Metroid Fusion

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Metroid Fusion
Metroid Fusion box.jpg
Copertina italiana del videogioco
Sviluppo Nintendo R&D1
Pubblicazione Nintendo
Ideazione Yoshio Sakamoto
Serie Metroid
Data di pubblicazione Giappone 14 febbraio 2003
Flags of Canada and the United States.svg 17 novembre 2002
Flag of Europe.svg 22 novembre 2002
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 29 novembre 2002
Italia 14 febbraio 2003
Russia 2 marzo 2005
Genere Piattaforme, Sparatutto
Tema Fantascienza
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Game Boy Advance
Supporto Cartuccia
Fascia di età CERO: A
ELSPA: 3+
ESRB: E
OFLC (AU): G8+
Espansioni Cartucce E-Reader,collegamento GameCube

Metroid Fusion è un platform game sparatutto, ed è il quarto episodio della saga Metroid ad essere stato pubblicato, nonché il primo sulla console Game Boy Advance. La storia del gioco si colloca cronologicamente subito dopo Metroid: Other M.

È il primo gioco della serie ad essere stato tradotto in italiano[senza fonte].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La razza dei Metroid è ormai estinta dopo la morte dell'ultimo esemplare, sacrificatosi per salvare la vita a Samus Aran. Per accertare la completa estinzione delle creature, Samus viene incaricata di ispezionare a fondo il pianeta SR-388. Ma durante l'ispezione del pianeta viene infettata da un microrganismo, chiamato Parassita X. Viene per fortuna salvata da un vaccino creato dalle cellule del piccolo Metroid, ma la sua Tuta Energia viene irrimediabilmente danneggiata dall'intervento chirurgico, causandole la perdita di tutti i suoi poteri. Il vaccino modifica la sua composizione cellulare, rendendola immune ai Parassiti X. Questa nuova tuta dal colore blu e giallo viene denominata Tuta Fusione. Successivamente, verrà inviata su una stazione spaziale attaccata dai parassiti. Durante la missione dovrà seguire gli ordini del computer di bordo, battezzato Adam dalla cacciatrice. Sfortunatamente, dai pezzi della Tuta Energia infettati dai parassiti X nasce una copia malvagia di Samus, SA-X, che distrugge le capsule di contenimento e libera gli X, che contagiano e controllano le loro vittime, assorbendone il DNA, creando così una replica delle stesse. Samus, riguadagnando i pieni poteri scopre una colonia di Metroid salvata dagli scienziati della Federazione Galattica e custodita in un laboratorio iper segreto. Mentre cerca di capire come siano riusciti a salvarli, SA-X irrompe nel laboratorio e, cercando di distruggere i Metroid, li libera, ma viene attaccato da essi e, contemporaneamente, causa l'autodistruzione del laboratorio. Samus riesce a fuggire, ma la perdita del laboratorio e del suo prezioso contenuto causa la rabbia della Federazione. Il computer di bordo le rivela che la Federazione aveva condotto studi segreti per anni per riprodurre i Metroid e che erano state persino sviluppate delle tecniche di crescita rapida, in modo da ottenere un Metroid Omega in pochi giorni. Successivamente il computer rivela a Samus che in realtà SA-X non era solo ma ve ne erano ben 10 a bordo della stazione. Samus è in collera con la Federazione e decide di intralciare i loro piani a costo di diventare una criminale. Durante l'ultima discussione col computer, le sfugge il nomignolo che aveva ad esso affibbiato, Adam. La vera identità del computer assimilabile ad un'intelligenza artificiale che imita il defunto Adam Malkovich, che era stato superiore di Samus quando lei faceva parte della Polizia Galattica, rimane nel dubbio. Con l'appoggio di Adam, Samus decide di elaborare un piano per fermare la Federazione, che nel frattempo sta inviando dei militari per prelevare gli SA-X. Dopo aver raggiunto la sala comandi, Samus si scontra con SA-X, che viene distrutto dal Raggio Onda, quindi, attiva l'autodistruzione della base spaziale, ma mentre sta per fuggire con la sua navetta viene attaccata dal Metroid Omega liberatosi dal laboratorio e rischia la morte. Fortunatamente interviene SA-X in suo aiuto, il quale attacca col Raggio Gelo il Metroid Omega. La creatura si ribella e, con un colpo d'artigli, annienta SA-X riportandolo allo stadio di nucleo X. Samus riesce così ad assorbirlo, a ripristinare tutti i suoi poteri e ad avere la meglio sull'enorme nemico grazie al Raggio Gelo. Dopo aver distrutto il Metroid Omega, ella risale sulla navetta e fugge. La stazione precipita su SR-388 ed esplode in un bagliore accecante. Samus è ora divenuta una ricercata ed è costretta a fuggire.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il gameplay è molto simile a quello di Super Metroid. Tuttavia, in Fusion viene introdotto per la prima volta nella serie un personaggio non giocante, il computer Adam, che impartisce degli ordini alla protagonista.

Quasi tutti gli equipaggiamenti di Samus sono quelli visti anche nei precedenti capitoli, con qualche eccezione, come i missili gelo e i missili a diffusione.

Armi[modifica | modifica wikitesto]

  • Armi a raggio: sono l'arsenale offensivo primario di Samus. Per recuperarle sarà necessario sconfiggere un tipo particolare di Core X. Quelle presenti nel gioco sono: Raggio energia, Raggio ricarica, Raggio ampio, Raggio plasma, Raggio onda, Raggio gelo.
  • Lanciamissili: possiedono una potenza maggiore delle armi a raggio, ma montano munizioni limitate. Si dividono in: Dispositivo lanciamissili, Super missile, Missili gelo, Missili diffusione.
  • Bomba morfosfera: consente di piazzare piccole bombe autorigeneranti che distruggono pareti particolarmente fragili e si rivelano utili nell'eliminare nemici che si infiltrano nei condotti.
  • Dispositivo Gigabombe': bombe ben più potenti che montano munizioni e che distruggono tutto ciò che il loro raggio d'azione incontra.

Espansioni[modifica | modifica wikitesto]

Durante il gioco, è possibile raccogliere diverse espansioni che permetteranno di aumentare l'energia massima di Samus, il numero di missili e il numero di gigabombe. La percentuale di completamento del gioco dipende dal numero di espansioni raccolte.

  • Espansione Missili: aumenta permanentemente il numero massimo di missili.
  • Serbatoio Energia: aumenta permanentemente l'energia massima.
  • Espansione Gigabombe: aumenta permanentemente la capacità delle Gigabombe.

Dispositivi di movimento[modifica | modifica wikitesto]

  • Morfosfera: equipaggiamento col quale Samus può trasformarsi in una struttura sferica dinamica. Permette di attraversare passaggi particolarmente stretti.
  • Ipersalto: aumenta l'altezza massima del salto.
  • Sferasalto: ottenuto insieme all'Ipersalto, permette alla Morfosfera di saltare.
  • Supercinesi: presente anche in Other M; correndo per un po' di tempo senza saltare si acquisterà una carica cinetica tale da distruggere nemici e un certo tipo di muri. Fermandosi sul posto durante la supercinesi, la carica cinetica sarà conservata per qualche secondo e, in tale lasso di tempo, saltando ci si scaglierà nella direzione scelta con enorme potenza. Tale tecnica è chiamata Cometa.
  • Astrosalto: permette di volare attraverso salti concatenati ritmicamente.
  • Attacco a Vite: durante la fase di Astrosalto, Samus si ricopre di pura energia, diventando così in grado di distruggere certi muri e di uccidere la maggior parte dei nemici con il solo tocco.

Tute[modifica | modifica wikitesto]

Similmente agli altri capitoli, ma molto diverse tra loro; le tute servono a migliorare le proprie capacità di sopravvivenza all'interno della stazione spaziale.

Quelle presenti nel gioco sono: la tuta Fusione, la termotuta, la tuta Gravità e la tuta Fusione Arancio (chiamata anche Omega Suit).

