Nintendo Direct

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Nintendo Direct (ニンテンドーダイレクト Nintendō Dairekuto?) è un tipo di presentazione utilizzata da Nintendo per annunciare le principali novità riguardanti i suoi prodotti, in particolare videogiochi e console. Oltre ad essere pubblicati sul sito ufficiale della società, i video sono disponibili su YouTube, Ustream e Twitch.tv.

Il primo Nintendo Direct, condotto da Satoru Iwata, fu trasmesso il 21 ottobre 2011. Altri Nintendo Direct sono stati presentati da Reggie Fils-Aime, Satoru Shibata e Hiroyuki Fukuda, a capo delle rispettive divisioni di Nintendo.[1][2][3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Durante il Nintendo Direct la società ha svelato il Nintendo 3DS XL[4], oltre a fornire informazioni sul Wii U, in occasione del E3 2012[5], e su numerosi videogiochi, inclusi New Super Mario Bros. 2, Mario Kart 8, Yoshi's New Island, The Legend of Zelda: Majora's Mask 3D e Splatoon.

Nel gennaio 2013 uno speciale Pokémon Direct ha annunciato il lancio di Pokémon X e Y.[6]. Altri speciali hanno riguardato Animal Crossing: New Leaf, Pikmin 3, Super Smash Bros. per Nintendo 3DS e Wii U e Hyrule Warriors.

Nonostante la morte di Satoru Iwata, Nintendo ha confermato che non smetterà di produrre il Nintendo Direct.[7] Dopo un'interruzione di cinque mesi dal Nintendo Direct realizzato in occasione dell'Electronic Entertainment Expo 2015, il primo organizzato durante la presidenza di Tatsumi Kimishima è stato programmato per il 12 novembre 2015.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Reggie Fils-Aime will host Nintendo Direct conference later today
  2. ^ (EN) European Nintendo Direct conference to be held Thursday, September 13
  3. ^ (EN) South Korean Nintendo Direct Highlights Upcoming 3DS Games
  4. ^ Nintendo Direct – 22/6/2012
  5. ^ Nintendo Direct Pre E3 2012
  6. ^ Pokémon Direct 08/01/2013
  7. ^ (EN) Brian Albert, Nintendo Directs Will Continue, su IGN.com, 15 settembre 2015.
  8. ^ Nintendo Direct annunciato per il 12 novembre 2015 alle 23, su Wiitalia, 10 novembre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi