Monte Zoncolan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Monte Zoncolan
Cima Zoncolan.JPG
La cima dello Zoncolan con gli impianti di risalita (sullo sfondo il gruppo del Coglians)
StatoItalia Italia
RegioneFriuli-Venezia Giulia Friuli-Venezia Giulia
ProvinciaUdine Udine
Altezza1 750 m s.l.m.
CatenaAlpi
Coordinate46°30′08.89″N 12°55′34.82″E / 46.50247°N 12.92634°E46.50247; 12.92634Coordinate: 46°30′08.89″N 12°55′34.82″E / 46.50247°N 12.92634°E46.50247; 12.92634
Altri nomi e significatiÇoncolan (friulano)
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Monte Zoncolan
Monte Zoncolan
Mappa di localizzazione: Alpi
Monte Zoncolan
Dati SOIUSA
Grande ParteAlpi Orientali
Grande SettoreAlpi Sud-orientali
SezioneAlpi Carniche e della Gail
SottosezioneAlpi Carniche
SupergruppoAlpi Tolmezzine Orientali
GruppoGruppo dell'Arvènis
SottogruppoDorsale Tamai-Zoncolan
CodiceII/C-33.I-D.11.a

Il Monte Zoncolan (Çoncolan in friulano standard) è una montagna delle Alpi Carniche, alta 1.750 m s.l.m., posta a sud della catena carnica principale (Alpi Tolmezzine Orientali - gruppo montuoso Monte Arvènis-Tamai), in Carnia, in Friuli, tra i territori dei comuni di Sutrio, Ovaro e Ravascletto, sede di un importante polo sciistico del Friuli-Venezia Giulia.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Sulla cima (raggiungibile da Ovaro e Sutrio attraverso delle strade che salgono fino in cima, e da Ravascletto tramite la Funivia Ravascletto-Zoncolan servendo un comprensorio sciistico di circa 30 km di piste.

Versanti di ascesa[modifica | modifica wikitesto]

La cima dello Zoncolan è raggiungibile da due versanti attraverso tre diffferenti percorsi stradali:

  • Il versante ovest di Ovaro è stato affrontato dai corridori del Giro d'Italia per la prima volta nel 2007 con la vittoria di Gilberto Simoni. La salita inizia da Ovaro, in Val Degano, ed è lunga 10 km, con pendenza media dell'11.9% e massima del 22%. La salita vera e propria inizia dall'abitato di Liariis, a 8.5 km dalla cima, quando la pendenza media tocca il 15%.[1]
  • Il versante est di Sutrio presenta pendenze meno ripide rispetto al versante di Ovaro. È stato affrontato per la prima volta nel 1997, dal Giro d'Italia femminile, ed è stato successivamente riproposto nel Giro d'Italia 2003. La salita inizia da Sutrio ed è lunga 13.5 km, con una pendenza media del 9% e una pendenza massima del 23%. I primi 8.7 km presentano una pendenza media dell'8.7%, seguiti da un breve tratto di falsopiano. Gli ultimi 3,5 km hanno una pendenza media del 13% e pendenza massima del 23% nell'ultimo chilometro.[2][3]
  • La salita dal versante est di Priola (frazione di Sutrio) è lunga 8.9 km, con una pendenza media del 12.8%. Poco prima dell'incrocio con la strada di Sutrio presenta un tratto in leggero falsopiano, per poi tornare ad una pendenza media del 13% e pendenza massima del 23%.[4]

Sella di Monte Zoncolan[modifica | modifica wikitesto]

La parte sommitale della salita stradale dello Zoncolan è nota come Sella di Monte Zoncolan, punto culminante della salita dai versanti di Ovaro e Sutrio, nei pressi della stazione sciistica di Ravascletto.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Sul monte Zoncolan è praticato il ciclismo, sia a livello amatoriale che professionistico; in particolare, a partire dal 2003 il monte è stato spesso sede di passaggi del Giro d'Italia.[5][6]

Dopo essere stato affrontato dal Giro d'Italia Femminile nel 1997, con vittoria di Fabiana Luperini, il monte è stato affrontato per la prima volta, dal versante di Sutrio, nella dodicesima tappa del Giro d'Italia 2003, con vittoria di Gilberto Simoni. La tappa regalò anche una degli ultimi attacchi in salita al Giro di Marco Pantani, che scattò a 3 km dalla vetta, per poi terminare la tappa al quinto posto, a 42 secondi dal vincitore.

Lo Zoncolan tornò al Giro dell'edizione 2007, questa volta dal più impegnativo versante di Ovaro. Anche questa volta la vittoria fu appannaggio di Simoni, che in 39'03" fissò anche il miglior tempo di scalata, al 2021 ancora imbattuto. La salita da Sutrio è stata riproposta nel 2010, con vittoria di Ivan Basso, che poi vinse quell'edizione, nel 2011, con vittoria di Igor Antón, nel 2014, con vittoria di Michael Rogers, e nel 2018, con vittoria di Chris Froome, poi vincitore del Giro.

Nel 2021 è stato percorso per la seconda volta il versante di Sutrio, con vittoria di Lorenzo Fortunato.

Profilo altimetrico della salita dal versante di Ovaro
Profilo altimetrico della salita dal versante di Sutrio

Tappe del Giro d'Italia[modifica | modifica wikitesto]

Anno Tappa Partenza Km Vincitore Secondo Terzo Maglia Rosa Versante Tempo
2003 12ª San Donà di Piave 185 Italia Gilberto Simoni Italia Stefano Garzelli Italia Francesco Casagrande Italia Gilberto Simoni Sutrio 42'35"
2007 17ª Lienz 142 Italia Gilberto Simoni Italia Leonardo Piepoli Lussemburgo Andy Schleck Italia Danilo Di Luca Ovaro 39'03"
2010 15ª Mestre 222 Italia Ivan Basso Australia Cadel Evans Italia Michele Scarponi Spagna David Arroyo Ovaro 40'45"
2011 14ª Lienz 172 Spagna Igor Antón Italia Vincenzo Nibali[7] Italia Michele Scarponi[7] Italia Vincenzo Nibali Ovaro 40'50"
2014 20ª Maniago 167 Australia Michael Rogers Italia Franco Pellizotti Italia Francesco Manuel Bongiorno Colombia Nairo Quintana Ovaro 44'30"
2018 14ª San Vito al Tagliamento 186 Gran Bretagna Chris Froome Gran Bretagna Simon Yates Italia Domenico Pozzovivo Gran Bretagna Simon Yates Ovaro 39'58"
2021 14ª Cittadella 205 Italia Lorenzo Fortunato Slovenia Jan Tratnik Italia Alessandro Covi Colombia Egan Bernal Sutrio N.D.

Tappe del Giro Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Anno Tappa Partenza Km Vincitore Secondo Terzo Maglia Rosa Versante Tempo
1997 10ª Folgaria 79 Italia Fabiana Luperini Svizzera Barbara Heeb Canada Linda Jackson Italia Fabiana Luperini Sutrio N.D.
2018 Tricesimo 104,7 Paesi Bassi Annemiek Van Vleuten Paesi Bassi Lucinda Brand Polonia Katarzyna Niewiadoma Paesi Bassi Annemiek Van Vleuten Ovaro

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Monte Zoncolan - Ovaro climbbybike.com
  2. ^ Monte Zoncolan - Sutrio climbbybike.com
  3. ^ Tim Maloney, Stage 11 - May 21: Faenza-San Dona, 222 km - Riders on the storm, cyclingnews.com, 21 Maggio 2003. URL consultato il 22 maggio 2021.
  4. ^ Monte Zoncolan profile from Priola - salite.ch
  5. ^ A. SIMEOLI, Zoncolan. La montagna diventata mito, Udine, Forum, 2014
  6. ^ Francesco Guidolin lo Zoncolan l’ho scoperto io, su Ciclonews.biz, 21 maggio 2018. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  7. ^ a b Dopo la squalifica di Spagna Alberto Contador, originariamente giunto secondo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]