Miriade

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il termine "Miriade" si riferisce a una quantità incalcolabile dalla mente umana. Nel sistema numerico greco equivaleva a 10.000 unità.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel sistema di numerazione greco la parola "Miriade" equivaleva a 10.000 unità. Si indicava con il simbolo "M" o "M υ", o semplicemente il punto, come nella scrittura "" per indicare il numero 20'074.

Ha origine dal latino tardo myrias -ădis, dal greco μυριάς -άδος, derivato di μύριοι, che significa "diecimila".[1]

  • In geometria piana il termine "Miriagono" si riferisce ad un poligono avente 10.000 lati.
  • Diffusa, in astronomia, l'espressione miriadi di miriadi.
  • il metro era originariamente definito come 1/10 000 000 del quarto del meridiano terrestre;[2] di conseguenza il chilometro ne era un miriardesimo.

Conversioni[modifica | modifica wikitesto]

Una miriade equivale, secondo il sistema numerico greco, a:

  • 10 migliaia
  • 100 centinaia
  • 1000 decine
  • 10.000 unità

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Miriade, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
  2. ^ Le misure cambiano, su scienzapertutti.infn.it. URL consultato il 24 maggio 2021.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Florian Cajori, A History of Mathematical Notations. Vol 1: Notation in elementary mathematics, Dover pubs. Capitolo 2: Numeral symbols and combination of symbols, paragrafo "Greeks", p. 25. Citazione: "Thus 43,678 was written ".

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]