Terminato il gioco, a seconda della percentuale di oggetti raccolti e del tempo impiegato, verrà sbloccata un'immagine finale diversa, con Samus (con o senza tuta) in diverse situazioni. Se collegato a Metroid: Zero Mission, il gioco sblocca nell'altra cartuccia immagini segrete. Inoltre, Metroid Fusion è collegabile, tramite apposito cavo, con Metroid Prime per Nintendo GameCube. Grazie a questa funzione, è possibile sostituire il design della tuta di Prime con quello della Tuta Fusione. Inoltre verrà sbloccata anche un'opzione segreta per giocare all'originale Metroid per NES.

Parassiti X[modifica | modifica wikitesto]

I parassiti X sono creature originarie di SR-388, ambientazione di Metroid II: Return of Samus. Gli X sono in grado di penetrare nel corpo della vittima, replicandosi a livello del loro sistema nervoso. La cosa più pericolosa di essi però è la loro capacità di simulare l'aspetto e il comportamento delle loro vittime, attraverso un processo mimetico. Oltre a questo, gli X assorbono anche le conoscenze delle vittime oltre al loro patrimonio genetico. Nel caso infettino creature intelligenti, l'intelligenza da esse ricavata è in grado di prevalere sul loro istinto di sopravvivenza, così come dice il computer Adam. Si riproducono per riproduzione asessuata, e tale processo avviene anche quando hanno già acquisito la forma delle vittime. A seguito dell'estinzione dei Metroid - predatori naturali dei parassiti - gli X si sono moltiplicati a dismisura, infettando quasi tutte le altre forme di vita di SR-388. Durante il gioco, Samus è in grado di assorbire i parassiti X presenti per ripristinare l'energia della tuta o le munizioni.

Boss[modifica | modifica wikitesto]

Ogni boss incontrato durante il gioco (eccetto l'Aracnobot nella prima fase) è ostile nei confronti di Samus poiché è infettato da un Parassita X. I boss sono:

  • Arachnus: ha il potere della Morfosfera, può appallottolarsi e far vibrare le pareti, sputare fuoco e lanciare potente energia dagli artigli.
  • Falsa Statua Chozo: col potere del Raggio Ricarica.
  • Zazabi/Cyclop X: appare nel settore 2 (TRO) e possiede le abilità Ipersalto e Sferasalto.
  • Serris: gigantesco serpente marino infettato dai parassiti X con il potere della Supercinesi.
  • Aracnobot: bot di sicurezza della stazione.
  • Mega Nucleo X: Nucleo X ingigantito dai dati della termotuta raccolti nel Settore 6.
  • Scienziato Infetto: Un Nucleo X Corazzato ha copiato la forma di uno degli scienziati della stazione e ne ha usato le conoscenze per manomettere la caldaia, cercando di causare l'autodistruzione.
  • Yakuza: gigantesco aracnide che ha compromesso il sistema elettrico ausiliario della stazione.
  • Nettori: pianta infetta, che sfrutta i suoi organi sparsi per la stanza. La struttura ricoperta dalle piante è una statua Chozo danneggiata.
  • Incubo: un'unità bio-meccanica della Federazione Galattica incontrata anche in Metroid: Other M. Questa creature infetta possiede un distorsore di gravità.
  • Aracnobot Infetto: la parte organica dell'aracnobot è stata infettata, mandandolo fuori controllo.
  • Ridley X: in Metroid Other M, dopo essere ucciso dalla regina, era deportato sull'SR388, congelato in una stanza-frigorifero e successivamente infettato dai parassiti X.
  • SA-X: originata dalle parti di tuta infette rimosse chirurgicamente a Samus, questo X ha copiato il DNA di Samus, e con esso anche tutte le sue abilità (quelle che aveva alla fine di Metroid: Other M).
  • Metroid Omega: si era incontrato uno di questi boss anche in Metroid II: Return of Samus.

Note[modifica | modifica wikitesto]


videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi