Miss Italia (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Miss Italia
ArtistaPatty Pravo
Tipo albumStudio
Pubblicazione1978
Durata35:41
Dischi1
Tracce8
GenerePop
Rock
EtichettaRCA Italiana
Registrazione1977; 1978
Patty Pravo - cronologia
Album precedente
(1976)
Album successivo
(1979)
Singoli
  1. Pensiero stupendo/Bello
    Pubblicato: 1978
  2. Sentirti/Notti bianche
    Pubblicato: 1979

Miss Italia è il 13º album di Patty Pravo, pubblicato dalla casa discografica RCA Italiana nel 1978.[1][2]

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la breve esperienza all'interno della Dischi Ricordi, la Pravo torna per la terza volta a far parte della RCA Italiana.

Richiama, per il nuovo disco, molte persone con cui aveva lavorato in precedenza fra cui, innanzitutto Armando Mango e Maurizio Monti (autore del grandissimo successo Pazza idea).[3]

L'album permetterà alla Pravo di scalare nuovamente le classifiche, grazie anche alla hit Pensiero stupendo; infatti si qualificherà 8° nei primi mesi dell'anno 1978, e risulterà il 41° più venduto dello stesso anno.[4]

Dell'album fanno parte sei cover.

  • La prima è Sentirti, di Armando e Pino Mango, pubblicata dallo stesso, nel suo album di debutto nell'anno 1976;
  • seconda è Bello mio, pubblicata in versione maschile, dall'autore Maurizio Monti, nel 1973;
  • terza è Notti bianche (Wow wow come soffro), versione italiana del brano It's a Heartache di Bonnie Tyler, pubblicata nel 1977 nel suo album di debutto;
  • quarta è Marva, di Marva Jan Marrow, originariamente intitolata Sometimes Man (letteralmente "uomo di qualche volta"), ma mai pubblicata essendo rimasto inedito l'intero l'LP della Marrow;
  • quinta è Bello, versione italiana, molto alterata, del brano Love (goes to) building on fire dei Talking Heads del 1977;
  • e ultima è Dai sali su, ovvero Come Sail Away degli Styx.[5]

Il brano Miss Italia (cover del brano Miss America degli Styx, contenuta nell'LP The Grand Illusion, così come Come Sail Away), che doveva essere incluso nell'omonimo album, fu censurato perché ritenuto non adatto. A pochi giorni dalla stampa dell'LP, i responsabili dell'RCA ritengono doveroso escludere il pezzo, poiché si sta vivendo un periodo controverso a causa dell'assassinio di Aldo Moro; e il brano può sembrare una ironica presa di posizione contro il partito democratico ("L'innocenza è agli arresti ormai e la bellezza sta scioperando sai, piove pazzìa..." Queste le parole che determinano la censura del brano).

La Pravo, anni dopo, affermò:[3]

«Arrivai in Italia il giorno che avevano ammazzato Moro, io neanche lo sapevo. Avevo fatto questo pezzo, "Miss Italia" che trovavo bellissimo, un heavy metal con tre, quattro musicisti bravissimi, ma poi non è stato inserito. E' un brano che ancora oggi può risultare attuale; solo che l'ho beccato il giorno sbagliato!»

Il titolo dell'album rimane comunque Miss Italia.

Nonostante ciò, il brano viene portato in tour dalla cantante, inserito come "inedito" insieme con Vola (altro brano escluso dall'album).[6]

Entrambi i brani poi vengono inseriti nella racconta Inediti '72-'78 pubblicata nell'anno 1993, edita inizialmente solo da Raro!.[7]

Buona parte del disco fu prodotta da Giacomo Tosti (Johnny, Bello mio, Marva, Dai sali su).

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Lato A[modifica | modifica wikitesto]

  1. Johnny - 3:37 (Maurizio Monti)
  2. Sentirti - 4:38 (Armando Mango / Giuseppe Mango, Silvano D'Auria)
  3. Bello mio - 4:28 (Maurizio Monti)
  4. Notti bianche - 4:35 (Franco Migliacci - Ronnie Scott - Steve Wolf)

Lato B[modifica | modifica wikitesto]

  1. Marva - 5:15 (Marva Jan Marrow - Ivan Graziani)
  2. Bello - 3:32 (Maurizio Monti - C. Byrne)
  3. Dai sali su - 6:05 (Bruno Marzi - Nicoletta Strambelli - Paul Jeffery - Dennis De Young)
  4. Pensiero stupendo - 4:15 (testo: Ivano Fossati, musica: Oscar Prudente)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Tecnici[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonio Rampotti, Franco Finotti, Stefano Taccaliti - fonici
  • Tony Platt - re-cording, fonico
  • Sandro Secondino - recordista

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica