a partire dal Museo naturalistico privato di Carlo Vercelloni, inaugurato nel 1888. Fondati dal geologo Mario Cermenati, dal naturalista Carlo Vercelloni e dall'archeologo Antonio Magni, furono collocati nel 1927 nella sede del Palazzo Belgiojoso.

Nel 1933 vi confluì il "Museo storico", nel 1983 la Galleria comunale d'arte e il Civico museo manzoniano, nel 1986 la "Sezione separata d'archivio" annessa al Museo storico, nel 2001 il Museo archeologico e nel 2004 il planetario "Città di Lecco", annesso al Museo di storia naturale.

Alla prima sede si aggiunsero, nel corso del tempo, quella della Torre Viscontea e quella di Villa Manzoni, dove oggi ha sede la direzione del sistema museale.

Sedi[modifica | modifica wikitesto]

Villa Manzoni[modifica | modifica wikitesto]

Villa Manzoni

Palazzo delle Paure[modifica | modifica wikitesto]

  • Galleria d'arte contemporanea e sezione di grafica e fotografia
  • Osservatorio culturale della montagna e dell'alpinismo lecchese
  • Esposizioni temporanee

Palazzo Belgiojoso[modifica | modifica wikitesto]

Torre Viscontea[modifica | modifica wikitesto]

Torre viscontea
  • Museo della montagna e dell'alpinismo lecchese
  • Mostre temporanee

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musei Portale Musei: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musei